Alitalia nel domani, quale futuro?

In questi giorni si stanno leggendo sulle testate generaliste e su quelle economiche quali si potrebbero configurare gli scenari futuri di questa nuova Alitalia.

Quelllo che emerge è la svolta attuale verso un Alitalia che rimarrà tricolore. I costi della cosa sarebbero ingenti anche perchè la compagnia di bandiera ha bisogno di soldi per il suo futuro legato all’esercizio, sperando che cessino le perdite attuali. Oltre al fatto che c’è necessità di mettere mano alla flotta a lungo raggio che vede i B777 oramai sulla via a diventare ventenni e gli A330/200 che diventeranno decennali a breve. Si vocifera la dismissione di Cityliner e dei relativi Embraer 175/190, che porterebbero al problema Londra City. Gli slot rimasti ad Heathrow sono solo 5 al giorno dei 14 del passato. Comprarne di altri costerebbe un altro salasso di denaro.

Se la flotta a lungo raggio deve essere rinnovata i costi sarebbero di qualche miliardo di €, specie se come è l’intenzione è quella di potenziarla. Quale tipo di aereo? Visto che ora siamo a mezzo tra Boeing ed Airbus, nel domani è auspicabile che sia uno solo visto che chi vola sull’A330 può anche andare sull’A350. Chi ora vola sul B777, può farlo sul B787, oppure sul B777-9X. Boeing sarebbe la favorita.  Poi il medio raggio che passerebbe sembra ad una compagnia sullo stile di Level come per IAG e quindi a costi di struttura ancor più bassi.

Rimane il punto del fatto che sembra che gli Embraer se ne andranno. l’attuale Londra Shuttle e le rotte più sottili come verranno operate?

La regia di tutto sembra essere affidata a quanto si legge a Massimo Iraci, un passato di network development ed ora in Alitalia ricopre la carica di Chief Strategic Officer. Per gli amanti della lingua italiana il responsabile della pianificazione strategica e di sviluppo.

Ma chi darà i soldi ad Alitalia per questo ambizioso piano. Si parla di vari soggetti tutti para statali vedi Ferrovie, ANAS, Poste, ENI, Enel. Molti di questi hanno ottima raccolta cassa con le loro organizzazioni.

Le vie estere continueranno ad essere perseguite per la ricerca di un partner straniero? Lufthansa ha inviato nei giorni scorsi in missione esplorativa il nr. 1 di Air Dolomiti Eberhardt, non è che l’incontro sia durato tanto, non più di 15 minuti. Che avrà poi riportato a Carsten Spohr?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.