I PROFITTI RYANAIR Q1 SCENDONO DEL 21% A 243 milioni  € A CAUSA DI PREZZI PIÙ BASSI,

il

CARBURANTE E COSTI DEL PERSONALE SUPERIORI. GLI INDIRIZZI DELL´ANNO NON CAMBIANO

Oggi Ryanair Holdings plc (29 luglio) ha registrato un calo del 21% degli utili del primo trimestre a € 243 milioni. Un calo del 6% in  tariffa media è stata compensata da forti entrate accessorie e dalla crescita del traffico dell’11% a 42 milioni di ospiti. I costi sono aumentati del 19% in quanto la nostra bolletta del carburante è aumentata del 24% e i costi di Lauda sono stati completamente consolidati (ma non nel trimestre dell’anno precedente).

Michael O’Leary di Ryanair ha detto:

“Come precedentemente indicato, i profitti del primo trimestre sono scesi del 21% a € 243 milioni a causa di tariffe più basse, maggiori costi di carburante e del personale.

I punti salienti del primo trimestre includono:

· Entrate per appartamento per ospite a € 55 (tariffe inferiori del 6% compensate con entrate accessorie superiori del 14%)

· Traffico in aumento dell’11% a 42 milioni di ospiti

· Lancio di 239 nuove rotte e 4 nuove basi (Bordeaux, Marsiglia, Southend e Berlino)

· Malta Air diventa la compagnia aerea del 4 ° gruppo

· La flotta di Lauda Airbus cresce fino a 20 A320

· Le consegne MAX sono ulteriormente ritardate a fine anno

· Ryanair diventa la prima compagnia aerea dell’UE a pubblicare emissioni mensili di CO₂ (66 g per pax / km)

· Il riacquisto di azioni da 700 milioni di euro è iniziato a maggio

Reddito

I ricavi sono aumentati dell’11% a 2,3 miliardi di euro. Un calo del 6% della tariffa media a € 36 ha stimolato una crescita del traffico dell’11% a 42 milioni di ospiti. I due mercati più deboli sono stati la Germania, dove Lufthansa è stata autorizzata ad acquistare Air Berlin e sta vendendo questa capacità in eccesso a prezzi inferiori ai costi, e il Regno Unito, dove le preoccupazioni della Brexit incidono negativamente sulla fiducia e sulla spesa dei consumatori. Gli accessori, guidati da un forte imbarco prioritario e vendite di posti preferiti, sono cresciuti del 27% a € 0,8 miliardi. Di conseguenza, le entrate per passeggero (“RPP”) sono state sostanzialmente stabili a € 55. Ryanair Labs continua a sviluppare servizi per migliorare l’esperienza del cliente e entro la fine dell’anno lancerà una nuova piattaforma digitale con offerte per gli ospiti migliorate e personalizzate.

 

Leadership di costo

Ryanair ha i costi unitari più bassi di qualsiasi compagnia aerea dell’UE. Come previsto, la nostra bolletta del carburante Q1 è aumentata del 24% (in aumento di 150 milioni di euro) a causa dei prezzi più elevati e della crescita del volume. Costi unitari ex. il carburante è aumentato del 4%, principalmente a causa del consolidamento di Lauda (non nel primo trimestre dell’anno precedente), del ritorno di costosi contratti di locazione a Lufthansa, sostituendoli con 20 contratti di leasing operativi A320 a basso costo e un aumento del 21% dei costi del personale . Continuiamo a negoziare interessanti accordi di crescita mentre gli aeroporti competono per attirare la crescita affidabile del traffico di Ryanair. La nostra bolletta del carburante FY20 è coperta al 90% a $ 709 per tonnellata e al 37% per FY21 a $ 632.

 

Prestazioni puntuali (“OTP”)

Il nostro investimento in efficienza operativa, compresi più ricambi, ingegneri aggiuntivi e nuovi contratti di gestione migliorati a Stansted, Spagna e Polonia, ha visto il nostro OTP migliorare da oltre il 7% punti nel primo trimestre a oltre il 90% (escluso ATC). A giugno 2018 abbiamo cancellato oltre 1.100 voli a causa di scioperi ATC, ma questo è stato ridotto a soli 20 annullamenti a giugno 2019, tutti dovuti a ritardi nella carenza di personale ATC. Purtroppo, i ritardi nel personale dell’ATC continuano a danneggiare la puntualità di tutte le compagnie aeree dell’UE, in particolare nei fine settimana. Stiamo lavorando duramente per garantire ai nostri ospiti voli puntuali e continuiamo a fare campagne con i nostri partner in A4E per incoraggiare la Commissione europea ad agire per ridurre al minimo l’impatto della carenza di personale ATC e degli scioperi sui sorvoli.

 

Boeing 737 MAX

La consegna dei nostri primi 5 aeromobili B737-MAX è stata ritardata dal primo trimestre fino probabilmente a gennaio (soggetto all’approvazione dell’EASA). Ora prevediamo di ricevere solo 30 consegne MAX in tempo per S.20 (in precedenza 58) che ridurrà il tasso di crescita S.20 di Ryanair dal 7% al 3% (da 162 ma circa 157 milioni di ospiti nell’esercizio 2013). Siamo fiduciosi che questi aeromobili “gamechanger” (che hanno il 4% di posti in più, ma bruciano il 16% in meno di carburante e hanno il 40% in meno di emissioni sonore) trasformeranno i nostri costi e il nostro business. A causa di questi ritardi nella consegna, non vedremo ora questi risparmi sui costi consegnati fino all’esercizio 2013.

 

Stato patrimoniale

Il nostro bilancio è uno dei più forti del settore con oltre il 60% della nostra flotta senza debiti. A maggio il Consiglio ha approvato un programma di riacquisto di azioni da 700 milioni di euro e nel primo trimestre abbiamo restituito agli azionisti quasi 100 milioni di euro. In seguito all’adozione del nuovo principio contabile di leasing (IFRS16), i futuri obblighi di leasing operativo sono ora inclusi per la prima volta nel nostro bilancio (aggiungendo oltre € 220 milioni al debito al 30 giugno). Nonostante il riacquisto di azioni e l’impatto dell’IFRS16, l’indebitamento finanziario netto è sostanzialmente invariato a fine trimestre a € 419 milioni.

Group Airlines

A giugno, Malta Air è diventata la quarta compagnia aerea del gruppo Ryanair. Questa start-up farà crescere la nostra operazione maltese da 6 a 10 velivoli con base nei prossimi 3 anni. Opererà anche su tutte le nostre basi francesi, tedesche e italiane. Quest’estate, Lauda gestisce 20 A320 a basso costo. Questi velivoli, abbinati ad altre efficienze di costo e al miglioramento delle entrate accessorie, ridurranno significativamente le perdite di Lauda nel secondo anno, nonostante le tariffe più basse dovute all’eccesso di capacità nei mercati tedesco e austriaco. Buzz, in Polonia, gestirà 7 aeromobili charter e 17 di linea questa estate e continua a crescere la redditività nel suo secondo anno di operazioni. Prevediamo che i prezzi elevati del carburante e l’eccesso di capacità a corto raggio europeo porteranno a ulteriori guasti delle compagnie aeree questo inverno, creando maggiori opportunità di crescita per le 4 compagnie aeree di Ryanair.

 

La compagnia aerea più pulita e più verde dell’UE

A giugno Ryanair è diventata la prima compagnia aerea dell’UE a segnalare le emissioni mensili di CO₂. Con il più alto fattore di carico e una delle flotte più giovani, Ryanair fornisce il CO₂ più basso per passeggero / km di qualsiasi grande compagnia aerea dell’UE. Le nostre emissioni di CO₂ sono state ridotte del 20% nell’ultimo decennio e ci impegniamo a ridurlo di un ulteriore 10% a meno di 60 grammi per passeggero / km entro il 2030. A maggio abbiamo lanciato le nostre partnership ambientali, dove investiamo nella compensazione del carbonio progetti in Africa, Portogallo e Irlanda. Ryanair ha versato oltre 540 milioni di euro di tasse ambientali nell’esercizio 19 e prevede di pagare oltre 630 milioni di euro nell’esercizio 20 (+ 17%).

 

Successione del Consiglio

A seguito della nomina di Stan McCarthy a Vice Presidente nell’aprile 2019, il Consiglio ha nominato Louise Phelan per assumere la carica di Senior Independent Director nell’estate 2020 in seguito all’allora in pensione dell’attuale SID Kyran McLaughlin dal Consiglio.

 

Stime e pianificazione FY20

Continuiamo a percorrere il FY20 PAT sostanzialmente lineare con un valore previsto che si aggira tra € 750 milioni e € 950 milioni. L’attuale contesto tariffario debole è continuato nel secondo trimestre e prevediamo che le tariffe del primo semestre scenderanno di circa il 6%. Con un obiettivo per il secondo semestre quasi nullo, la pianificazionetariffaria per il FY20 è verso l’estremità inferiore della nostra forbice tra il -2% a + 1%. Tuttavia, la forte performance delle entrate accessorie continua a sostenere la nostra crescita del RPP dal + 2% al + 3% (in precedenza da + 2% a + 4%). Prevediamo che il traffico aumenterà del 7% a oltre 152 milioni, leggermente inferiore ai 153 milioni precedentemente previsit a causa dei ritardi nella consegna del Boeing MAX. I costi aumenteranno con l’aumentare della bolletta del carburante di € 450 milioni e, come precedentemente pianificato, prevediamo che i costi unitari ex carburante aumenteranno solo del 2%. Questa programmazione rimane fortemente dipendente dalle tariffe ravvicinate del secondo trimestre, dai prezzi di H2, dall’assenza di eventi di sicurezza e da nessuno sviluppo negativo della Brexit in H2. “

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.