Ryanair potrebbe “cadere in piedi” e le altre….



E’ di queste ore l’annuncio di un portavoce di Stelios Haji Ioannou, che easyJet, dovrebbe tagliare 100 aerei su 350, come prima misura alla sua ripartenza dopo il Covid-19, Oltre a cancellare, il mega ordine piazzato a suo tempo alla Airbus per molti aerei di nuova costruzione. Wizzair, da parte sua non ha annunciato altro, che tagliare i salari ai top managers per 5 settimane. Nulla su flotta ed ordine alla Airbus. Come andrà per Ryanair e le altre…

Ryanair e’ in leggero vantaggio, perché la sua flotta seppur più grande di Wizzair e easyJet, e’ stata recentemente sovra sfruttata, ciò a causa della mancata consegna di oramai una cinquantina o più di Boeing 737MAX8-200. Oltre ad aver visto in uscita una decina di aerei B737/800, già precedentemente pianificati con operatori che li avevano acquisiti. L’ordine con Boeing per 200 aerei e’ ancora in piedi, ma l’aereo di fatto non può al momento tornare a volare. E lo sarà ancora per un po’. Questo è’ un fattore di estremo vantaggio, a differenza dei due concorrenti, che hanno in essere ordini con Airbus e dovranno scendere a patti per ridurli o cancellarli, come vorrebbe fare l’azionista e fondatore del vettore inglese. Per Ryanair questa preoccupazione a breve non c’è’. Quindi è’ pronta a ripartire con l’attuale flotta, sicuramente decurtata agli inizi, ma non ha l’assillo di trattative da intavolare con un costruttore. Peraltro Boeing ha “le sue gatte da pelare” con i clienti da risarcire, che ora hanno altro da dover pensare e magari l’impasse del 737MAX viene a giusto caso.

Dopo le tre grandi, e’ il caso invece di: Norwegian, Volotea, Jet2, Transavia, Vueling ed Eurowings. Sono volutamente posizionate, perché le prime tre potrebbero essere tutte a rischio, le altre invece fanno parte di grossi gruppi di legacy carriers.

Norwegian e’ alla ricerca disperata di denaro per sopravvivere, Volotea e’ silente, ha una flotta che potrà essere decurtata, togliendo i B717/200 alla ripartenza, andando moderatamente sugli A319 pagandoli pure meno di quello che e’ il loro canone mensile. Grazie al fatto importante, di aerei a terra ve ne saranno tanti e tutti in cerca di un nuovo vettore. Oppure andranno allo sfascio. Jet2.com e’ legata principalmente al mercato leisure inglese. Quest’estate sarà l’ultima con la Brexit non operativa. Poi si vedrà.

Rimangono Transavia, Vueling e la Eurowings. Tutte espressioni budget rispettivamente di Air France – KLM, IAG e Lufthansa Group. Sempre che questi gruppi vivano con le stesse posizioni come alleati. Rumors dicono, che in tutte e tre le case vi siano liti interne, non fatte trasparire all’esterno e le stesse potrebbero portare e grandi novità, forse a breve.

Insomma, nonostante che per Ryanair prima di fine maggio non si farà nulla, tutto fermo, come ha scritto oggi ai suoi passeggeri che avevano già comprato in anticipo i biglietti. Ryanair e’ la meglio posizionata di tutte, perché ha forte liquidità e non ha da intavolare accordi forse onerosi, come nel caso dei suoi più importanti competitor. Un altra volta Michael O’Leary e’ al passo con i tempi, anche forse con un po’ di fortuna. Ma ci vuole anche quella.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.