JetBlue registra una perdita ante imposte rettificata di $ 754 milioni

il

JetBlue Airways Corporation ha riportato oggi i suoi risultati per il secondo trimestre 2020:

Perdita GAAP dichiarata per azione di ($ 1,18) nel secondo trimestre 2020 rispetto a un utile diluito per azione di $ 0,59 nel secondo trimestre del 2019. La perdita rettificata per azione è stata ($ 2,02) (1) nel secondo trimestre 2020 rispetto a quella rettificata utile diluito per azione di $ 0,60 (1) nel secondo trimestre del 2019. La nota A di questo comunicato sugli utili include la riconciliazione da GAAP a non GAAP tra l’utile diluito riportato e rettificato per azione.
Perdita al lordo delle imposte di GAAP di ($ 450) milioni nel secondo trimestre 2020, rispetto a un reddito ante imposte di $ 236 milioni nel secondo trimestre del 2019. Escludendo le voci una tantum, perdita ante imposte rettificata di ($ 754) milioni (1) nel secondo trimestre 2020 rispetto al reddito ante imposte rettificato di $ 238 milioni (1) nel secondo trimestre del 2019.

Aspetti operativi del secondo trimestre

Le entrate del secondo trimestre 2020 sono diminuite del 90% su base annua a causa dell’impatto di COVID-19. I volumi di traffico e i rendimenti sono migliorati in maggio e giugno da una depressione di aprile.
Riduzione della capacità del secondo trimestre 2020 dell’85% su base annua a seguito di un’azione aggressiva per mitigare il cash burn.
Le spese operative sono diminuite del 66% anno su anno. Escludendo le voci speciali, le spese operative adeguate (1) sono diminuite del 50% su base annua. Abbiamo ridotto con successo i nostri costi del secondo trimestre di oltre $ 900 milioni, guidati da riduzioni dei costi variabili attraverso tagli di capacità e riduzioni dei costi fissi raggiunti adeguando i programmi di lavoro ove possibile ed eliminando la spesa discrezionale.

Stato patrimoniale e liquidità

JetBlue ha chiuso il secondo trimestre con circa $ 2,9 miliardi in contanti, equivalenti in contanti e investimenti a breve termine, pari al 36% delle entrate del 2019. Compresi i proventi PSP CARES Act, la nostra liquidità era di $ 3,4 miliardi alla fine del secondo trimestre 2020, ovvero il 42% delle entrate del 2019.
JetBlue ha rimborsato $ 78 milioni in obbligazioni di leasing finanziario e debito regolarmente programmate durante il secondo trimestre del 2020.
JetBlue ha adottato le seguenti misure nel secondo trimestre per gestire la liquidità:
Raccolti $ 750 milioni con un prestito a termine garantito.
Ha eseguito circa $ 120 milioni in operazioni di leasing di vendita e ha stipulato un accordo vincolante per tre transazioni di leasing di vendita aggiuntive per le consegne in arrivo. Inoltre, abbiamo stipulato altri due accordi vincolanti di vendita-locazione per aeromobili già esistenti nella nostra flotta.
Ha ottenuto significativi risparmi sui costi variabili e fissi attraverso riduzioni di capacità aggressive e programmi di lavoro adeguati.
Risorse riassegnate per acquisire opportunità di generazione di cassa tattiche a breve termine.
A seguito delle azioni intraprese, l’incasso di cassa giornaliero medio di JetBlue a maggio è stato di $ 9 milioni contro le sue aspettative precedenti per poco meno di $ 10 milioni. L’incasso medio giornaliero di contanti nel secondo trimestre è stato di $ 9,5 milioni rispetto alle sue aspettative precedenti per $ 11 milioni e l’ustione giornaliera di contanti alla fine di giugno era di poco inferiore a $ 8 milioni. JetBlue continua a prevedere un consumo medio giornaliero di contanti nel terzo trimestre per un intervallo compreso tra $ 7 e $ 9 milioni.

Spese di carburante e copertura

Il prezzo del carburante realizzato nel trimestre è stato di $ 0,96 al gallone, un calo del 55% rispetto al secondo trimestre 2019 del prezzo del carburante realizzato di $ 2,16.

JetBlue ha stipulato contratti derivati ​​su carburante a termine per coprire il proprio consumo di carburante per il terzo e il quarto trimestre del 2020. Sulla base della curva forward del 17 luglio, JetBlue prevede un prezzo medio all-in per gallone di carburante di $ 1,24 nel terzo trimestre del 2020.

Il nostro piano di recupero e le azioni intraprese per posizionare JetBlue per il successo futuro

“Negli ultimi 20 anni siamo riusciti contro le probabilità e crediamo fermamente che stiamo gettando le basi e riposizionando JetBlue per uscire da questa crisi storica come un giocatore più forte e globale negli anni a venire”, ha affermato Robin Hayes, Amministratore delegato di JetBlue.

“Negli ultimi due mesi, abbiamo compiuto progressi nel ridurre la nostra liquidità e siamo stati rapidi nel ridimensionare le nostre operazioni nell’ambiente molto dinamico della domanda. Mentre la domanda è migliorata materialmente dai minimi che abbiamo visto in aprile, le prenotazioni rimangono instabili e restiamo concentrati sull’affrontare le tendenze in evoluzione mentre progrediamo durante l’estate.

Mentre ci muoviamo verso la ripresa, abbiamo creato un framework in tre fasi per impostare JetBlue per il successo ed emergere più forte. Il primo è quello di ridurre la nostra liquidità. Il secondo passo è ricostruire i nostri margini. Il terzo e ultimo passo è riparare il nostro bilancio.

Siamo stati agili e gestiti a breve termine con un senso di urgenza, per ridurre la nostra liquidità e aumentare la liquidità. Siamo fiduciosi che le nostre azioni per proteggere la salute e la sicurezza dei nostri clienti e membri dell’equipaggio, i cambiamenti della nostra rete e l’attenzione ai costi ci aiuteranno a ricostruire i nostri margini più rapidamente. ”

Piano d’azione, entrate e capacità

“Siamo focalizzati sul laser nella gestione dell’ambiente attuale di scarsa domanda”, ha dichiarato Joanna Geraghty, Presidente e Chief Operating Officer di JetBlue. “A breve termine, abbiamo aggiunto voli tattici punto-punto, rispondendo a una domanda non soddisfatta nei mercati del tempo libero e dei VFR e supportando i nostri sforzi di generazione di liquidità. A lungo termine, le nostre azioni ci aiutano a consolidare la nostra strategia di rete per migliorare la nostra posizione nelle nostre Focus Cities. Stiamo sfruttando le opportunità uniche presentate dalla pandemia per permetterci di ricostruire i nostri margini quando la domanda ritorna.

I volumi sono aumentati da quando la domanda ha toccato il fondo in aprile e durante il secondo trimestre le nostre entrate hanno ampiamente seguito le nostre previsioni di recupero a forma di L. Prevediamo che le tendenze della domanda continueranno a essere volatili e la ripresa non sarà lineare. Data la delicatezza della domanda, continueremo ad adottare un approccio conservativo nella pianificazione della capacità e nella previsione delle entrate.

Poiché vediamo che le tendenze delle prenotazioni iniziano a migliorare dopo il minimo in aprile, riteniamo che la capacità aprirà la strada alla domanda e al recupero delle entrate. Detto questo, i nostri criteri guida sono la generazione di cassa e continueremo a essere agili nel reagire ai cambiamenti nelle tendenze della domanda. ”

Performance dei costi e Outlook

“Continuiamo a gestire attraverso questo ambiente fluido con un focus a breve termine sulla conservazione della liquidità. Altrettanto importante, stiamo posizionando JetBlue per prosperare mentre emergiamo dalla pandemia “, ha affermato Steve Priest, Chief Financial Officer di JetBlue.

“Il mese scorso abbiamo raccolto circa $ 750 milioni con un nuovo prestito a termine garantito dalle slot JFK, LaGuardia e Washington Reagan, nonché dal nostro marchio JetBlue. Abbiamo anche stipulato transazioni di vendita-locazione che hanno raccolto quasi $ 120 milioni nel trimestre. La nostra liquidità era pari a $ 3,4 miliardi alla fine di giugno, ovvero al 42% delle nostre entrate del 2019.

La nostra rendita giornaliera in contanti è migliorata ogni mese da aprile, a meno di $ 8 milioni alla fine di giugno. Il miglioramento durante il trimestre è derivato principalmente dai nostri sforzi per gestire la capacità, ridurre la nostra base di costi e gestire i termini di pagamento. I miglioramenti nell’andamento dei ricavi nel corso del trimestre hanno anche contribuito ai nostri progressi nel cash burn.

Esaminando il terzo trimestre, continuiamo a stimare la nostra liquidità giornaliera tra $ 7 e $ 9 milioni, principalmente guidata da una continuazione del nostro lavoro per ridurre la nostra base di costi e dalle azioni di capacità per rispondere ai cambiamenti della domanda. Il fatto che rientriamo nell’intervallo dipenderà dall’ambiente delle entrate durante il terzo trimestre. “

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.