TTG Travel Experience: Il trasporto aereo e’ succube dalle decisioni dei governi

il

L’incontro al TTG Travel Experience

All’incontro sulle compagnie aeree tenutosi ieri al TTG Travel Experience, e’ stato unanime da parte dei relatori il pensiero su come le decisioni dei Governi mondiali stanno condizionando l’andamento incerto del trasporto aereo.

Steffen Weinstock per Lufthansa

Sia Steffen Weinstock – direttore per Italia e Malta di Lufthansa, Flavio Ghiringhelli – general manager Italia di Emirates, Valeria Rebasti – commercial manager South Eastern Europe di Volotea e Renato Scaffidi – country manager Italia Air Europa; tutti sono concordi sul fatto che e’ difficile lavorare e stare sul mercato in questa situazione. Specie dopo la timida ripresa estiva, l’autunno e inverno in arrivo sono caratterizzati da una volontà di acquisto da parte del mercato oramai ridotto al sottodata, anche entro una settimana.

Le domande di Remo Vangelista sono state precise per cercare di capire lo stato dell’arte di come si trova oggi il trasporto aereo colpito pesantemente dal Covid-19.

Come da noi anticipato, il mercato e’ ora composto da poco business, molto leisure durante l’estate e dove possibile i city breaks ove e’ possibile. Oltre ai VFR, cioè chi viaggia per ragioni di incontri famigliari a distanza.

Flavio Ghiringhelli di Emirates

Emerge sempre di più ed e’ Flavio Ghiringhelli di Emirates a manifestarlo, che i numeri sui loro voli sono attorno alle 60-70 unità trasportate a volo su un B777-300ER, il resto e’ tutto trasporto merci di ogni tipologia. L’aereo viene completamente riempito in volume o limite di peso trasportabile in qualsiasi volo.

Valeria Rebasti di Volotea

Valeria Rebasti di Volotea sottolinea la situazione del vettore, che vede aerei in certi casi riempirsi solo pochi giorni prima. Ma pure questa condizione non si verifica, forzandoli a effettuare conseguenti rimozioni di voli pianificati per scarsi riempimenti.

Renato Scaffidi Air Europa

Renato Scaffidi ha puntato sul canale di vendita agenziale, che vede per Air Europa una prevalenza sulla percentuale dell’emissione dei biglietti. Diversamente per Gruppo Lufthansa, Volotea e Emirates hanno nel canale web come l’attuale principale sorgente di vendite.

Altro unanime coro di dichiarazioni, e’ sul fatto degli operativi che spesso e’ difficile da adattare alla necessità del mercato. E’ diverso per Volotea che non lavorando in logica di hub e legacy, e’ riuscita a cambiare il modello dei voli cancellando gli internazionali e spostandosi sui nazionali.

Altro unanime pensiero, e’ il fatto di cercare di andare sulla direzione di operare con passeggeri a bordo, che abbiano subito un tampone prima della partenza. Questa condizione sarebbe secondo i relatori una migliore tranquillità e comfort di viaggio. E permetterebbe anche la rimozione di certe restrizioni emesse attualmente dai governi.

Incerto per il futuro, a parere di tutti, il fattore quando si ritornerà a regime rispetto al passato. In pochi mesi siamo passati dal 2022 al 2024. In poche settimane le date vengono sistematicamente posticipate in avanti.

E’ opinione comune, che le flotte nel futuro non saranno numericamente similari, questo rispetto ai volumi ante covid-19. Sia Air Europa, Lufthansa e Emirates hanno messo a terra, anche definitivamente, degli aerei.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.