Cotswold: un B747-400 ex British Airways diventa un cinema o spazio per eventi

il

British Airways B747 in Negus livery

Lo riporta Business Traveller UK che il Boeing 747-446 ex British Airways G-CIVB con la colorazione “#Negus” a #Cotswold diventerà un #cinema oppure uno spazio a disposizione per essere noleggiato a terzi per eventi.

Più precisamente, sarà impiegato per un disparato novero di attività. Infatti non sarà solo disponibile meramente per un attività a sfondi economici, noleggiandolo per eventi di vario tipo. Bensì, lo scalo inglese lo destinerà anche all’attività ludico e istruzionale quale per le #scuole.

L’aereo poitrebbe essere disponibile già dalla prossima primavera. Il tutto sarà in relazione all’esito della raccolta dei fondi necessari alla realizzazione del progetto. I ritorni economici originati dalle future attività saranno utilizzate per l’aeroporto, oltre a attività caritatevoli.

In una dichiarazione rilasciata da Sean Doyle – CEO della British Airways – “È stato con grande tristezza che abbiamo ritirato i nostri due ultimi 747 con base a Heathrow all’inizio di questo mese, quindi siamo contenti che l’aeroporto di Cotswold sia in grado di dare a uno di questi aerei una nuova casa e una nuova prospettiva di vita.
“Il 747 e la livrea Negus sono un’icona nel passato di British Airways e speriamo che la gente del posto e i visitatori apprezzeranno vedere questo pezzo di storia per gli anni a venire”.
British Airways ha salutato l’ultimo della sua flotta B747 Heathrow all’inizio di questo mese, a seguito della decisione di luglio di ritirare l’aereo jumbo a seguito della pandemia Covid-19.
L’aereo G-CIVB è entrato nella flotta British Airways il 15 febbraio 1994 e ha operato un totale di 13.398 voli su quasi 60 milioni di miglia. Il suo ultimo volo passeggeri è stato da Miami a Heathrow il 6 aprile 2020.

E’ finalmente la felice fine per un aereo, che oltre a trasportare passeggeri, è una pietra miliare per il trasporto aereo. E’ stato quindi evitato che questo aeromobile venisse demolito e ridotto a un ammasso di parti da riciclare o destinare all’industria delle lattine.

Foto: Business Traveller UK

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.