United lancia l’assistente virtuale on demand all’aeroporto

il

I passeggeri di United avranno presto accesso al servizio clienti virtuale on demand presso gli hub della compagnia aerea, offrendo alle persone un’opzione facile e senza contatto per ottenere informazioni e supporto in tempo reale.

I clienti possono accedere ad “Agent on Demand” su qualsiasi dispositivo mobile per chiamare, inviare messaggi di testo o chat video in diretta con un agente e ottenere risposte su tutto, dall’assegnazione dei posti agli orari di imbarco.

(PRNewsfoto/United Airlines)

Agent on Demand è attualmente disponibile presso gli aeroporti internazionali di Chicago O’Hare e George Bush di Houston e arriverà negli hub di United entro la fine dell’anno.

Ecco come funziona:

I clienti possono scansionare un codice QR visualizzato sulla segnaletica negli aeroporti hub di United o accedere alla piattaforma tramite chioschi self-service in aree di gate selezionate negli aeroporti internazionali di Chicago O’Hare e Denver. Da lì, i clienti saranno collegati a un agente tramite telefono, chat o video, in base alle loro preferenze. I clienti possono porre qualsiasi domanda che normalmente indirizzerebbero a un agente di gate, comprese domande su assegnazioni di posti, upgrade, lista di attesa, stato del volo, cambio di prenotazione e altro ancora. Agent on Demand offre un ulteriore livello di comodità ai clienti, che ora possono facilmente connettersi con un agente da qualsiasi punto dell’aeroporto invece di aspettare in fila al gate. Inoltre, la funzionalità di traduzione è integrata nella funzione di chat, consentendo ai clienti di comunicare con gli agenti in più di 100 lingue. I clienti possono digitare nella loro lingua preferita ei messaggi verranno automaticamente trascritti in inglese per gli agenti e nella lingua selezionata per il cliente.

United è stata la prima compagnia aerea a lanciare questa tecnologia, che consente a una varietà di agenti United di rispondere alle richieste, dando agli agenti di gate più tempo per fornire un servizio di assistenza ai clienti e completare altre attività critiche prima della partenza. Agent on Demand è l’ultima di molte nuove tecnologie che la compagnia aerea ha introdotto per creare un’esperienza più sicura e fluida per i clienti. United ha recentemente riprogettato la sua app mobile con nuovi miglioramenti intesi a rendere più facile il viaggio per le persone con disabilità visive, ha introdotto avvisi di testo per i passeggeri in standby e elenchi di aggiornamento per ridurre l’interazione da persona a persona e ha lanciato una nuova funzione di chat per offrire ai clienti un contatto senza contatto possibilità di avere accesso immediato alle informazioni sulle procedure di pulizia e sicurezza.

Un’esperienza di viaggio più sicura: United CleanPlusSM Dall’inizio della pandemia, United è stata leader nell’attuazione di nuove politiche e innovazioni progettate per mantenere i dipendenti e i passeggeri più al sicuro durante i viaggi. È stata la prima compagnia aerea statunitense a imporre maschere per gli assistenti di volo, seguendola rapidamente con tutti i clienti e i dipendenti.

United è stata anche tra i primi vettori statunitensi ad annunciare che non avrebbe permesso ai clienti che si rifiutavano di rispettare la politica sulla maschera obbligatoria della compagnia aerea di volare con loro mentre la politica sulla maschera facciale è in vigore. United è stata anche la prima compagnia aerea statunitense a implementare il check-in touchless per i clienti con bagagli e la prima a richiedere ai passeggeri di effettuare una valutazione sanitaria online prima di partire.

United sta applicando Zoono Microbe Shield, un rivestimento antimicrobico registrato EPA che forma un legame duraturo con le superfici e inibisce la crescita dei microbi, all’intera linea principale e alla flotta espressa prima della fine dell’anno. L’ultima ricerca, compreso un recente studio condotto dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, mostra che il rischio di esposizione al COVID-19 a bordo degli aerei United è quasi pari a zero a causa degli avanzati sistemi di filtraggio dell’aria della compagnia aerea, della politica delle maschere obbligatorie e dei protocolli di pulizia diligenti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.