DLR utilizzerà il servizio Airbus Bartolomeo per la prima verifica in orbita degli orologi laser ottici

il

La missione COMPASSO del Centro aerospaziale tedesco di volare sulla nuova piattaforma esterna ISS Bartolomeo dalla fine del 2024

Orologi laser-ottici altamente stabili sono fondamentali per una migliore navigazione satellitare e collegamenti inter-satellitari

@DLR_en @Space_Station @ISS_Research @AirbusSpace @esaspaceflight #Bartolomeo #ISS #SpaceMatters

Il Galileo Competence Center del German Aerospace Center (DLR-GK) e Airbus hanno firmato un contratto da € 16,8 milioni per ospitare la missione COMPASSO di DLR sulla piattaforma Bartolomeo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) .

COMPASSO sarà la prima verifica in orbita di orologi laser ottici compatti e altamente stabili. Tramite un collegamento ottico bidirezionale, questi orologi vengono confrontati e sincronizzati con orologi altamente stabili sulla Terra.

Inoltre, il collegamento ottico tra la ISS e la stazione di terra viene utilizzato per valutare l’influenza della turbolenza atmosferica sulla frequenza e sul trasferimento del tempo. In combinazione con i collegamenti ottici, gli orologi ottici altamente stabili sono di particolare interesse per le future generazioni di sistemi di navigazione satellitare, come Galileo, e la base per le nuove architetture dei sistemi globali di navigazione satellitare (GNSS), come il concetto Kepler sviluppato presso DLR. In combinazione con il controllo di ulteriori parametri, come l’accuratezza nella determinazione dell’orbita e la modellazione dell’atmosfera, è possibile ottenere una maggiore precisione nella determinazione della posizione sulla Terra riducendo allo stesso tempo la complessità e le dimensioni del segmento di terra.

“Oltre alle applicazioni di posizionamento satellitare, la frequenza di riferimento sviluppata in COMPASSO è una sorgente di luce altamente stabile ed estremamente coerente per l’interferometria laser inter-satellite”, ha affermato Hansjoerg Dittus, membro del consiglio di amministrazione di DLR. “Questo è di notevole interesse per le missioni di osservazione della Terra come il follow-on Gravity Recovery e Climate Experiment, GRACE-FO, o missioni scientifiche come il Laser Interferometer Space Antenna LISA”.

Il lancio della missione COMPASSO da 200 kg è previsto per la fine del 2024 e occuperà un doppio slot sulla piattaforma Bartolomeo. Al termine della missione di 18 mesi, i componenti del carico utile verranno restituiti sulla Terra.

“COMPASSO verrà montato su un ArgUS Carrier dedicato, una piastra adattatore originariamente progettata per trasportare diversi carichi utili più piccoli in uno scenario di ride-share”, ha affermato Andreas Hammer, Head of Space Exploration di Airbus. “È fantastico che con questa soluzione di servizio su misura, siamo stati anche in grado di offrire a DLR-GK una base ideale per i loro esperimenti COMPASSO.”

Il DLR Galileo Competence Center (DLR-GK) è responsabile della gestione del progetto COMPASSO e funge sia da amministrazione aggiudicatrice che da autorità tecnica. Coordina gli istituti DLR e i fornitori esterni che sviluppano i sottosistemi COMPASSO, inclusi i software di bordo e di terra. DLR-GK si trova presso la sede DLR a Oberpfaffenhofen.

Per la missione COMPASSO, Airbus fornisce una combinazione specifica di servizi su misura per le esigenze del cliente, combinando l’esperienza di sistema del team di Airbus Bremen e l’esperienza ingegneristica del team di Friedrichshafen in Airbus, per realizzare carichi utili complessi per la ISS. Airbus non solo fornisce il servizio Bartolomeo, che include il lancio del carico, l’installazione, le operazioni e la restituzione, ma fornisce anche l’ArgUS Multi-Payload Carrier su misura ed è responsabile dell’ingegneria dei sistemi e delle attività di assemblaggio e integrazione.

La piattaforma Bartolomeo di Airbus è stata lanciata e attaccata roboticamente al modulo ISS Columbus nel 2020. Dopo il collegamento finale del cablaggio, che richiede attività extraveicolare (EVA), la piattaforma sarà pronta per la sua messa in servizio nello spazio nelle prossime settimane.

Bartolomeo è un investimento di Airbus nell’infrastruttura della ISS, che consente di ospitare fino a dodici carichi utili esterni nell’ambiente spaziale, offrendo opportunità uniche per missioni di dimostrazione e verifica in orbita. È gestito in collaborazione tra Airbus, ESA, NASA e ISS National Laboratory. Bartolomeo è adatto a molti tipi di missioni, tra cui l’osservazione della Terra, la ricerca ambientale e climatica, la robotica, le scienze dei materiali e l’astrofisica. Fornisce funzionalità di hosting del carico utile ricercate per clienti e ricercatori per testare le tecnologie spaziali, verificare nuovi approcci al business spaziale, condurre esperimenti scientifici in microgravità o ricercare tecniche di produzione nello spazio.

La sistemazione del carico utile consente slot per un’ampia gamma di massa del carico utile, da 5 a 450 kg, e un inviluppo di dimensioni fino a circa 1m³. Per i carichi più piccoli, Airbus ha sviluppato ArgUS Multi-Payload Carrier, una soluzione di condivisione del viaggio che consente l’hosting di diversi carichi utili su una piastra adattatore fissata in uno slot di carico utile. Questi carichi utili possono essere piccoli come 3U, cioè all’incirca le dimensioni di una scatola da scarpe (1U = 10x10x10cm³).

Come evoluzione della piattaforma, Airbus lo farà

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.