Norwegian Cruise Line Holdings riporta i risultati finanziari del primo trimestre 2021 e fornisce aggiornamenti aziendali

il

Norwegian Bliss Architectural Rendering


Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. (NYSE: NCLH) (insieme a NCL Corporation Ltd., “Norwegian Cruise Line Holdings”, “Norwegian” o “Società”) ha riportato oggi i risultati finanziari per la primo trimestre chiuso il 31 marzo 2021 e fornito un aggiornamento aziendale.
“Oltre un anno dopo la sospensione globale iniziale dei viaggi in crociera, siamo lieti di aver annunciato il nostro programma Great Cruise Comeback che inizia con i viaggi provenienti da porti internazionali. I nostri team hanno lavorato instancabilmente e hanno arruolato la guida dei migliori funzionari della sanità pubblica ed esperti scientifici per sviluppare il nostro solido programma di salute e sicurezza SailSAFETM, supportato dalla scienza, che combina la vaccinazione obbligatoria di tutti gli ospiti e dell’equipaggio con rigorose misure preventive tra cui il test universale COVID-19 . Con il nostro programma SailSAFE crediamo di poter fornire un’esperienza unica, sicura e salutare che supera tutte le altre opzioni di vacanza disponibili a terra o in mare “, ha affermato Frank Del Rio, presidente e amministratore delegato di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd.” Per quanto riguarda il ripresa delle crociere dagli Stati Uniti, continuiamo a dialogare con i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Il nostro team sta lavorando alla guida tecnica emessa e modificata di recente per la quale sono necessari ulteriori chiarimenti su come l’incorporazione dei requisiti dei vaccini influenzi il Conditional Sail Order e il nostro percorso futuro. “
Salute e sicurezza
La Società si impegna a proteggere la salute e la sicurezza dei suoi ospiti, dell’equipaggio e delle comunità visitate e ha sviluppato SailSAFE, un solido programma di salute e sicurezza supportato dalla scienza che crea più livelli di protezione contro COVID-19. Il programma di salute e sicurezza SailSAFE è informato dalla guida di esperti del Healthy Sail Panel (“HSP”) e del SailSAFE Global Health and Wellness Council (“Council”) della società. Tutti i viaggi iniziali opereranno con ospiti ed equipaggio completamente vaccinati oltre ai protocolli SailSAFE completi, che includono test COVID-19 universali prima dell’imbarco. Queste misure saranno continuamente perfezionate con l’evoluzione della scienza, della tecnologia e della conoscenza di COVID-19.
La Società ha inoltre ampliato ulteriormente la propria profondità e ampiezza di esperti con la formazione del suo SailSAFE Global Health and Wellness Council, composto da sei esperti in prima linea nei loro campi e guidato dal Presidente Dr.Scott Gottlieb, ex Commissario degli Stati Uniti Food and Drug Amministrazione e Co-Presidente dell’HSP. Il lavoro del Consiglio integrerà l’iniziativa HSP e si concentrerà sull’attuazione, la conformità e il miglioramento continuo dei protocolli di salute e sicurezza in tutte le operazioni della Società. Per ulteriori informazioni, comprese le biografie complete del SailSAFE Global Health and Wellness Council, visitare: SailSAFE Global Health and Wellness Council.
Per ulteriori informazioni sul programma di salute e sicurezza SailSAFE della società, visitare: http://www.nclhltd.com/Health-and-Safety.

Ripresa delle operazioni di crociera

Il 6 aprile 2021, la Compagnia ha svelato il suo duplice piano per il tanto atteso ritorno alle crociere all’interno e all’esterno degli Stati Uniti quest’estate. La Compagnia ha annunciato la sua ripresa graduale della crociera per i viaggi con imbarco al di fuori degli Stati Uniti attraverso i suoi tre marchi, che includono:

Norwegian Cruise Line – Norwegian Cruise Line offrirà inizialmente crociere di sette giorni verso le isole greche sulla Norwegian Jade da Atene (Pireo), Grecia a partire dal 25 luglio 2021, e itinerari nei Caraibi di sette giorni con partenza da Montego Bay, Giamaica a partire dal 7 agosto , 2021 su Norwegian Joy e da La Romana, Repubblica Dominicana su Norwegian Gem a partire dal 15 agosto 2021. A partire da settembre, Norwegian Cruise Line offrirà viaggi nel Mediterraneo con partenza da Barcellona e Roma (Civitavecchia) su Norwegian Epic e Norwegian Getaway.
Oceania Cruises – Oceania Cruises riprenderà le operazioni di crociera con Marina ad agosto, riprendendo il suo programma di viaggio originariamente pubblicato a partire dal 29 agosto 2021 a Copenaghen.
Regent Seven Seas Cruises- Regent Seven Seas Cruises tornerà a navigare con Seven Seas Splendor in crociera dal Regno Unito a partire dall’11 settembre 2021. Il viaggio segnerà anche la ripresa della stagione inaugurale di Seven Seas Splendor, con la nave che ha completato solo due crociere con ospiti dopo essere stati battezzati nel febbraio 2020.
Parallelamente, la Società ha presentato una proposta ai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (“CDC”) il 5 aprile 2021, delineando il suo piano per riprendere la crociera dai porti degli Stati Uniti a partire dal 4 luglio e chiedendo al CDC di revocare il Conditional Sail Order ( “CSO”). Il piano completo della Società è coerente con la guida di viaggio aggiornata del CDC per una popolazione di bordo completamente vaccinata e include il programma di salute e sicurezza SailSAFE a più livelli della Società che si estende ben oltre i protocolli dei settori dei viaggi, del tempo libero e dell’ospitalità, che hanno già tutti riaperto. La Società crede fermamente che richiedendo vaccinazioni obbligatorie per tutti gli ospiti e l’equipaggio durante i viaggi iniziali, oltre a protocolli preventivi completi, il piano superi l’intento del CSO del CDC e accelererebbe il percorso per riprendere la crociera consentendo al CDC di riallocare le risorse alle priorità di salute pubblica concorrenti. La Società rimane attivamente impegnata nelle discussioni con il CDC in merito alle linee guida tecniche recentemente emesse e modificate e all’incorporazione dei vaccini nel CSO. Con il passare del tempo prezioso, dato il tempo necessario per alzare una nave e la necessità di un accordo accettabile e definitivo con il CDC, un potenziale riavvio di metà estate dai porti statunitensi potrebbe essere a rischio.

Ambiente di prenotazione e prospettive

Le prenotazioni sono state forti per i periodi futuri, determinando una finestra di prenotazione allungata poiché gli ospiti prenotano ulteriormente nel futuro, nonostante la riduzione degli investimenti in vendite e marketing e un settore delle agenzie di viaggio che non è stato al completo per mesi. Durante il primo trimestre 2021, le prenotazioni complessive, al netto delle cancellazioni, sono state più del doppio dei volumi nel trimestre precedente.

Le tendenze delle prenotazioni e dei prezzi per il 2022 sono molto positive, guidate da una forte domanda repressa. La Società sta sperimentando una robusta domanda futura per tutti i marchi con la posizione complessiva cumulativa prenotata per la prima metà del 2022 significativamente prima dei livelli record del 2019 con prezzi più alti se si esclude l’impatto diluitivo dei futuri crediti di crociera (“FCC”).

Al 31 marzo 2021, la Società aveva $ 1,3 miliardi di vendite anticipate di biglietti, inclusa la parte a lungo termine della vendita anticipata di biglietti, che include circa $ 0,85 miliardi di FCC.

Liquidità e piano d’azione finanziario

La Società continua ad adottare misure proattive sul proprio piano d’azione finanziario per conservare la liquidità, controllare le spese operative e in conto capitale, migliorare il proprio profilo di scadenza del debito e garantire capitale aggiuntivo. Al 31 marzo 2021, la posizione debitoria totale della Società era di $ 12,2 miliardi e la liquidità e mezzi equivalenti della Società era di $ 3,5 miliardi.

La Società ha intrapreso le seguenti azioni aggiuntive per migliorare la propria liquidità dal 31 dicembre 2020:

Raccolto circa $ 1,6 miliardi, al netto delle commissioni di sottoscrizione, con un’offerta di azioni ordinarie di circa 53 milioni di azioni ordinarie nel marzo 2021. Circa $ 1 miliardo di proventi sono stati utilizzati per riacquistare le obbligazioni scambiabili L Catterton con scadenza 2026. Questo riacquisto ha permesso alla Società di ridurre il debito e futuri interessi passivi generando una liquidità incrementale di circa $ 530 milioni con una diluizione aggiuntiva limitata, poiché la stragrande maggioranza delle azioni emesse era già riservata alle note di L Catterton.
Emessi $ 1,1 miliardi di titoli senior non garantiti costituiti da $ 575 milioni di 5,875% titoli senior non garantiti con scadenza 2026 (aggiunta a $ 850 milioni offerta a dicembre 2020) e $ 525 milioni di 6,125% titoli senior non garantiti con scadenza 2028. I proventi sono stati utilizzati in parte per intero rimborsare le linee di credito della Norwegian Jewel e della Pride of America che dovevano maturare nel 2022 e che hanno generato circa 650 milioni di dollari di liquidità incrementale.
Modificati tutti i contratti di credito sostenuti dall’agenzia di credito all’esportazione per differire circa $ 680 milioni di pagamenti di ammortamento fino al 31 marzo 2022 e garantite deroghe e sospensioni ai patti fino al 31 dicembre 2022.
Rinviati alcuni pagamenti relativi a nuove costruzioni per circa 270 milioni di euro fino al 30 giugno 2022.
Modificata la Senior Secured Credit Facility per differire circa $ 70 milioni di determinati pagamenti di ammortamento dovuti prima del 30 giugno 2022 e sospendere la verifica di alcune clausole finanziarie fino al 31 dicembre 2022.
Il consumo di cassa medio mensile della Società per il primo trimestre 2021 era in linea con le indicazioni precedenti di circa $ 190 milioni, o circa $ 170 milioni al mese esclusi i costi di modifica del debito non ricorrenti precedentemente divulgati. La Società ha pagato circa $ 50 milioni di costi e commissioni una tantum di differimento e modifica del debito nel primo trimestre del 2021 a seguito di rinvii del debito e rinunce e sospensioni di covenant, che combinati con le estensioni di pagamento di nuova costruzione, hanno portato a circa $ 1 miliardo di liquidità aggiuntiva fino al primo trimestre 2022.

Per il secondo trimestre del 2021, la Società prevede che il tasso medio di cash burn sarà di circa $ 190 milioni al mese, poiché si prepara per un ritorno in servizio questa estate.

I tassi di cash burn includono le spese operative correnti della nave, le spese operative amministrative, gli interessi passivi, le tasse, le commissioni di differimento del debito e le spese in conto capitale previste per le non nuove costruzioni ed escludono i rimborsi in contanti dei depositi dei clienti, nonché i flussi di cassa in entrata da prenotazioni nuove ed esistenti, le spese in conto capitale relative alle nuove costruzioni e altre variazioni del capitale circolante. Le stime future del tasso di cash burn escludono anche le spese impreviste. Il tasso di cash burn del primo trimestre 2021 e la stima del secondo trimestre 2021 riflettono anche il differimento dell’ammortamento del debito e dei pagamenti relativi alle nuove costruzioni.

“Abbiamo completato diverse transazioni strategiche sui mercati dei capitali nel trimestre, raccogliendo oltre 1 miliardo di dollari di liquidità incrementale ed estendendo ulteriormente il nostro profilo di scadenza del debito. Ciò includeva il riacquisto opportunistico delle obbligazioni scambiabili senior L Catterton che ci ha permesso di gestire in modo proattivo il nostro bilancio, ridurre il debito e sbloccare valore aggiuntivo per i nostri azionisti “, ha affermato Mark A. Kempa, vicepresidente esecutivo e direttore finanziario di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. “Mentre ci prepariamo per la nostra imminente ripresa delle crociere quest’estate, continueremo a bilanciare le nostre esigenze di cassa per massimizzare la flessibilità finanziaria e posizionarci bene per un periodo di ripresa prolungato”.

Risultati primo trimestre 2021

La perdita netta GAAP è stata di $ (1,4) miliardi o EPS di $ (4,16) rispetto alla perdita netta di $ (1,9) miliardi o EPS di $ (8,80) dell’anno precedente. La Società ha registrato una perdita netta rettificata di $ (668,6) milioni o EPS rettificato di $ (2,03) nel 2021 che includevano $ 701,6 milioni di rettifiche costituite principalmente da spese relative a perdite per estinzione e modifiche del debito in gran parte legate al riacquisto di L Catterton note scambiabili. Ciò si confronta con la perdita netta rettificata e l’EPS rettificato di $ (211,3) milioni e $ (0,99), rispettivamente, nel 2020.

I ricavi sono diminuiti a $ 3,1 milioni rispetto a $ 1,2 miliardi nel 2020 a causa della completa sospensione dei viaggi nel trimestre.

Le spese operative totali delle crociere sono diminuite del 79,8% nel 2021 rispetto al 2020. Nel 2021, le spese operative delle crociere erano principalmente legate ai costi dell’equipaggio, inclusi gli stipendi, il cibo e altri costi di viaggio, il carburante e altri costi correnti come l’assicurazione e la manutenzione della nave.

Il prezzo del carburante per tonnellata metrica, al netto delle coperture, è sceso a $ 590 da $ 614 nel 2020. La Società ha registrato una spesa per il carburante di $ 42,6 milioni nel periodo.

Gli interessi passivi netti sono stati di $ 824,4 milioni nel 2021 rispetto a $ 68,9 milioni nel 2020. L’aumento degli interessi passivi riflette le perdite sull’estinzione del debito e i costi di modifica del debito di $ 674,0 milioni principalmente relativi al riacquisto delle obbligazioni scambiabili senior L Catterton, nonché debito aggiuntivo in essere a tassi di interesse più elevati, parzialmente compensato da un LIBOR inferiore.

Altri proventi (costi) netti sono stati un utile di $ 27,2 milioni nel 2021 rispetto a un reddito di $ 5,8 milioni nel 2020. Nel 2021, il reddito era principalmente correlato ai guadagni sugli swap di carburante non designati come copertura di $ 22,0 milioni e cambio di valuta estera.

Outlook per il 2021

A seguito della pandemia COVID-19, sebbene la Società non sia in grado di stimare con certezza l’impatto sulla propria attività, condizione finanziaria o sui risultati finanziari o operativi a breve o più lungo termine, segnalerà una perdita netta per il secondo trimestre che termina il 30 giugno , 2021 e prevede di segnalare una perdita netta fino a quando la Compagnia non sarà in grado di riprendere i viaggi regolari.

Al 31 marzo 2021, la Società aveva coperto circa il 61%, 37% e 15% delle sue tonnellate metriche totali previste di consumo di carburante per il resto del 2021, 2022 e 2023, rispettivamente. La tabella seguente fornisce gli importi coperti e il prezzo per barile di olio combustibile pesante (“HFO”) che viene coperto utilizzando il 3% della costa del Golfo degli Stati Uniti (“USGC”) e il gasolio marino (“MGO”) che viene coperto utilizzando Gasoil.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.