Esercitazione Campo d’Arma “CADAR/21” Brigata Aeromobile Friuli

il

Testo e immagini di Monica De Guidi

Casarsa della Delizia (PN), Maggio 2021 

Si è conclusa nel pieno rispetto delle misure di prevenzione e contrasto dell’emergenza pandemica Covid-19 l’esercitazione CADAR 21, che ha visto impegnati diversi reparti dell’Esercito Italiano con lo scopo di rafforzare le capacità operative e sviluppare ulteriori caratteristiche di operabilità. 

L’attività esercitativa ha avuto lo scopo di consolidare e approntare le unità dipendenti per eventuali impieghi in teatri operativi con l’applicazione di procedure tattiche standardizzate, validare le unità sotto la Training Authority della Brigata, completare e affinare gli obbiettivi specifici addestrativi raggiunti nella funzione di risoluzione delle problematiche operative e gestione degli incidenti. 

L’esercitazione ha visto l’impiego del Posto Comando della Brigata, con la sua principale componente dislocata presso la Caserma Mameli di Bologna e un’ulteriore componente più avanzata allestita all’interno dell’aeroporto “Francesco Baracca” di Casarsa della Delizia. 

L’attività durata diversi giorni si è svolta su due diverse linee principali, una sviluppata presso il Poligono di Monte Romano, con lo svolgimento di una scuola tiro per la Compagnia Mortai del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile e l’altra presso il poligono del Cellina Meduna, dove unità di manovra della Brigata e diversi assetti operativi, agli ordini del Generale di Brigata Stefano Lagorio, hanno condotto diversi atti tattici con l’appoggio anche di assetti dell’USAF (United States Air Force ) con elicottero HH60G Pave Hawk.

L’ultimo scenario ha visto un’azione di mezzi e uomini presso una ipotetica linea di confine della quale preservare e garantire l’inviolabilità all’interno del Poligono del Cellina Meduna, hanno condotto diversi atti tattici ed alcune azioni combinate di unità di fanteria aeromobile, esploranti, genio, mortai e artiglieria, che hanno simulato la neutralizzazione di un posto comando di elementi ostili. 

Il 2° Reggimento Trasmissioni Alpino di Bolzano ha fornito il supporto relativo per tutta l’organizzazione delle trasmissioni info-comunicativo, mentre il Reparto Comando e Supporti Tattici della Brigata “Friuli” ha fornito il supporto logistico nelle varie sedi operative. 

L’evento conclusivo si è svolto alla presenza del Comandante della Divisione Vittorio Veneto, Generale di Divisione Angelo Michele Ristuccia, che, al termine, ha espresso a tutti gli assetti partecipanti il suo apprezzamento per il pieno compimento dell’esercitazione, e al raggiungimento degli obbiettivi prefissati pur nelle limitazioni derivanti dalla pandemia ancora in atto. 

Presso il Poligono di Cellina Meduna hanno partecipato più di 300 Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e soldati oltre ad aeromobili e mezzi terrestri, quali elicotteri da trasporto tattico UH-90 e da esplorazione e scorta AH-129 “Mangusta”, Blindo “Centauro” e Veicoli Tattici Leggeri Multiruolo VTLM “Lince” 

Un ringraziamento a tutto il personale e specialmente al 1° Lgt. Zanot, Ten. Col. Zara, il 1° Lgt. Montaquila per il supporto e l’organizzazione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.