Norwegian emerge dalla ristrutturazione finanziaria. Il futuro sarà di fronte a Ryanair, Wizz e Flyr

il

La low cost Norwegian Air Shuttle è salva, così ha detto Jacob SChram – AD di Norwegian aggiungendo “abbiamo scritto la storia” dopo che la compagnia aerea in difficoltà ha lottato con le ricadute della pandemia di coronavirus e un piano di ristrutturazione del debito.

Jacob Schram ha detto che Norwegian ha concluso “con successo” un piano di salvataggio dopo aver raccolto 6 miliardi di corone (508 milioni di sterline) attraverso la vendita di obbligazioni perpetue, nuove azioni e un’emissione di diritti.

A gennaio, la compagnia aerea con sede a Oslo ha dichiarato che stava cessava le sue operazioni a lungo raggio e si concentrava invece sulle destinazioni europee. La compagnia ha poi presentato un piano che riportava la riduzione della flotta da 140 aerei a 50.

In una dichiarazione, Norwegian ha affermato di aver ridotto il suo debito totale di circa 63-65 miliardi di corone (5,3 miliardi di sterline- 5,5 miliardi di sterline) a circa 20 miliardi di corone (1,69 miliardi di sterline) nell’ambito di un piano che doveva essere approvato dai tribunali fallimentari in Irlanda, dove sono registrati i suoi aerei, e Norvegia.

I tribunali, che hanno approvato il piano, hanno chiesto alla compagnia aerea di raccogliere almeno 4,5 miliardi di corone (381 milioni di sterline) come parte di un programma per uscire dalla protezione contro i fallimenti nei due paesi, avvenuto mercoledì.

Allo stesso tempo ha risolto gli ordini con Boeing e Airbus. Così dice, perchè la prima intende la cosa diversamente. Il valore degli ordini è di circa 85 miliardi di corone (7,2 miliardi di sterline).

Nel maggio 2020, il vettore ha ricevuto 3 miliardi di corone (254 milioni di sterline) in garanzie sui prestiti dal governo norvegese come parte di un piano di ristrutturazione.

A gennaio, il governo di Oslo ha concesso altri 1,5 miliardi di corone (127 milioni di sterline) in prestiti fintanto che la società in difficoltà ha raccolto almeno 4,5 miliardi di corone da altri investitori.

Il governo ha stabilito diverse condizioni per la partecipazione alla ristrutturazione, incluso il fatto che l’azienda deve ottenere nuovo capitale da investitori privati.

Il direttore finanziario Geir Karlsen ha dichiarato all’agenzia di stampa norvegese NTB che l’anno scorso, e in particolare gli ultimi sei mesi, è stato intenso. “Abbiamo negoziato con 30-40 grandi banche e diverse migliaia di creditori”, ha detto.

Ma ora verrà il bello. Il mercato dove opererà Norwegian, ha visto l’arrivo di Wizz e Ryanair. oltreche a breve ci sarà anche Flyr, che in tre anni vuole arrivare a 30 aerei. Insomma la scommessa non è quello che è accaduto oggi, ma quello che sarà il domani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.