Ryanair invita i clienti a prenotare sempre direttamente e non dai siti delle OTA

il

Ryanair, oggi (27 luglio) ha invitato i clienti a prenotare sempre direttamente sul sito Web o sull’app di Ryanair a seguito di ulteriori prove di pratiche anti-consumo da parte di alcuni agenti di viaggio online (“OTA”). Ryanair è stata informata dai clienti di un falso “sconto” truffa, in cui i clienti acquistano voli Ryanair “scontati” tramite una truffa OTA, che non ha affiliazione con Ryanair. Questa falsa OTA utilizza i dettagli di pagamento del cliente per garantire la prenotazione del volo, prima di archiviare i dettagli di pagamento del cliente per un uso fraudolento in un secondo momento. Ryanair avverte i clienti di diffidare di questa truffa e di prenotare i voli Ryanair solo sull’app Ryanair.com/Ryanair.

I clienti che hanno prenotato per errore tramite un’OTA ora possono anche verificare se sono stati addebitati in eccesso utilizzando lo strumento Price Checker di Ryanair, lanciato ad aprile. Questo strumento Price Checker è stato utilizzato da più di 50.000 clienti fino ad oggi e consente ai clienti di confrontare quanto hanno pagato a un’OTA rispetto a quanto Ryanair ha ricevuto per la prenotazione. Il modello di business OTA opera applicando ricarichi ai voli e ai prodotti di volo, il che significa che i clienti possono pagare fino al 40% in più per le stesse offerte, rispetto a se avessero prenotato direttamente sul sito Web o sull’app Ryanair.

Ryanair consiglia ai clienti di prenotare sempre direttamente sul sito Web o sull’app Ryanair. Oltre a sovraccaricare i clienti, le OTA possono anche impedire a Ryanair di ricevere i contatti essenziali del cliente e i dettagli di pagamento fornendo a Ryanair indirizzi e-mail falsi e carte di credito virtuali per completare le prenotazioni. All’inizio di quest’anno, Ryanair ha introdotto il “sigillo verificato” per proteggere ulteriormente i clienti. Il sigillo verificato è una garanzia per i clienti che stanno prenotando direttamente con Ryanair e viene visualizzato come un segno di spunta SOLO sul sito Web e sull’app di Ryanair.

Il direttore del marketing di Ryanair, Dara Brady, ha dichiarato:

“Questa ultima truffa delle OTA è un altro motivo per cui i passeggeri dovrebbero sempre prenotare direttamente. Gli agenti di viaggio online vendono i nostri voli ma non hanno accordi commerciali con noi per farlo e qualsiasi screen scraping del nostro sito Web viola i termini di utilizzo di http://www.ryanair.com. In risposta, abbiamo lanciato il sigillo verificato sul sito Web e sull’app Ryanair all’inizio di quest’anno per aiutare i clienti a evitare le insidie ​​della prenotazione con agenti di viaggio online, che spesso fanno pagare troppo e possono fornire informazioni errate sui clienti che impediscono a Ryanair di trattare direttamente con i suoi passeggeri.

Questo è stato lanciato insieme al nostro strumento Price Checker, nel tentativo di portare alla luce i ricarichi non necessari che gli agenti di viaggio online applicano ai clienti. Oltre 50.000 clienti hanno utilizzato lo strumento e la prossima volta questi clienti prenoteranno direttamente per evitare di essere sovraccaricati.

Ryanair continuerà a sensibilizzare sui problemi associati alle OTA per proteggere i clienti da queste pratiche illecite e invitiamo i consumatori a diffidare delle offerte false di voli Ryanair scontati e di prenotare sempre direttamente sul sito/app Ryanair.com per accedere al tariffe più basse e Customer Care diretto.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.