UNOOSA e Airbus scelgono una squadra africana per far volare un payload “gratuito” per il monitoraggio del clima sulla Stazione Spaziale Internazionale

il

@UNOOSA @AirbusSpace #NextSpace #SpaceMatters #Bartolomeo

Vienna, 26 ottobre 2021 – L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari spaziali (UNOOSA) e Airbus Defence and Space hanno selezionato il vincitore della loro opportunità congiunta per una missione gratuita di un anno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La missione per il clima a sostegno degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite volerà su Bartolomeo, la piattaforma di hosting di payload esterni di Airbus.

Il team vincitore di “ClimCam” è composto da specialisti di diversi campi e simboleggia il potere della cooperazione internazionale, riunendo ricercatori di tre istituzioni: l’Agenzia spaziale egiziana, l’Agenzia spaziale del Kenya e il Programma spaziale nazionale dell’Uganda all’interno del Ministero della scienza ugandese, Tecnologia e innovazione.

Insieme, il team svilupperà un sistema di telecamere di telerilevamento per monitorare il tempo, le inondazioni e gli impatti dei cambiamenti climatici nell’Africa orientale. Le tre istituzioni hanno concordato una politica di dati aperti, condividendo informazioni e immagini acquisite dal progetto per guidare gli sforzi di mitigazione del cambiamento climatico in tutta la regione. Oltre ai suoi obiettivi diretti, il progetto dimostrerà anche gli sviluppi della tecnologia spaziale realizzati in Africa, ispirando ingegneri e scienziati africani.

Il Direttore dell’UNOOSA Simonetta Di Pippo ha dichiarato: “Insieme ad Airbus, e grazie all’ingegnosità dei brillanti ricercatori selezionati, stiamo rendendo possibile il volo a bordo della ISS di questo modulo made in Africa. Questo progetto acquisirà preziosi spunti per l’Africa orientale regione per affrontare sfide urgenti come siccità e inondazioni e aumentare la resilienza del suo settore agricolo, salvando potenzialmente molte vite e contribuendo a costruire un futuro migliore. Sarà anche un’importante fonte di ispirazione per i talenti in Africa ad unirsi al settore spaziale. estremamente orgogliosi di aver avuto un ruolo nella realizzazione di ciò e non vediamo l’ora di vedere il progetto prendere il volo”.

“Siamo molto lieti di accogliere questa squadra sostenuta dall’UNOOSA con la loro missione per il clima africano come passeggero sulla piattaforma Bartolomeo”, ha affermato Andreas Hammer, Head of Space Exploration presso Airbus Defence and Space. “Naturalmente, stiamo offrendo loro il nostro servizio di missione spaziale All-in-One Bartolomeo, il che significa che i nostri esperti esperti spaziali si prenderanno cura di tutti gli aspetti di questa missione spaziale: formalità preparatorie, lancio e installazione del carico utile, operazioni e trasferimento dei dati. In questo modo, il team può concentrarsi completamente sullo sviluppo e sullo sfruttamento del proprio carico utile di monitoraggio ambientale, senza doversi preoccupare di nient’altro. Questo è uno dei vantaggi fondamentali del Servizio Bartolomeo: rendiamo l’accesso allo spazio più facile che mai.”

“Siamo molto felici di vincere questa opportunità in una competizione di livello mondiale, il team vorrebbe ringraziare UNOOSA e AIRBUS per questa opportunità”, ha affermato Ayman Ahmed, Team leader presso l’agenzia spaziale egiziana e coordinatore del progetto ClimCam. “Naturalmente, comprendiamo che esistono sfide nella nostra regione; Il cambiamento climatico sta avendo un impatto crescente sull’Africa, soprattutto nelle zone più vulnerabili e più difficili, e contribuisce all’insicurezza alimentare e allo stress sulle risorse idriche anche nell’Africa orientale. Avere un sistema di imaging all’ISS ci consente di monitorare e vedere questo effetto nei nostri paesi d’origine. Realizziamo la sfida di sviluppare un tale dispositivo per operare a bordo della ISS con vincoli di progettazione molto critici e impegnativi.
“La competizione è stata molto dura, ma ricevere questa opportunità è solo l’inizio per il nostro team di imparare di più e acquisire una grande esperienza nel campo della tecnologia spaziale e delle sue applicazioni”.

Questa è la prima volta che l’ONU ha selezionato un vincitore per l’opportunità di accedere allo spazio in collaborazione con un’azienda del settore privato. Per ulteriori informazioni su Bartolomeo e il suo potenziale per ridurre il divario spaziale, visitare: http://www.airbus.com/bartolomeo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.