LATAM annuncia piani per conservare gli ecosistemi iconici del Sud America

il

LATAM Group ha fatto questo annuncio:

L’alleanza con il progetto di conservazione CO2BIO nell’Orinoquía colombiana proteggerà 200.000 ettari di savana allagata, che ospita oltre 2.200 specie.

Nei prossimi mesi, LATAM prevede di annunciare nuovi progetti per la conservazione di ecosistemi iconici in Brasile, Cile, Ecuador e Perù.

LATAM Group ha annunciato la sua prima alleanza con un progetto dedicato alla conservazione e al ripristino di un ecosistema iconico in Sud America. Il progetto, chiamato CO2BIO, si trova nell’Orinoquía colombiana e copre più di 200.000 ettari di savana allagata. Nei prossimi mesi, il gruppo spera di svelare nuove alleanze nei paesi in cui opera nella regione.

CO2BIO è stato promosso dalla Fondazione Cataruben e ha il sostegno del Natural Wealth Program dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) e di Panthera Colombia. Questo è il primo progetto nel portafoglio del Gruppo LATAM che sostiene la sfida di compensare il 50% delle sue rotte domestiche entro il 2030 e raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.

Il progetto CO2BIO comprende attività per la conservazione di foreste, zone umide e praterie, oltre a promuovere lo sviluppo di attività produttive sostenibili nei dipartimenti di Casanare, Vichada, Arauca e Meta. Nell’area vivono centonovantuno famiglie, che fanno parte del progetto di conservazione dei 200.000 ettari di savana allagata, che ospita più di 2.000 specie.

Attraverso azioni di conservazione e riabilitazione, questa iniziativa catturerà 1 milione di tonnellate di CO2 durante il periodo 2021-2023 e ha il potenziale per catturare fino a 2,8 milioni di tonnellate aggiuntive entro il 2025, se verranno compiuti progressi nelle nuove fasi del progetto. Nei prossimi mesi, LATAM prevede di annunciare nuovi progetti per la conservazione di ecosistemi iconici in Brasile, Cile, Ecuador e Perù.

Va ricordato che LATAM Group ha lanciato la sua strategia di sostenibilità nel maggio 2021, che si impegna a eliminare la plastica monouso entro il 2023, a generare zero rifiuti in discarica entro il 2027, a compensare il 50% delle emissioni domestiche entro il 2030 e ad essere carbon neutral entro il 2050.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.