Air Italy: ANPAV “LICENZIAMENTI AVVENUTI NEL DISINTERESSE DELLA POLITICA”


dalla pagina facebook di Anpav:

“La mala gestio da parte del management inviato da Doha da Qatar Airways – incontrollato da chi aveva il dovere di farlo – ha oggi portato al capolinea AIR ITALY, la seconda compagnia aerea italiana.

Col licenziamento collettivo più imponente della storia recente del Paese, che rappresenta la più grande macelleria sociale mai avvenuta in Sardegna e tra le più grandi stragi professionali italiane, si chiudono sessant’anni di storia di Alisarda, Meridiana, AIR ITALY”.

Lo segnala in una nota l’Anpav, l’Associazione professionale assistenti di volo, osservando come “Karim Aga Khan, socio di maggioranza della compagnia, chiude il suo rapporto con l’Isola che per tanti anni lo aveva celebrato come imprenditore illuminato, nel peggiore dei modi: licenziando in massa i suoi milletrecentoventidue lavoratori”.

Ma soprattutto l’Anpav osserva come “mai un’azienda così grossa, che era arrivata ad avere oltre duemilacinquecento lavoratori ad altissima professionalità, è stata chiusa in Italia nel più completo disinteresse del Governo e senza ammortizzatori sociali”, lasciando il trasporto aereo italiano, “che rappresenta il terzo mercato al livello europeo, in totale balia di compagnie low cost straniere, senza che vi sia una visione strategica e industriale da parte della politica”.

Il risultato – osserva l’associazione – è “la cancellazione definitiva delle ultime industrie italiane del settore, con l’espulsione di migliaia di addetti. Prova ne è il fatto che anche il più grande appalto di trasporto aereo europeo, la continuità territoriale sarda, è stata assegnata ad una compagnia spagnola, mentre nello stesso bacino i professionisti del settore vengono licenziati in massa”.

Anpav osserva come “in piena emergenza pandemica, le cui conseguenze sbarreranno qualsiasi ambizione di ricollocazione ai lavoratori con specializzazioni non spendibili in settori diversi dal trasporto aereo, per 1322 famiglie non ci potrà essere alcun futuro in difetto di un forte e immediato intervento di recupero del Governo”.

Peraltro per l’associazione è “assurdo e istituzionalmente oltraggioso” il fatto che i licenziamenti siano avvenuti a tavolo interministeriale di crisi di AIR ITALY ancora aperto: di qui l’opinione che “tale tavolo venga riconvocato immediatamente, possibilmente in presenza, in quanto per noi la partita non si chiude qui”.

L’associazione conclude annunciando che “saranno indette a breve altre manifestazioni di tutti i lavoratori di Air Italy”. (Mge/Adnkronos)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.