ANA Holdings e Joby collaborano per portare il servizio di taxi aereo in Giappone

il

La più grande compagnia aerea del Giappone unisce le forze con la principale compagnia eVTOL per stabilire un servizio di condivisione di viaggi aerei in Giappone; Un futuro viaggio dalla stazione di Osaka all’aeroporto internazionale del Kansai potrebbe essere ridotto a meno di 15 minuti, rispetto a un’ora in auto

L’aereo completamente elettrico di Joby esegue un test di volo vicino a Big Sur, in California.

ANA HOLDINGS, INC. (“ANA”) e Joby Aviation, Inc. (NYSE:JOBY, “Joby”) hanno annunciato oggi di formare una partnership che vedrà il Giappone la più grande compagnia aerea si unisce a Joby per portare i servizi di ridesharing aereo in Giappone. Anche Toyota Motor Corporation (Toyota) ha aderito alla partnership, con l’intenzione di esplorare opportunità come il trasporto terrestre.
Joby è una società con sede in California che sviluppa un velivolo completamente elettrico a cinque posti in grado di decollare e atterrare verticalmente (eVTOL). Con una portata massima di 150 miglia (241 chilometri), una velocità massima di 200 mph (321 km/h) e un basso profilo di rumorosità per consentirgli di accedere alle aree edificate, l’aereo pilotato di Joby è progettato per rendere conveniente, emissioni- il trasporto aereo gratuito è una realtà quotidiana. Ad esempio, il viaggio di 31 miglia (50 km) dalla stazione di Osaka all’aeroporto internazionale del Kansai potrebbe richiedere meno di 15 minuti in aereo anziché un’ora in auto.

ANA e Joby collaboreranno su tutti gli aspetti della creazione di questa nuova forma rivoluzionaria di trasporto in Giappone, incluso lo sviluppo delle infrastrutture, l’addestramento dei piloti, le operazioni di volo, la gestione del traffico aereo, l’accettazione pubblica e i requisiti normativi per operare. Verrà presa in considerazione anche l’integrazione con il trasporto via terra, con Toyota che supporterà lo sforzo. Le parti condurranno anche discussioni congiunte con le aziende private pertinenti nonché i governi locali e nazionali.

I partner sono tutti membri esistenti della Conferenza pubblico-privata giapponese per la futura rivoluzione della mobilità aerea, istituita dal Ministero dell’Economia, del Commercio e degli Investimenti e dal Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo per accelerare l’adozione del ridesharing aereo nel paese .

Commentando la partnership e l’opportunità offerta dal mercato giapponese, JoeBen Bevirt, fondatore e CEO di Joby, ha dichiarato: “Joby esiste per aiutare le persone a risparmiare tempo riducendo la loro impronta di carbonio. Il Giappone ci offre un’opportunità spettacolare per fare proprio questo con il 92%¹ della popolazione che vive nelle aree urbane e Tokyo che si registra come una delle prime 20 città più congestionate del mondo².

“Siamo onorati di lavorare con ANA, una compagnia aerea che ha meritatamente ricevuto il punteggio di 5 stelle di SKYTRAX per nove anni consecutivi, e non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con loro per portare il nostro servizio di condivisione di viaggi aerei in realtà in Giappone”.

Joby ha trascorso più di un decennio a sviluppare la tecnologia alla base dei suoi velivoli, completando più di 1.000 voli di prova e diventando la prima e unica compagnia eVTOL a firmare una base di certificazione G-1 (fase 4) per i propri aerei con la Federal Aviation Administration (FAA).

Parlando dell’opportunità offerta dall’introduzione del ridesharing aereo in Giappone, Koji Shibata, Direttore Rappresentante e Vice Presidente Esecutivo di ANA HD, ha dichiarato: “ANA ha 70 anni di esperienza nella fornitura di voli sicuri e affidabili a clienti in tutto il mondo. Siamo orgogliosi di portare questa esperienza operativa sul tavolo come parte di questa partnership e di essere in prima linea nell’introduzione di questa rivoluzionaria forma di trasporto in Giappone.

“I nostri clienti apprezzano molto l’efficienza, quindi essere in grado di offrire loro la possibilità di viaggiare rapidamente – e in modo sostenibile – da un aeroporto internazionale a una località del centro è molto interessante”.

Il concetto di condivisione di viaggi aerei ha preso rapidamente slancio in Giappone mentre il paese accelera i suoi sforzi per prepararsi all’Expo mondiale del 2025 che si terrà nella capitale occidentale di Osaka, la terza città più popolosa del Giappone e la più grande componente della metropolitana di Keihanshin area di oltre 18 milioni di abitanti.

Sebbene il servizio di ridesharing aereo di Joby sarà gestito direttamente dalla società e offerto ai passeggeri tramite l’app Joby o l’app Uber nei principali mercati statunitensi, questo annuncio riflette la strategia di Joby di collaborare con società locali impegnate a fornire un servizio clienti eccezionale e l’eccellenza operativa per lanciare il suo servizio in mercati selezionati al di fuori degli Stati Uniti Inoltre, Joby prevede di collaborare con partner locali per la mobilità via terra per offrire ai clienti viaggi end-to-end senza interruzioni.

Joby ha già forti legami con il Giappone, avendo lavorato al fianco di Toyota dal 2019. Oltre a continuare a prestare la propria esperienza nello sviluppo dei processi di produzione e nella produzione di grandi volumi a Joby, Toyota sosterrà anche l’annuncio di oggi cercando di collaborare in altri aspetti del catena del valore come il trasporto terrestre. Toyota è il più grande investitore esterno di Joby, con quasi 400 milioni di dollari investiti fino ad oggi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.