TOSCANA AEROPORTI ESPRIME SCONCERTO CIRCA LA PRESA DI POSIZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE CONTRO L’AD ROBERTO NALDI

il

 

Firenze, 9. marzo 2022 – Il Presidente di Toscana Aeroporti Spa, a nome della Società di gestione aeroportuale, apprende con sconcerto della presa di posizione in merito alla “Censura dell’Amministratore Delegato Roberto Naldi” votata oggi dal Consiglio Regionale della Toscana.
 
Andando ai fatti l’Amministratore delegato si era, a ragione, sentito diffamato personalmente ed riteneva danneggiata l’immagine dell’azienda da alcuni post di un Consigliere regionale e un Consigliere comunale di Pisa e nei successivi commenti degli utenti nei quali veniva appellato come “sacco di merda” e con “portamento, atteggiamento e sguardo da mafioso senza rispetto” e che alludevano ad una “gestione poco trasparente di fondi pubblici” o “politiche dettate da interessi confliggenti con quelli pubblici” da parte della Società. 
 
Il tribunale di Pisa, con il GIP, aveva “disposto l’archiviazione a carico dei due consiglieri rimettendo gli atti al PM per la prosecuzione delle indagini, volte all’identificazione degli autori delle frasi diffamatorie indicate in parte motiva, con conseguenze iscrizioni coatta della notizia di reato a carico dei soggetti così individuati”.
 
Toscana Aeroporti, pur avendo da sempre sostenuto la legittima critica politica e la garanzia dell’insindacabilità dei consiglieri regionali così come previsto dalla Legge, si sarebbe però aspettata le scuse nei confronti dell’Amministratore Delegato per i post che hanno scatenato commenti di una violenza verbale per cui il GIP stesso ha rilevato rilevanza penale. 
 
Invece ci ritroviamo a una censura nei confronti di un dirigente di una società privata, quotata alla Borsa Italiana che ha avuto solo l’ardire di esporre querela per difendere il suo onore e quello della Società, che peraltro ha trovato parziale accoglimento dal GIP.
 
Non contento il Consiglio Regionale ha dato mandato al rappresentante regionale nel CDA di Toscana Aeroporti, di rappresentare ai componenti dello stesso (leggasi in cda della Società) i contenuti della mozione e dell’impegnativa in oggetto.
 
Come Presidente del Consiglio di amministrazione di una Società quotata e sottoposta al controllo della CONSOB occorre ricordare sommessamente al Consiglio Regionale che i soci sono rappresentati in assemblea e non nel Consiglio di Amministrazione, i cui consiglieri sono indipendenti e non devono sottostare a eventuali mandati dei Soci, pena l’incorrere in un reato penale, ma devono solo agire nell’interesse della Società.
 
Il Presidente Marco Carrai esprime, a nome della Società, tutto il sostegno e la fiducia nell’amministratore delegato Ingegner Roberto Naldi.

Nella foto: L’AD Roberto Naldi è il primo a sinistra, il Presidente Marco Carrai il primo a destra.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.