Il BIS intraprende azioni esecutive contro tre compagnie aeree russe che operano aeromobili in violazione dei controlli sulle esportazioni statunitensi, aeromobili identificati


Matthew S. Axelrod, segretario aggiunto per l’applicazione delle esportazioni del Bureau of Industry and Security (BIS), ha emesso ordini che negano i privilegi di esportazione di tre compagnie aeree russe – Aeroflot, Azur Air e UTair – a causa delle continue violazioni delle esportazioni relative ai controlli completi sulle esportazioni sulla Russia imposti da l’Assessorato al Commercio. Questi tre Temporary Denial Order (TDO) interrompono il diritto di queste compagnie aeree di partecipare a transazioni soggette alle Export Administration Regulations (EAR), comprese le esportazioni e le riesportazioni dagli Stati Uniti. I TDO di oggi sono emessi per 180 giorni e possono essere rinnovati.

“L’amministrazione Biden ha imposto sanzioni storiche alla Russia per l’aggressione ingiustificata avvenuta in Ucraina. Con gli ordini di rifiuto temporaneo odierni, il Dipartimento del Commercio intraprende un’altra azione significativa per ritenere Putin e i suoi facilitatori responsabili delle loro azioni imperdonabili”, ha affermato il Segretario al Commercio Gina M. Raimondo. “Stiamo tagliando non solo la loro capacità di accedere agli articoli dagli Stati Uniti, ma anche le riesportazioni di articoli di origine statunitense dall’estero. Tutte le aziende che infrangono i nostri controlli sulle esportazioni, in particolare quelle che lo fanno a vantaggio di Vladimir Putin e a danno del popolo ucraino, sentiranno tutta la forza dell’applicazione del Dipartimento”.

“Le immagini che stiamo vedendo uscire dall’Ucraina dimostrano la barbarie, la brutalità e il palese disprezzo per la vita umana di Vladimir Putin. Il Dipartimento del Commercio, insieme all’intera amministrazione Biden-Harris, hanno intrapreso un’azione rapida e senza precedenti per garantire che la Russia e i suoi responsabili paghino un prezzo per le loro azioni”, ha affermato il vicesegretario al Commercio Don Graves. “Stiamo già assistendo all’impatto dei controlli sulle esportazioni del Dipartimento del Commercio, con le esportazioni statunitensi in Russia di articoli soggetti a nuovi requisiti di licenza sono diminuite del 99% in valore rispetto allo stesso periodo di tempo dell’anno scorso. Con l’azione di oggi inviamo un messaggio chiaro a coloro che disobbediscono deliberatamente a quegli stessi controlli: sfidare i nostri controlli sulle esportazioni a proprio rischio e pericolo.

“Le aziende che violano gli ampi controlli sulle esportazioni che abbiamo imposto alla Russia si ritroveranno l’obiettivo di un’azione esecutiva del Dipartimento del Commercio”, ha affermato Matthew S. Axelrod, Assistente Segretario al Commercio per l’applicazione delle esportazioni. “Con i nostri alleati e partner, continueremo a stare con il popolo ucraino mentre risponde all’invasione non provocata e brutale della Russia del loro paese”.

I TDO emessi rappresentano le prime azioni esecutive intraprese dalla BRI in risposta all’invasione non provocata e brutale dell’Ucraina da parte della Russia e la severa restrizione dei privilegi di esportazione di queste società ricorda alle parti in Russia e nel resto del mondo che gli Stati Uniti. le autorità legali sono sostanziali, di vasta portata e possono avere un impatto significativo sull’accesso al commercio globale da parte di parti ritenute in violazione della legge statunitense.

La BRI ha guidato gli sforzi del Dipartimento del Commercio in risposta all’invasione russa dell’Ucraina adottando una serie di potenti azioni normative e pubblicando avvisi pubblici alla comunità globale in merito a potenziali violazioni dell’EAR nel settore aerospaziale civile.

Il 24 febbraio 2022, la BIS ha imposto alla Russia ampi controlli sugli articoli legati all’aviazione, compreso un requisito di licenza per l’esportazione, la riesportazione o il trasferimento (all’interno del paese) in Russia di qualsiasi aeromobile o parti di aeromobili presenti nell’elenco di controllo del commercio.

Il 2 marzo 2022, la BIS ha ulteriormente escluso qualsiasi aeromobile registrato, posseduto o controllato da, o noleggiato o noleggiato dalla Russia o da un cittadino russo dall’essere idoneo per l’eccezione della licenza Aircraft, Vessels, and Spacecraft (AVS). Di conseguenza, qualsiasi aeromobile di origine statunitense o aereo straniero che includa più del 25% di contenuto di origine statunitense controllata è soggetto a un requisito di licenza se, ad esempio, è di proprietà o operato dalla Russia ed è esportato in Russia.

Nota: da allora la Russia ha registrato nuovamente questi aerei stranieri nel registro russo, probabilmente per evitare la confisca e confondere la situazione.

Il 18 marzo 2022, la BIS ha pubblicato pubblicamente un elenco di aeromobili privati ​​e commerciali che aveva tracciato come probabilmente operanti in violazione dell’EAR. Questa azione ha notificato al pubblico che, in assenza dell’autorizzazione della BIS, l’esercizio o il servizio a qualsiasi aeromobile nell’elenco o di proprietà di parti russe in violazione dell’EAR può portare ad azioni esecutive da parte della BIS, che possono includere ingenti pene detentive, multe, perdita dei privilegi di esportazione o altre restrizioni. BIS ha ulteriormente aggiornato l’elenco il 30 aprile 2022 e continuerà a mantenere e aggiornare l’elenco se le circostanze lo richiedono.

L’elenco e ulteriori informazioni sulle azioni della BRI in risposta all’invasione russa sono disponibili online qui: https://bis.doc.gov/index.php/policy-guidance/country-guidance/russia-belarus.

Aeroflot, Utair e Azur Air hanno intrapreso e continuano a impegnarsi in comportamenti recentemente vietati dall’EAR operando aeromobili controllati soggetti all’EAR senza la richiesta autorizzazione BIS. Ai sensi della Sezione 746.8 dell’EAR, tutti i voli internazionali effettuati dalle suddette compagnie aeree in Russia avrebbero richiesto licenze di esportazione o riesportazione dalla BIS. Inoltre, anche tutti i voli nazionali russi effettuati dalle stesse compagnie aeree su aeromobili riesportati in Russia dopo il 2 marzo 2022 senza la licenza BIS richiesta violano il General Prohibition Ten (GP10). GP10 vieta di continuare con le transazioni sapendo che si è verificata o sta per verificarsi una violazione.

• Aeroflot ha operato più aeromobili soggetti all’EAR, inclusi, a titolo esemplificativo, voli in entrata e in uscita da Mosca, Russia, da/per Pechino, Cina; Delhi, India; Antalya e Istanbul, Turchia; e Dubai, Emirati Arabi Uniti, rispettivamente. Aeroflot ha successivamente operato alcuni degli stessi aerei su voli nazionali tra Mosca, Russia e Vladivostok, Russia, e Petropavlovsk-Kamchatsky, Russia, rispettivamente.

• Azur Air ha operato più aeromobili soggetti all’EAR, inclusi, a titolo esemplificativo, voli in entrata e in uscita da Mosca, Russia, da/per Antalya, Turchia; Male, Maldive; Dubai, Emirati Arabi Uniti; e Nha Trang, Vietnam, rispettivamente. Azur Air ha successivamente operato alcuni degli stessi aeromobili su voli nazionali tra Mosca, Russia e Samara, Russia; Irkutsk, Russia; Kaliningrad, Russia; Mineralnye Vody, Russia; e Novosibirsk, Russia, rispettivamente.

• UTair ha operato più aeromobili soggetti all’EAR, inclusi, a titolo esemplificativo, voli in entrata e in uscita dalla Russia da/per Khujand e Dushanbe, Tagikistan; Yerevan, Armenia; Baku e Ganja, Azerbaigian; Jeddah, Arabia Saudita; e Tashkent, Uzbekistan, rispettivamente. UTair ha successivamente operato alcuni degli stessi aerei su voli nazionali tra Mosca, Russia e Syktykar, Russia e Ukhta, Russia, rispettivamente. I collegamenti ai TDO sono disponibili qui:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.