La leadership dei piloti dell’Alaska Airlines invierà il voto di autorizzazione allo sciopero ai piloti

il

ALPA ha rilasciato questa dichiarazione:

Dopo tre anni con pochissimi movimenti al tavolo delle trattative, i piloti dell’Alaska Airlines stanno facendo i passi successivi per cercare di portare avanti i negoziati. I leader del sindacato dei piloti dell’Alaska Airlines hanno votato all’unanimità per condurre una votazione per l’autorizzazione allo sciopero tra i loro piloti. Ciò significa che i leader sindacali chiedono ufficialmente al gruppo di piloti dell’Alaska Airlines, rappresentato dall’Air Line Pilots Association Int’l (ALPA), di dare loro l’autorità di scioperare quando legalmente consentito. Ciò accadrebbe solo se i negoziati si interrompessero e il governo federale autorizzasse uno sciopero dopo che le parti hanno esaurito le procedure richieste dalla legge sul lavoro ferroviario.

L’Alaska Airlines ALPA Master Executive Council (MEC), ha votato oggi con 11 contro 0 per condurre un ballottaggio di autorizzazione allo sciopero che si aprirà il 9 maggio e si concluderà il 25 maggio. Una volta approvato dai piloti, il voto autorizzerebbe la leadership del pilota a dichiarare uno sciopero quando il gruppo ottiene il permesso di farlo dal National Mediation Board (NMB).

“I piloti dell’Alaska non stanno cercando di colpire. Stiamo cercando miglioramenti al nostro contratto in linea con il mercato, ma che consentano anche alla nostra azienda di crescere e rimanere competitiva e di successo”, ha affermato il capitano Will McQuillen, presidente di Alaska Airlines ALPA MEC. “Tuttavia, siamo disposti a prendere tutte le misure legali necessarie, incluso uno sciopero legale, per ottenere il contratto che ogni pilota dell’Alaska ha guadagnato”.

Questo voto di autorizzazione allo sciopero arriva sulla scia del picchetto di tutte le basi dei piloti dell’Alaska del 1 aprile, dove più di 1.500 piloti dell’Alaska e i loro sostenitori si sono presentati al picchetto nel loro tempo libero per dimostrare la loro determinazione collettiva a raggiungere un accordo. Questo picchetto storico è stato il più grande del suo genere nei 90 anni di storia di ALPA. Attualmente, ci sono circa 3.100 piloti ALPA presso Alaska Airlines.

“Siamo in ritardo rispetto ai nostri colleghi in diverse aree significative, il che ha portato dozzine di piloti a partire per migliori opportunità di carriera altrove. Se la direzione dell’Alaska Airlines vuole gestire una compagnia aerea competitiva con un’ampia crescita, allora deve prendere sul serio il raggiungimento di un nuovo accordo pilota che sia competitivo che fornisca sicurezza del lavoro, regole di lavoro più forti e migliori disposizioni sulla qualità della vita che forniscano flessibilità e ragionevole orari”, ha aggiunto McQuillen.

Prima che uno sciopero potesse aver luogo, l’NMB dovrebbe liberare le due parti dalla mediazione. Quindi, dopo un periodo di riflessione di 30 giorni, entrambe le parti potrebbero esercitare l’auto-aiuto, incluso uno sciopero del sindacato o una serrata da parte dell’azienda.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.