AGGIORNAMENTO SUL TRADING DEL GRUPPO QANTAS: TERZO TRIMESTRE FY22

il

I viaggi interni tornano ai livelli pre-COVID prima delle aspettative.
Forte richiesta di viaggi internazionali ma alcuni mercati chiave ancora da aprire.
L’EBITDA sottostante per il 2H22 dovrebbe essere di $ 450– $ 550 milioni.
Riduzione del debito netto al di sotto dei livelli pre-COVID a $ 4,5 miliardi entro la fine di aprile 2022.
I progressi nel recupero e nella trasformazione danno ulteriore fiducia alle decisioni di investimento della flotta annunciate oggi.
Il gruppo Qantas sta assistendo a una forte e sostenuta ripresa della domanda di viaggi mentre l’Australia sta passando alla convivenza con il COVID.
Il ritorno della domanda interna di viaggi al di sopra delle aspettative, la solida performance internazionale e il forte contributo di Qantas Loyalty e Freight hanno determinato livelli significativi di free cash flow positivo nel trimestre. Sulla base dell’andamento delle negoziazioni e delle prenotazioni a termine di aprile, si prevede che il flusso di cassa libero aumenterà ulteriormente nel 4Q22.
La crescita dei ricavi[1] durante il terzo trimestre ha portato a una rapida riduzione del debito netto del Gruppo, da 5,5 miliardi di dollari al 31 dicembre 2021 a 4,5 miliardi di dollari entro la fine di aprile 2022 al di sotto dei livelli pre-COVID. Ciò si confronta con un picco di oltre 6,4 miliardi di dollari al culmine della chiusura delle frontiere.
Sulla base delle attuali condizioni di mercato, si prevede che l’indebitamento netto raggiungerà il livello più basso dell’intervallo target del Gruppo entro la fine del FY22.
Mentre il Gruppo prevede ancora di registrare una significativa perdita di EBIT sottostante per l’intero anno per l’esercizio 22 che include il peggiore degli impatti Delta e Omicron nonché costi di riavvio una tantum, l’attività è sulla buona strada per l’EBITDA sottostante del 2H22 compreso tra $ 450 milioni e $ 550 milioni sulla base delle attuali aspettative.
Group Domestic dovrebbe essere positivo per l’EBIT nel 4Q22 e Group International è sulla buona strada per la piena ripresa. Insieme ai vantaggi del programma di trasformazione da 1 miliardo di dollari a livello aziendale, questa traiettoria supporta il ritorno del Gruppo alla redditività nell’esercizio 23.
A metà aprile, Moody’s ha riaffermato il rating di credito Qantas Baa2 investment grade e ha aggiornato l’outlook a “stabile”.
La previsione di spesa in conto capitale del Gruppo per l’anno fiscale 23 è invariata a $ 2,3 – $ 2,4 miliardi.
AGGIORNAMENTO DEL SEGMENTO
Tutte le categorie di viaggi nazionali stanno andando bene. La domanda per il tempo libero è molto forte, con Qantas e Jetstar che operano a circa il 110% della capacità pre-COVID durante le vacanze scolastiche di Pasqua. Il rimbalzo dei viaggi per affari è stato al di sopra delle aspettative, con le piccole imprese ora al di sopra dei livelli pre-COVID e i viaggi di lavoro all’85%.
Con la riapertura dell’Australia occidentale all’inizio di marzo e il ritorno del volo est-ovest, la quota di mercato nazionale complessiva del Gruppo è aumentata e dovrebbe essere del 70% tra i due principali concorrenti.
La domanda di viaggi internazionali continua a riprendersi, in particolare con l’allentarsi di ulteriori restrizioni. La rimozione dell’obbligo di test pre-volo dell’Australia e l’apertura anticipata dei confini della Nuova Zelanda hanno fornito vento favorevole nel mese di aprile.
Le prenotazioni per mercati come Londra, Los Angeles, Sud Africa e Bali sono tutte al di sopra dei livelli pre-COVID e Jetstar ha riavviato oltre il 60% delle sue rotte internazionali poiché sono state riaperte altre destinazioni per il tempo libero in Asia.
I volumi di trasporto e le rese rimangono significativamente superiori a quelli pre-COVID. Si prevede che i volumi interni più elevati saranno in gran parte mantenuti, dato il cambiamento strutturale nell’attività di e-commerce in Australia. Si prevede un certo ammorbidimento dei rendimenti internazionali con il ritorno di un numero maggiore di voli passeggeri nei prossimi mesi.
Qantas Loyalty ha continuato a ottenere ottimi risultati, con nuovi partner del programma, un aumento della spesa per voli e consumatori a sostegno di un aumento delle fatturazioni e del riscatto dei punti. Si prevede che l’EBIT sottostante di Loyalty raddoppierà approssimativamente dal terzo al quarto trimestre. Le nuove opportunità di business rimangono un punto focale per Loyalty poiché cerca di aumentare ulteriormente gli utili.
GESTIRE PREZZI DEL CARBURANTE PIÙ ALTI
La posizione di copertura del Gruppo ha fornito una protezione significativa dal recente aumento dei prezzi del petrolio, dando il tempo di adeguare la propria capacità, orari e tariffe in risposta. Il 90% del fabbisogno di carburante del Gruppo è coperto[2] per la seconda metà dell’esercizio 22 a livelli inferiori ai prezzi correnti.
Si prevede che la forte domanda di viaggi internazionali, in particolare i voli diretti a lungo raggio, sosterrà il recupero dell’aumento dei prezzi del carburante nella prima metà dell’esercizio 23. Il recupero dei costi del carburante nazionale sarà massimizzato dalle riduzioni di capacità e da alcuni aumenti delle tariffe nei mesi di luglio e agosto. Il Gruppo valuterà e adeguerà continuamente queste impostazioni secondo necessità.
La capacità interna del gruppo dovrebbe essere del 105% rispetto ai livelli pre-COVID nel quarto trimestre dell’esercizio 22, salendo a circa il 110% (rivisto al ribasso da circa il 115%) per il primo trimestre dell’esercizio 23. La capacità internazionale del gruppo dovrebbe essere di poco inferiore al 50% entro la fine del quarto trimestre, salendo a circa il 70% nel primo trimestre dell’esercizio 23.

AGGIORNAMENTO FLOTTA E RETE
Qantas ha annunciato oggi diverse decisioni sulla flotta precedentemente segnalate che creeranno opportunità per i suoi dipendenti, offriranno un valore significativo per gli azionisti e miglioreranno le opzioni di viaggio negli anni a venire.
A livello nazionale, Qantas prenderà in consegna 20 Airbus A321XLR dal FY25 e 20 A220 dal FY24. Questo ordine include anche 94 diritti di ordine di acquisto poiché i 737 e 717 esistenti della compagnia aerea verranno gradualmente ritirati nel prossimo decennio.
A livello internazionale, Qantas ordinerà 12 Airbus A350-1000 per operare Project Sunrise, il piano di lunga data per voli senza scalo dall’Australia verso destinazioni tra cui Londra e New York a partire dall’anno fiscale 26, a partire da Sydney. Ciò si basa sul successo dei servizi diretti a lungo raggio esistenti, la cui domanda è aumentata dopo il COVID.
(Vedi la versione separata per maggiori dettagli).
Qantas ha ora 11 Embraer E190 in funzione tramite Alliance Airlines, che cresceranno fino a 18 entro gennaio 2023. Questi hanno aperto nuove rotte tra cui Darwin-Canberra e Darwin-Dili, oltre a liberare i Boeing 737 di Qantas su alcune rotte esistenti per abbinare meglio la capacità alla domanda.
Jetstar è sulla buona strada per prendere in consegna 18 Airbus A321LR a partire da luglio 2022. Inoltre, 20 degli attuali ordini di A320neo di Jetstar saranno convertiti in A321XLR per la consegna dalla seconda metà del calendario 2024. Qantas prevede di prendere in consegna i suoi tre Boeing 787 rimanenti -9s nella seconda metà del FY23. Due degli Airbus A380 di Qantas sono tornati in servizio con un totale di sei riattivati ​​entro la prima metà dell’esercizio 23.
Qantas ha recentemente annunciato nuove rotte internazionali tra cui Melbourne-Dallas, Sydney-Bangalore e Sydney-Seoul per sfruttare i mutevoli modelli di domanda. A livello nazionale, ha aggiunto sette nuove rotte nel trimestre. Jetstar ha anche annunciato un servizio Sydney-Seoul e ha iniziato a volare Melbourne-Busselton (Margaret River).
SOSTENIBILITÀ
Da quando ha pubblicato il suo Piano d’azione per il clima nel marzo 2022, il Gruppo ha riscontrato una risposta positiva da parte dell’industria in merito ai suoi obiettivi sui combustibili per aerei sostenibili (SAF). Questo piano impegnava Qantas a soddisfare il 10% del suo fabbisogno totale di carburante da parte di SAF e a ridurre le emissioni totali del 25% entro il 2030, come obiettivi intermedi verso il suo impegno di raggiungere emissioni nette zero entro il 2050.
Qantas continua a indagare sugli accordi di prelievo SAF offshore e collabora con i governi australiani a sostegno di un’industria SAF locale.
COMMENTI DEL CEO
Il CEO del gruppo Qantas, Alan Joyce, ha dichiarato: “Dopo alcune false partenze, stiamo finalmente assistendo a una ripresa sostenuta della domanda di viaggi.
“Le persone hanno fiducia nei confini nazionali ora che siamo passati a convivere con il COVID e questo ci sta riportando ai livelli di volo pre-pandemia.
“Il picco di Pasqua mostra quanto sia forte il segmento del tempo libero, nonostante i vincoli temporanei di risorse che abbiamo dovuto affrontare in alcune aree.
“La ripresa del traffico aziendale è stata più rapida di quanto ci aspettassimo. Una volta che i mandati delle maschere sono stati rimossi e le persone sono tornate in ufficio, c’è stato un chiaro aumento della domanda. Ora siamo a circa l’85% dei livelli pre-COVID per i viaggi aziendali nazionali e oltre il 100% per le piccole imprese.
“Come previsto, il volo internazionale è più lento a riprendersi perché diversi mercati rimangono chiusi o fortemente limitati. Ma rotte chiave come Londra, Los Angeles e Johannesburg stanno andando al di sopra dei livelli pre-COVID e i primi segnali sulle nostre nuove rotte dirette verso India, Europa e Corea sono molto positivi.
“Con la capacità totale del Gruppo che si dirige verso il 100 percento e oltre, così come la crescita delle nostre divisioni Loyalty e Freight, stiamo reclutando in linea con la domanda. Abbiamo oltre 2.500 ruoli da ricoprire nei prossimi 12 mesi e abbiamo già ricevuto più di 20.000 candidature nelle ultime otto settimane.
“La nostra strategia è stata quella di ristrutturare l’attività in modo da poter sopravvivere alla pandemia e poi riprenderci rapidamente quando i viaggi si saranno normalizzati. Ecco perché ridurre i costi era assolutamente cruciale.
“Stiamo vedendo i vantaggi di questa strategia ora e ci dà la sicurezza di prendere le decisioni di investimento a lungo termine che sono fondamentali per la crescita futura e il valore per gli azionisti.
“Le principali decisioni sulla flotta che abbiamo annunciato oggi sono un enorme voto di fiducia nel futuro del vettore nazionale e serviranno per le nostre persone, clienti e azionisti”.

GROUP CAPACITY 

ASKs vs FY19 (%)1Q222Q221H223Q224Q222H22FY22
Group Domestic37%48%42%69%105%87%64%
Group International3%6%4%21%44%32%18%
Total Group15%21%18%37%66%51%34%

[1] Includes revenue received in advance.

[2] Refers to Brent hedging.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.