Air France – KLM ha un EBITDA positivo a 221 milioni di euro, migliore del previsto nel 1Q 2022. Perde 552 milioni di €

il

Forte free cash flow operativo rettificato a 630 milioni di euro grazie alle ottime vendite di marzo
Nel Primo trimestre  EBITDA positivo per 221 milioni di euro
 Utile netto a -552 milioni di euro, in miglioramento di 930 milioni di euro rispetto al
nello stesso trimestre dell’anno scorso, supportato da uno sviluppo dei ricavi a 4.445 milioni di euro, che è 2.284 milioni di euro in più rispetto allo scorso anno
 Rettificato il free cash flow operativo positivo a 630 milioni di euro grazie alla forte vendita di biglietti.
Rispetto allo stesso trimestre del 2021, il free cash flow operativo rettificato è migliorato di 1.974
milioni di euro
 Indebitamento finanziario netto a 7,7 miliardi di euro, in calo di 0,6 miliardi di euro rispetto a fine 2021 grazie a un
flusso di cassa libero operativo rettificato positivo
Il CEO del gruppo, Benjamin Smith, ha dichiarato:
“La performance del Gruppo Air France-KLM nel primo trimestre del 2022 conferma che la ripresa è qui. Nonostante il contesto difficile, con il perdurare dell’effetto della variante Omicron, la situazione in Ucraina e il forte aumento dei prezzi dei carburanti, il Gruppo ha registrato ancora una volta un EBITDA positivo e ha registrato ottime prenotazioni per i trimestri successivi. Marzo è stato particolarmente incoraggiante con un aumento significativo della domanda di traffico aziendale e premium, a complemento della già forte domanda per il tempo libero e VFR (visitare amici e parenti) attraverso la nostra rete mondiale. Questo apre la strada a una stagione estiva di successo in tutte le nostre attività, che continuiamo a rafforzare attraverso il nostro ampio piano di trasformazione”.
Visione
Contesto:
L’inizio del primo trimestre è stato ostacolato dalla variante Omicron, principalmente sul corto e medio raggio, mentre lo scoppio della guerra in Ucraina ha comportato un aumento del prezzo del carburante e un rallentamento delle prenotazioni in un brevissimo periodo.
La ripresa ha accelerato a marzo con prenotazioni molto dinamiche per la stagione estiva.
Capacità
In questo contesto di ripresa, il Gruppo prevede una capacità in kilometri di posti disponibili per l’attività passeggeri della rete Air France-KLM a un indice compreso tra:
 dall’80% all’85% nel secondo trimestre del 2022
 dall’85% al ​​90% nel terzo trimestre del 2022
Tutti gli indici rispetto al rispettivo periodo del 2019.
La capacità in chilometri di posti disponibili per Transavia è prevista a un indice superiore a 100 per il secondo e terzo trimestre rispetto al 2019.
Prodotto
Si prevede un ambiente di rendimento sano per il resto del 2022 con una forte domanda estiva che porterà a livelli di rendimento superiori al 2019
Risultato operativo previsto
 Pareggio nel secondo trimestre
 Significativamente positivo nel terzo trimestre
Liquidità
Al 31 marzo 2022, il Gruppo dispone di 10,8 miliardi di euro di liquidità e linee di credito sufficienti.

La spesa Net Capex per l’intero anno 2022 è stimata in circa 2,5 miliardi di euro, che è l’80% relativa alla flotta e alla flotta e il 20% relativo a IT e terra.
Air France-KLM ha compiuto progressi nelle misure di rafforzamento del capitale proprio
Grazie all’ottima performance di KLM, l’RCF di KLM, sostenuto dallo Stato, è stato parzialmente rimborsato il 3 maggio per 311 milioni di euro. Inoltre, KLM prevede di rafforzare il proprio bilancio con risultati positivi. Ulteriori misure di equità sono previste per il prossimo anno.
Sono stati compiuti progressi nel rifinanziare fino a 500 milioni di euro delle attività di Air France, principalmente attraverso strumenti quasi azionari per riscattare gli aiuti di Stato francesi. Air France è attualmente impegnata in discussioni avanzate con vari partner.
Il Gruppo sta monitorando da vicino le misure di rafforzamento patrimoniale come un aumento di capitale con diritto di opzione per gli azionisti, nonché l’emissione di strumenti quasi azionari come obbligazioni perpetue straight e convertible, per ripristinare ulteriormente il patrimonio netto e accelerare il rimborso degli aiuti di Stato.
In totale, queste misure, compreso il rifinanziamento degli asset di Air France, potrebbero rappresentare fino a 4,0 miliardi di euro. La tempistica e il dimensionamento di ciascuna transazione dipenderanno dalle condizioni di mercato e rimarranno soggetti all’approvazione della Commissione Europea nonché alle approvazioni legali e regolamentari.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.