V-STAR ha in programma di portare aerei a decollo e atterraggio verticale (VTOL) in Australia per i viaggi regionali

il


Da The Lead South Australia:

Un’impressione artistica dei vari velivoli verticali di decollo e atterraggio che V-STAR sta pianificando di portare in Australia.

V-STAR ha in programma di portare aerei a decollo e atterraggio verticale (VTOL) in Australia per viaggi regionali, servizi aeromedici e di ricerca e soccorso e trasporto commerciale.

Sebbene non sia una novità – la tecnologia VTOL è stata utilizzata per decenni in aerei militari come l’Harrier Jump Jet – V-STAR ha contratti con operatori commerciali esteri per introdurre velivoli che abbiano la versatilità di un elicottero con la portata e la velocità di un tradizionale ad ala fissa aereo per l’Australia.

L’amministratore delegato e fondatore Tony Laws ha affermato che la società aveva la possibilità di inserire una flotta mista di quelli che sono anche noti come velivoli powerlift, incluso il rotore inclinabile AW609 della società italiana Leonardo, che è il primo aeromobile commercialmente certificato del suo tipo a livello globale .

“Questi nuovi progetti di aeromobili cambieranno il modo in cui affrontiamo i viaggi e i trasporti regionali in Australia”, ha affermato Laws.

“Ovunque abbiamo bisogno di portare persone e attrezzature in modo rapido ed economico è dove entrano in gioco questi aeroplani”.

Il tilt-rotor AW609 può essere dotato di funzionalità di verricello che lo renderebbero adatto alla ricerca e al salvataggio lungo le coste australiane. Foto: Leonardo

Laws ha affermato che V-STAR era anche in collaborazione con la società svizzera Dufour Aviation, che darà alla nuova avventura un accesso anticipato all’aereo di nuova generazione di Dufour chiamato Aero3, un aereo ibrido-elettrico ad ala inclinata.

Dufour è leader mondiale nei sistemi di propulsione elettrica per aeromobili e ha applicato i suoi sistemi di alimentazione elettrica ibrida ai nuovi progetti di aeromobili.

Laws, un pilota con esperienza nella ricerca e soccorso, ha affermato che l’Aero3 era perfetto per i servizi di emergenza in Australia. L’aereo, che può contenere una barella e due medici, può atterrare su quasi tutti gli eliporti ed è tre volte più economico da utilizzare rispetto a un aereo ad ala fissa e 10 volte più economico di un elicottero.

Secondo Laws, la propulsione ibrida-elettrica offre all’aereo da 2800 kg un’autonomia di oltre 1000 km e tre ore di autonomia.

V-STAR ha una partnership con la società svizzera Dufour Aviation per il suo aereo ibrido-elettrico ad ala inclinata Aero3.

Sascha Hardegger, Chief Commercial Officer di Dufour, ha affermato che V-STAR Powered Lift Aviation è un attore australiano che aspira a portare un servizio di viaggio unico nell’Australia regionale e metropolitana, utilizzando la versatilità dei velivoli a motore.

“Siamo orgogliosi di essere uno dei produttori chiave scelti con un accordo per il nostro Aero3 nel campo dei servizi di emergenza”, ha affermato Hardegger.

V-STAR sta anche esaminando il TriFan 600, sviluppato da XTI Aircraft negli Stati Uniti, che è un aereo canalizzato inclinato che è un’alternativa ai business jet leggeri e agli aerei di soccorso. Ha una velocità massima di 600 km/h e un’autonomia di 500 km, superando di gran lunga qualsiasi elicottero.

I servizi di trasporto con aerei come il TriFan 600 significherebbero che V-STAR potrebbe offrire voli di 45 minuti da Adelaide a Pt Lincoln per soli $ 85, ha affermato Laws.

Il TriFan 600 è un aereo con condotto inclinato sviluppato da XTI Aircraft a Denver, in Colorado.

Adelaide è stata scelta per il quartier generale di V-STAR perché Laws ha già un rapporto con il servizio di elicotteri Helistar Aviation presso l’aeroporto di Adelaide che aiuterebbe ad avviare la formazione e la certificazione dei piloti necessarie per introdurre i velivoli di sollevamento in Australia e nella regione.

Le leggi hanno affermato che sono anche in discussione con il governo dell’Australia meridionale su una delegazione commerciale nel 2023 per esaminare le prime prove australiane e la possibilità di una produzione avanzata con sede ad Adelaide.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.