Brussels Airlines riduce la perdita del primo semestre a 89 milioni di euro

il


Brussels Airlines chiude il suo primo semestre 2022 a -89 milioni di euro, in miglioramento del 38% rispetto all’anno precedente. I primi mesi dell’anno sono stati ancora condizionati dalle conseguenze di Omicron, mentre il mese di giugno è stato caratterizzato da quattro giorni di interruzioni del volo dovute ad azioni di sciopero. L’inflazione e gli elevati costi del carburante continuano a influenzare i risultati della compagnia aerea, ma grazie alla sua ristrutturazione, la compagnia aerea si è configurata con una posizione di costo competitiva per affrontare il futuro.

Nella prima metà di quest’anno, Brussels Airlines ha accolto a bordo dei suoi voli 2,73 milioni di passeggeri. Questo è tre volte superiore rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando la pandemia covid e i successivi divieti di viaggio hanno fatto precipitare la domanda di viaggi aerei.


​Brussels Airlines ha aumentato le sue entrate di 314 milioni di EUR o del 228% su base annua a 452 milioni di EUR nel primo semestre del 2022 (anno precedente: 138 milioni di EUR), grazie all’ampliamento delle operazioni di volo e ai rendimenti più elevati. I ricavi del primo semestre 2022 risentono ancora del rallentamento della domanda di inizio anno dovuto all’onda Omicron. Più tardi, a giugno, la compagnia aerea ha dovuto affrontare quattro giorni di interruzioni del piano di volo a causa di una manifestazione nazionale e di azioni sociali. Se non si considerano i giorni di sciopero, giugno è stato un mese positivo per l’EBIT, in linea con le stime del piano di ristrutturazione di Brussels Airlines.

​I costi operativi sono aumentati di un totale di 282 milioni di EUR o del 97% a 572 milioni di EUR (anno precedente: 290 milioni di EUR), a causa del volume più elevato e dei forti aumenti dei costi.

“Non solo lo sciopero ha intaccato i nostri risultati, ma anche l’indicizzazione automatica in Belgio ha fatto aumentare il nostro costo del lavoro del 6% solo quest’anno, dell’8% se consideriamo l’indicizzazione di novembre. Il prezzo del carburante ancora molto elevato e l’inflazione più generale, combinati con la posizione di forza del dollaro, fanno sì che i nostri costi siano aumentati notevolmente. L’impatto dello sciopero sulle nostre finanze mostra quanto sia cruciale la pace sociale per la nostra azienda e su questo fronte ci stiamo muovendo nella giusta direzione, creando una rinnovata partnership con i nostri sindacati. Continuiamo a lavorare su miglioramenti a lungo termine per assicurarci di creare crescita e prospettive per Brussels Airlines, salvaguardando al contempo l’equilibrio tra lavoro e vita privata dei nostri dipendenti”.
​Nina Oewerdieck, Chief Financial Officer di Brussels Airlines
Di conseguenza, l’EBIT rettificato nel periodo di riferimento è stato pari a -89 milioni di EUR (anno precedente: -143 milioni di EUR), con un miglioramento del 38% rispetto al primo semestre del 2021.

Vediamo un grande miglioramento del nostro risultato rispetto allo scorso anno e continueremo a vedere miglioramenti poiché abbiamo raggiunto una posizione di costo molto competitiva grazie al nostro programma di ristrutturazione e al nostro sviluppo positivo dei rendimenti. Anche operativamente stiamo andando abbastanza bene date le circostanze molto difficili nel settore dell’aviazione in tutta Europa a causa della rapidissima ripresa della domanda del mercato. Questo grazie agli sforzi di tutti i nostri dipendenti e di tutti i nostri partner”.
​Nina Oewerdieck, Chief Financial Officer di Brussels Airlines

Risultati H1 2022 Brussels Airlines
L’Africa resta una roccaforte
Il settore africano di Brussels Airlines continua a funzionare bene, come ha fatto durante la pandemia di Covid. In estate, l’offerta supera i livelli del 2019, grazie all’ampliamento della sua capacità in Africa. Con l’aggiunta di un 9° aeromobile a lungo raggio, Brussels Airlines ha rafforzato la sua posizione in Africa occidentale con l’apertura di Ouagadougou e Conakry. I primi risultati sembrano molto positivi.

Prospettiva
​Il quarto trimestre è ancora un punto interrogativo, poiché l’evoluzione del Covid è ancora sconosciuta.
​Dati gli alti costi imprevisti, il pareggio pianificato per l’intero anno non è più a portata di mano. Per il resto dell’anno, l’obiettivo di Brussels Airlines è di raggiungere un pareggio nel secondo semestre.

“Grazie a Reboot Plus ora siamo adeguatamente ristrutturati per raggiungere i nostri obiettivi. Siamo riusciti a portare la nostra azienda ad una posizione di costo molto competitiva. In combinazione con l’aumento di successo dei nostri rendimenti, siamo preparati per un futuro sostenibile. Tuttavia, i fattori di costo esterni possono ancora influenzare i risultati”.
​Nina Oewerdieck, Chief Financial Officer di Brussels Airlines

Dipendenti
​Nel primo semestre, Brussels Airlines ha chiaramente voltato pagina, passando dalla ristrutturazione alla crescita con una campagna di assunzioni di successo, dimostrando che la compagnia aerea rimane un datore di lavoro interessante sul mercato. Brussels Airlines impiega ora di nuovo più di 3.200 persone (+6% anno su anno a giugno). Attualmente sono ancora aperte 65 posizioni in diversi dipartimenti dell’azienda.

​Dal 1° luglio 2022, Tilman Reinshagen è entrato a far parte del consiglio di amministrazione di Brussels Airlines in qualità di Chief Operating Officer (COO).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.