International Airlines Group, i numeri dei primi 9 mesi del 2022

il


IAG ottiene un significativo aumento della redditività per tutte le sue compagnie aeree nel terzo trimestre
I risultati finanziari di IAG evidenziano per il periodo:
• Risultato operativo del terzo trimestre 1.208 milioni di euro (2021: perdita operativa 452 milioni di euro) e utile operativo prima degli elementi eccezionali 1.206 milioni di euro (2021: perdita operativa prima degli elementi eccezionali 485 milioni di euro)
• Risultato operativo dei nove mesi 770 milioni di euro (2021: perdita operativa 2.487 milioni di euro) e utile operativo prima degli elementi eccezionali 739 milioni di euro (2021: perdita operativa prima degli elementi eccezionali 2.665 milioni di euro)
• Utile al netto delle imposte ed elementi eccezionali del terzo trimestre 853 milioni di euro (2021: perdita di 574 milioni di euro) e utile al netto delle imposte prima degli elementi eccezionali 853 milioni di euro (2021: perdita di 606 milioni di euro)
• Utile al netto delle imposte ed elementi eccezionali dei nove mesi 199 milioni di euro (2021: perdita di 2.622 milioni di euro) e utile al netto delle imposte prima degli elementi eccezionali di 170 milioni di euro (2021: perdita di 2.775 milioni di euro)
• Forte liquidità al 30 settembre 2022:
• Liquidità totale aumentata a 13.488 milioni di euro (31 dicembre 2021: 11.986 milioni di euro)
• Liquidità1 di 9.260 milioni di euro, in aumento di 1.317 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2021
• Finanziamenti generali e aerei impegnati e non utilizzati per 4.228 milioni di euro (31 dicembre 2021: 4.043 euro
milioni); disponibilità di una linea di credito revolving di 1.755 milioni di dollari prorogata di un anno fino a marzo 2025
• Indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2022 in diminuzione di 609 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2021 a 11.058 milioni di euro
Le entrate totali sono state completamente recuperate nonostante una capacità inferiore rispetto al 2019
• Ricavi totali del terzo trimestre pari a 7.329 milioni di euro, lo 0,9% in più rispetto al 2019, nonostante le restrizioni imposte all’aeroporto di Londra Heathrow e alla rete Asia Pacific rimangano sostanzialmente chiuse
• I ricavi delle unità passeggeri sono aumentati nel terzo trimestre del 21,9% rispetto al 2019 (trimestre 2 in aumento del 6,4%)
• La capacità passeggeri nel trimestre 3 è stata dell’81,1% del 2019 rispetto al 78,0% nel trimestre 2, trainata principalmente dalla chiave di IAG
regioni dello shorthaul europeo (91% del 2019), Nord America (92%) e America Latina e Caraibi (75%)
• Il rendimento dei passeggeri per il terzo trimestre è stato del 22,9% in più rispetto al 2019 e il fattore di carico dell’87,0% è stato inferiore di soli 0,7 punti
• Entro la fine del terzo trimestre, le entrate premium per il tempo libero si erano completamente riprese al livello del 2019, nonostante la capacità fosse significativamente inferiore. Le entrate del canale aziendale sono tornate a circa il 75% del livello del 2019
• I costi unitari diversi dal carburante sono stati superiori del 25,5% rispetto al 2019 nel terzo trimestre, a causa della minore capacità gestita, dei cambi avversi e dell’inflazione
• La capacità di British Airways per il trimestre è stata in linea con le indicazioni precedenti e le prestazioni operative sono notevolmente migliorate durante il trimestre, con ulteriori miglioramenti pianificati per raggiungere i livelli previsti
• I piani complessivi di capacità passeggeri di IAG riguardano circa l’87% della capacità del 2019 per il quarto trimestre e circa il 78% per l’intero anno 2022
• Schema pensionistico principale (NAPS) di British Airways: i termini per la valutazione del 2021 concordati con gli amministratori, senza deficit
contributi di riduzione previsti nell’ambito del meccanismo di protezione dall’eccesso di finanziamento esistente

Luis Gallego, amministratore delegato di IAG, ha dichiarato:
“Abbiamo ottenuto un’altra forte performance nel terzo trimestre, con un utile operativo di 1,2 miliardi di euro e una liquidità di oltre 13 miliardi di euro. Tutte le nostre compagnie aeree sono state significativamente redditizie e continuiamo a vedere una forte domanda di passeggeri, mentre la capacità e i fattori di carico si riprendono.
“La domanda per il tempo libero è particolarmente sana e le entrate del tempo libero sono tornate ai livelli pre-pandemia. I viaggi d’affari continuano a riprendersi costantemente.
“Vorrei ringraziare i nostri dipendenti in tutto il Gruppo per il loro duro lavoro che è stato fondamentale per la nostra ripresa. Questa forte performance commerciale ci consente di continuare a investire nei nostri clienti, nelle nostre persone e nel nostro programma di sostenibilità leader del settore.
“Siamo lieti che i nostri azionisti abbiano recentemente approvato l’acquisizione di 87 nuovi velivoli a corto raggio che ci porteranno risparmi sui costi a lungo termine, minori emissioni di carbonio e una migliore esperienza del cliente.
“Sebbene la domanda rimanga forte, siamo consapevoli delle incertezze sulle prospettive economiche e delle continue pressioni sulle famiglie. In questo contesto, ci concentriamo sull’adattamento delle nostre operazioni per soddisfare la domanda, sul rafforzamento del nostro bilancio ricostruendo la nostra redditività e i nostri flussi di cassa e capitalizzando il nostro elevato livello di liquidità. Questo ci consentirà di allocare capitale investendo in modo disciplinato nel nostro servizio e nelle nostre persone, per costruire capacità e consentire la crescita futura.
“Mentre rafforziamo la nostra resilienza operativa, siamo fiduciosi nei nostri punti di forza come Gruppo: in primo luogo, un portafoglio di marchi di compagnie aeree leader; secondo, posizioni di leadership nei nostri mercati e hub chiave; e in terzo luogo, la flessibilità offerta da IAG per promuovere l’efficienza operativa e l’innovazione. Questi ci consentiranno di tornare ai livelli di profitto pre-COVID e di generare valore a lungo termine per tutti i nostri stakeholder”.
Prospettive di trading
Agli attuali prezzi del carburante e tassi di cambio, IAG prevede che il suo utile operativo pre-eccezionale per il 2022 sarà di circa 1,1 miliardi di euro. Il flusso di cassa netto da attività operative dovrebbe essere significativamente positivo per l’anno. Ciò presuppone che non ci siano ulteriori battute d’arresto legate al COVID-19 e agli impatti materiali degli sviluppi geopolitici. L’indebitamento netto dovrebbe aumentare entro la fine dell’anno, legato ai modelli stagionali di prenotazione e alle spese in conto capitale associate alle consegne di aeromobili nel quarto trimestre.
La capacità del quarto trimestre 2022, misurata in ASK, dovrebbe essere circa l’87% del 2019, con una capacità per l’intero anno 2022 di circa il 78% del livello del 2019. La capacità nel primo trimestre del 2023 dovrebbe essere di circa il 95% del 2019.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.