Amarcord: la pubblicità della McDonnell-Douglas

il

Non ci sono i titoli Alitalia, ma la livrea è completa. E’ degli anni ’80 la foto e fa la promozione al velivolo di punta di quei momenti per il costruttore americano di Long Beach, il MD-80. Il leiy motiv “L’MD-80. i passeggeri lo preferiscono per i suoi larghi spazi.

Come sempre si puntava al fatto, che rispetto al suo competitor, il b737, quattro su cinque passeggeri potevano avere la preferenza di essere al finestrino, oppure al corridoio. Da aggiungere il fatto che la sistemazione 3-2 per fila permetteva alle coppie di essere da soli e non avere a fianco nessuno. Oggi è l’A220-100 e -300 a poter offrire la stessa sistemazione e si continua a puntare su questa cosa e sul fatto dei 4 su 5 posti rispetto al 3-3. Oltre al fatto che a bordo c’era spazio per i bagagli sotto il sefile di fronte oppure nelle generose cppelliere sopra i posti.

Si aggiunge il fatto che l’aereo aveva un buon comfort bordo durante voli.

Alitalia nei diversi ordini piazzati al costruttore americano ne comprò alla fine ben 90 aerei. Era il vettore con la flotta più importante in Europa. L’aereo seguiva il DC9-32 acquistato anch’esso in una cinquantina di esemplari e che vissero per molto tempo insieme garantendo la fascia sotto i 125 posti per il DC9-32 e da 133 a 172 posti a differezne se era doppia classe o classe singola alta densità con ATI.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.