Emirates Sky Cargo: ulteriori frequenze per gli aeroporti di Venezia e Bologna

il

  • Nel nostro Paese, lo scorso anno il settore cargo ha registrato un andamento molto positivo: Emirates Sky Cargo ha operato oltre 800 voli e trasportato circa 30.000 tonnellate di merci sulla rotta Italia-Dubai e non solo.
  • Tra le merci più trasportate dal Bel Paese ci sono prodotti farmaceutici, prodotti freschi (il meglio della produzione italiana), moda, macchinari e pezzi di ricambio.

Secondo le previsioni dell’International Air Transport Association (IATA) nel 2023 la domanda del trasporto aereo di merci sarà in calo del 4%, mentre anche i rendimenti e i ricavi dovrebbero indebolirsi rispetto ai livelli del 2022. Nonostante questo, l’Italia rappresenta un caso virtuoso in quanto sta invertendo questa tendenza anche grazie alle nuove frequenze di Emirates SkyCargo – la divisione dedicata al cargo di Emirates – previste per i gateway di Bologna e Venezia. Questi due gateway insieme a quelli di Roma e Milano non si sono mai fermati e hanno continuato a operare anche durante il periodo pandemico e oggi, con l’aggiunta dei voli supplementari dagli aeroporti di Bologna e Venezia, Emirates SkyCargo raggiungerà i 48 voli settimanali. 

Le ragioni di questo trend positivo sono da ricercarsi in una maggiore capacità dei particolari aeromobili utilizzati nel nostro Paese: in Italia, infatti, Emirates Sky Cargo opera da una parte con freighter ad hoc, e, dall’altra, usa le stive degli aerei passeggeri, sia A380 che Boeing 777 per caricare le merci. A Milano Emirates Sky Cargo opera con l’A380, all’aeroporto Leonardo da Vinci-Fiumicino opera sia con il Boeing 777 che con l’A380, mentre a Venezia e Bologna opera solo con il Boeing 777.

“L’introduzione di frequenze aggiuntive da Venezia e Bologna è il segno tangibile che l’Italia sta diventando uno dei nostri Paesi più all’avanguardia in Europa. L’anno scorso, il trasporto merci, ha registrato un trend molto positivo in Italia: abbiamo operato circa 800 voli tra passeggeri e cargo; abbiamo anche deciso di nominare un GSSA (General Sales & Service Agent), Cargo Plus, che ha contribuito in larga misura al raggiungimento di questi numeri di successo ampliando i prodotti disponibili sul mercato italiano, grazie anche all’aumento del numero di dipendenti, che oggi raggiunge le 30 unità. E prevediamo di confermare questo trend anche nel 2023”, ha dichiarato Jeffrey Van Haeften, VP Cargo Global Sales & Commercial – Europe. “L’incremento più significativo” – continua Van Haeften – “deriva dalle richieste di trasporto di prodotti deperibili che richiedono una temperatura costante e controllata, quali i prodotti farmaceutici, quelli alimentari freschi ma anche dal trasporto di macchinari e pezzi di ricambio, senza dimenticare il meglio del Made in Italy in termini di articoli di moda. Tutte queste caratteristiche rendono Emirates SkyCargo universalmente famosa e riconosciuta quale servizio premium e stiamo lavorando per migliorare costantemente la varietà dei prodotti e delle destinazioni offerte con l’obiettivo di essere la prima scelta per i nostri clienti”.

Il business del cargo, inoltre, riesce a dare una spinta alle economie locali dei Paesi in cui opera, in quanto consente alle imprese di accorciare i tempi di consegna e di ridurre al minimo gli elevati costi di magazzino, con il conseguente vantaggio di soddisfare rapidamente le esigenze dei clienti in modo efficace e conveniente. Al giorno d’oggi, infatti, è di fondamentale importanza poter facilitare il trasporto delle merci e offrire soluzioni rapide alle aziende locali che esportano i loro prodotti all’estero.

Lo scorso anno, Emirates Sky Cargo ha trasportato circa 30.000 tonnellate di merci sulla rotta Italia-Dubai e non solo. Le principali destinazioni delle esportazioni italiane che viaggiano con SkyCargo sono Dubai, gli Emirati Arabi Uniti, Cina, Corea del Sud, Giappone, New York e Messico, mentre le merci più trasportate dal Bel Paese sono i prodotti farmaceutici, i prodotti freschi, di moda, macchinari, pezzi di ricambio, prodotti tessili, gli articoli in pelle e, più di recente, anche auto di lusso. A livello globale, Emirates SkyCargo opera circa 3.900 voli settimanali dal suo hub internazionale di Dubai. 

Il cargo è stato, inoltre, protagonista indiscusso durante il periodo della pandemia, trasportando forniture mediche necessarie e urgenti, tra cui dispositivi di protezione individuale (come guanti e mascherine), attrezzature mediche, dispositivi elettronici come smartphone, laptop e tablet (essenziali per attività come il lavoro e l’apprendimento a distanza), generi alimentari di prima necessità come frutta, verdura e carne.

Le frequenze aggiuntive che saranno introdotte da Venezia e Bologna sono state celebrate con due importanti eventi dedicati ai clienti, alle autorità aeroportuali e a tutti gli attori interessati. I due eventi si sono svolti a Venezia il 7 marzo presso la Palazzina Grassi, una location super glamour, realizzata dall’archistar Philippe Starck, e a Bologna il giorno successivo presso il prestigioso Palazzo di Varignana. Si è trattata di un’ottima occasione per riunire l’intera comunità del cargo aereo dopo il periodo di pausa dovuto alla pandemia.

Pubblicità

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.