Etihad Aviation Group organizza una missione umanitaria per i rifugiati Rohingya

 

Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti – Etihad Aviation Group (EAG) ha lanciato una missione umanitaria a supporto delle famiglie di rifugiati Rohingya. La missione ha avuto inizio con la distribuzione di capi d’abbigliamento, alimenti secchi e coperte a oltre 3.000 famiglie Rohingya stanziate a Bahukhali Bazar, in Bangladesh.

Il progetto è stato sovvenzionato da generose donazioni in miglia da parte di membri Etihad Guest, che si aggiungono alle offerte elargite in occasione di diversi eventi sportivi e iniziative sociali tenutesi ad Abu Dhabi, come anche attraverso il progetto e-Dirham.

La missione include anche la distribuzione di aiuti umanitari presso un ospedale gestito congiuntamente da Malesia, Emirati Arabi Uniti e dal Regno dell’Arabia Saudita.

La delegazione di Etihad Airways Group comprende Khaled Al Mehairbi, Senior Vice President & General Manager di Etihad Airport Services – Ground, and CSR Strategy, Ali Al Shamsi, Vice President Global Airports, e Dougie Douglas, General Manager commercial activities in Bangladesh, Sri Lanka e Nepal.

A inizio anno, EAG ha annunciato un programma annuale di attività e iniziative umanitarie, che contribuisce a suggellare il 2018 come l’Anno di Zayed.

Al Mehairbi ha affermato: “Oggi la popolazione Rohingya vive in condizioni disperate ed è nostro compito fornire loro tutto il sostegno in nostro potere. In linea con le decennali attività umanitarie promosse dal nostro padre fondatore Sheikh Zayed, Etihad Aviation Group spera di poter migliorare, anche in piccola parte, le attuali condizioni della popolazione Rohingya”.

Negli ultimi mesi, centinaia di migliaia di appartenenti alla minoranza etnica Rohingya, in prevalenza di donne e bambini, neonati compresi, sono scappati dalle violenze in atto a Cox’s Bazaar, una città del Bangladesh. Si tratta dell’emergenza rifugiati in più rapida crescita a livello mondiale. Molti esuli hanno subito forti traumi, sia per via degli attacchi sia per il difficile viaggio che hanno intrapreso per raggiungere i confini del Bangladesh. Sono arrivati affamati, in precarie condizioni di salute e in disperato bisogno di un primo soccorso.

Questa missione umanitaria, nata dall’accordo tra Etihad Aviaton Group e l’Ambasciata degli Emirati Arabi Uniti in Bangladesh, si è svolta in collaborazione con la Mezzaluna Rossa degli Emirati Arabi Uniti e del Bangladesh.

Il Governo degli Emirati Arabi Uniti ha già stanziato 7 milioni di dollari da destinare alla comunità Rohingya.

Negli ultimi cinque anni, Etihad Aviation Group ha fornito supporto ai rifugiati in Grecia, Serbia, Libano e Giordania.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...