VALTELLINA E IL RISVEGLIO DELLA NATURA

LA NEVE LASCIA SPAZIO AI COLORI. SI RESPIRANO NUOVI PROFUMi. SENSAZIONI NUOVE SI SPRIGIONANO E IL PAESAGGIO CHE CIRCONDA LA VALTELLINA CAMBIA RADICALMENTE

Le temperature più miti invogliano sicuramente a trascorrere maggior tempo all’aria aperta per dedicarsi a numerose attività in mezzo alla natura. La Valtellina, località montana situata a nord della Lombardia, grazie al suo variegato territorio, incontra gli interessi di tutti: sportivi, famiglie, amanti della montagna e di chi semplicemente vorrà concedersi una pausa dalla frenesia della città.
È possibile ammirare la trasformazione del paesaggio Valtellinese pedalando lungo il Sentiero Valtellina che costeggia le rive del fiume Adda, oppure lungo la Ciclabile della Valchiavenna.
I due tracciati, per lo più pianeggianti o con pendenze lievi, sono alla portata di tutti, anche di famiglie con bambini. Si può scegliere anche solo di esplorarne un breve tratto, fermandosi per un picnic in una delle numerose aree di sosta. La ferrovia corre parallela a buona parte dei due tracciati, si può quindi arrivare e ripartire in treno anche portando con sé la propria bicicletta.
Per chi invece predilige la mountain bike, la Valtellina è un’immensa palestra a cielo aperto. In ogni angolo un percorso: dai più semplici ai più tecnici e impegnativi, dai più pianeggianti a quelli con oltre 1000 – 1500 metri di dislivello.
Per i più esperti e per chi vuole ammirare il fondovalle letteralmente dall’alto verso il basso, la Via dei Terrazzamenti è il percorso sicuramente più adatto. Attraversa per circa 70 chilometri le aree terrazzate della Valtellina poste sul versante soleggiato tra le città di Tirano e Morbegno. Questo suggestivo itinerario, percorribile a piedi o in bici, permette di ammirare i principali punti di interesse paesaggistico ed enogastronomico del territorio.

Con la bella stagione dal 25 aprile, riapre anche il Rent Bike Palù, con nuove ed interessanti iniziative per gli appassionati delle due ruote.
Il campo base sarà posizionato a Vassalini, ai piedi delle Funivie al Bernina.
Il noleggio delle biciclette, pensato non solo per supportare gli operatori del territorio, risulta essere un ulteriore servizio per tutti i turisti presenti nel periodo pre-estivo.
Per chi invece predilige il ritmo lento, tanti sono i sentieri e i percorsi che si possono percorrere a piedi. Infatti, camminare su un sentiero di montagna è un piacere tanto semplice quanto appagante per chi visita la Valtellina. Vastissima la scelta.
Durante la stagione estiva suggestivi percorsi, seppur impegnativi sono: l’Alta Via della Valmalenco, il Sentiero Roma e la Via Spluga.
L’Alta Via della Valmalenco, lunga 130 chilometri, la si può percorrere in 8 tappe tra i 1000 e i 3182 metri. Un viaggio di rara bellezza dominato dalle cime del Pizzo Scalino e del Bernina.
Il Sentiero Roma, invece, porta alla scoperta delle cime della Val Masino: dal Pizzo Badile al Cengalo fino al Disgrazia. Al passo del Maloja inizia la Via Bregaglia che consente di raggiungere le cascate dell’Acquafraggia.

i può camminare con tranquillità tra natura e cultura anche lungo la Via Spluga, sentiero escursionistico – culturale lungo 65 km nelle Alpi centrali che da secoli unisce le due località di Thusis e Chiavenna. E’ un itinerario a tappe che può essere organizzato su misura per i turisti con una durata da 5 a 7 giorni, pernottando nei caratteristici paesi, spesso in locali e locande storiche.
I più atletici e avventurosi potranno cimentarsi invece nella via ferrata della Valchiavenna. Questo itinerario, che si è concluso nel 2015, ha permesso di riscoprire un itinerario storico, ai più sconosciuto. Questa via ferrata si innalza lungo la parete che sovrasta la località Bette. Ottima l’esposizione anche per una salita nella calura estiva (le migliori quelle autunnali /primaverili), stupendo il panorama che, dominando i tetti di Chiavenna, spazia dal Lago di Mezzola, al Pizzo di Prata, al Pizzo Badile, alle cime dello Spluga. per chi volesse è possibile affrontare la risalita anche accompagnati da una guida alpina.
La Valtellina si può scoprire anche facendo un’emozionante passeggiata all’aria aperta in sella a un cavallo. Tutti possono vivere questa esperienza: sia esperti di equitazione, sia chi ha voglia di provare per la prima volta ad avvicinarsi a questo mondo, grazie alla presenza di diversi centri ippici e di personale qualificato.
Si può partire dalle sponde pianeggianti dell’Adda per poi risalire le valli del Parco delle Orobie Valtellinesi alla scoperta di una natura selvaggia. L’equitazione si pratica anche nelle località di alta montagna: a Bormio le uscite a cavallo portano direttamente nel cuore del Parco dello Stelvio. Silenzio e tranquillità, accompagnati solo dal rumore degli zoccoli sul terreno e dall’andatura del cavallo, vero protagonista di questa esperienza.
Non solo equitazione ma anche alpaca che si possono visitare presso l’Azienda Agricola La Foppa di Caspoggio. Con il loro elegante passo a ritmo lento ci si potrà far accompagnare, camminando al loro fianco, attraverso splendidi itinerari della Valmalenco.
Chi invece predilige la pianura, e non vuole rinunciare agli alpaca, non può non visitare la fattoria Bella Vita Alpaca di Busteggia.

Tante le proposte per poter vivere appieno la natura che si risveglia e che chiama tutti a perderne parte, a seconda della propria inclinazione.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.