Come colmare il gap delle skills nel settore Hospitality

Come colmare il gap delle skills nel settore Hospitality: le capacità necessarie per il successo dei futuri leader del settore

Il dott. Stuart Jauncey, Managing Director di Les Roches Global Hospitality Education – prestigioso istituto universitario che offre corsi per neodiplomati e laureati nei campi dell’ospitalità, turismo e management eventi – identifica i talenti e le capacità che gli aspiranti leader dell’ospitalità devono avere per ottenere il successo.

Il settore dell’ospitalità è un “datore di lavoro” globale e sempre in continua evoluzione che, secondo il World Travel & Tourism Council, fornisce 1 posto di lavoro su 10 al pianeta. Con un tasso di crescita annua di quasi il 4%, l’industria deve affrontare una carenza di competenze che appresenta un ostacolo per le imprese del settore e  che potrebbe minacciare 14 milioni di posti di lavoro entro il 2025.
Il bisogno del settore di “talenti educati” si riscontra anche negli alti tassi di occupazione dei laureati in Hospitality Management. ALes Roches Global Hospitality Education, infatti, oltre il 90% degli studenti riceve una o più offerte di lavoro entro il giorno della laurea.

In questo panorama così complesso e in continua evoluzione, Stuart Jauncey – Managing Director di Les Roches Global Hospitality Education ha individuato quali sono le skills che i futuri leader del settore Hospitality devono coltivare per incontrare le esigenze del settore.

1. Esperienza operativa
Il know-how operativo è una delle capacità fondamentali per i futuri manager dell’ospitalità. I dipartimenti più operativi come la reception, l’assegnazione delle camere e il food&beverage costituiscono, infatti, la “spina dorsale” su cui si fonda l’esperienza ospite.
A Les Roches, gli studenti della laurea triennale trascorrono il loro primo semestre ad approfondire questo aspetto operativo nel campus. Assumono ruoli diversi come front office, cucina e servizio, acquisendo esperienza in situazioni che simulano la realtà e le tendenze emergenti, come la ristorazione sostenibile farm-to-table. Gli studenti sviluppano ulteriormente le loro abilità pratiche lasciando il campus per uno stage di sei mesi in Hospitality Operations, il primo dei due semestri di stage richiesti. Attraverso queste esperienze, non solo padroneggiano le varie funzioni più operative ma sviluppano anche competenze altre fondamentali trasversali come la comunicazione interculturale, l’attenzione ai dettagli e la flessibilità.

2. Soft Skills e intelligenza emotiva
Nel 2017, il professor David Deming di Harvard ha pubblicato un articolosulla crescente importanza delle abilità sociali, in cui ha osservato come, poiche l’automazione sostituisce sempre più il lavoro di routine, la creatività e l’intelligenza sociale saranno competenze essenziali per la maggior parte dei nuovi posti di lavoro creati entro il 2030. Tuttavia, solo il 36% dei Millennial e il 29% degli appartenenti alla Generazione Z, nel mondo, sentono di possedere queste capacità, incluse la fiducia in sé stessi e capacità interpersonali.

L’importanza dell’intelligenza emotiva e delle soft skills non può essere sottovalutata nell’ospitalità, un settore incentrato sulle persone e che si basa sulla creazione di esperienze.
I manager e il loro staff si affidano alla sensibilità, alla flessibilità e alle eccellenti capacità comunicative per costruire le relazioni con gli ospiti.
Inoltre, con oltre un miliardo di viaggiatori internazionali ogni anno, la consapevolezza di diversi punti di vista è indispensabile per fornire un livello personalizzato di servizio. I laureati con esperienza internazionale scopriranno che le lezioni apprese all’estero, come le competenze di lingua straniera, la gestione multiculturale del team e l’adattabilità, sono vantaggi in una vasta gamma di settori oltre all’ospitalità. Ecco perché Les Roches s’impegna a fornire agli studenti un’esposizione globale, anche attraverso stage internazionali, un corpo studentesco diversificato che rappresenta più di 100 nazionalità e opportunità di studio all’estero attraverso una rete globale di campus.

3.Processo decisionale data-driven e approccio innovativo
I manager di oggi hanno anche bisogno di interpretare i dati e adattare di conseguenza le strategie di business. Potenti strumenti come Tableau hanno trasformato il modo in cui possiamo visualizzare i dati.
I leader devono, però, sapere come trasformare questi dati in decisioni aziendali intelligenti, capacità che è la chiave per offrire esperienze eccellenti agli ospiti.
È fondamentale, dunque, essere esperti di digitalizzazione al fine di sfruttare gli strumenti più recenti e saper adottare soluzioni fuori dagli schemi per rimanere competitivi. Les Roches mira a sviluppare sia competenze digitali che una mentalità imprenditoriale attraverso l’apprendimento centrato sullo studente e la realizzazione di progetti nel mondo reale. Gli studenti possono sperimentare le tecnologie più recenti presso l’Innovation Lab, mentre una partnership con gli incubatori di talenti Seedstars consente loro di affinare le capacità di pianificazione aziendale e pitching. Inoltre, Les Roches offre lauree specialistiche in Digital Marketing e Hospitality Entrepreneurship.

4.Imparare grazie all’esempio
Sviluppando queste competenze, i leader dell’ospitalità saranno meglio equipaggiati per gestire team diversi, adattarsi alle tendenze emergenti e cogliere nuove opportunità.
Queste capacità sono state ben interiorizzate negli ex-alunni, molti dei quali sono leader del settore e imprenditori di successo. Prendiamo, ad esempio, il caso di Series of Intentions, un gruppo di ristoranti e bar fondato da due laureati presso Les Roches: Sharon Lee e Javier Perez. Quello che è iniziato come un singolo ristorante a Singapore è sbocciato in una varietà di punti vendita a Singapore, Bali e Jakarta, con altri in arrivo.
 
Info sull’autore: Dr Stuart Jauncey ricopre il ruolo di Managing Director di Les Roches Global Hospitality Education. Accreditato accademico e professionista nel campo dell’ospitalità, ha trascorso gli ultimi dieci anni come Dean dell’Emirates Academy of Hospitality Management (EAHM) a Dubai.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.