EMILIA ROMAGNA FESTIVAL presenta “SUONI E COLORI DELLA SPAGNA DEL ‘900”

Germana Porcu, violino

Roberto Porroni, chitarra

musiche di de Falla, Garcia Lorca, Nin, Albéniz, Sanlúcar, Lecuona, Obradors

Venerdì 7 settembre – ore 18.00

BOLOGNA – Marconi Business Lounge

Primo Piano Terminal Passeggeri – Aeroporto G. Marconi

Venerdì 7 settembre alle ore 18.00, presso la Marconi Business Lounge dell’Aeroporto di Bologna, si avvierà alla chiusura la stagione estiva dell’Emilia Romagna Festival 2018, con “Suoni e colori della Spagna del ‘900”, un viaggio nella grande stagione della musica spagnola del ‘900 nelle opere di De Falla, Garcia Lorca, Manolo Sanlucar e tanti altri, in compagnia del duo formato da Roberto Porroni uno dei più noti esponenti del concertismo chitarristico e Germana Porcu giovane ma già affermata violinista. Il concerto rientra nell’ambito della seconda edizione del Marconi Music Festival, la rassegna musicale dell’Aeroporto di Bologna.

Non tutti sanno che il grande poeta spagnolo Federico Garcia Lorca, d’anima sensibile ed esuberante, prima di essere poeta e drammaturgo, fu un musicista innamorato della tradizione popolare. Fondante per lui fu l’incontro con Manuel de Falla, un vero vate per il poeta spagnolo. Attraverso lo schermo della cosiddetta “musica colta”, Garcia Lorca, nel corso degli anni, riuscì a compiere un processo di riavvicinamento all’anima musicale, popolaresca, che lo abitava fin da bambino, riappropriandosi di quei simboli e di quei suoni che sembravano ormai relegati a una componente di una lega meno preziosa. Lo stesso de Falla fu fondamentale per il ‘900 spagnolo, riportando in auge lo strumento della chitarra, tipico delle melodie iberiche ma condannato all’oblio dal Tardo Romanticismo Ottocentesco. Questi sono i suoni, questi i colori e i sapori e lo stato dell’Arte che il duo composto da Germana Porcu al violino e Roberto Porroni alla chitarra porterà all’Emilia Romagna Festival.

Roberto Porroni, vero catalizzatore di talenti, è uno dei più noti e apprezzati artisti del concertismo chitarristico. Dopo aver vinto molti premi giovanili ed essersi perfezionato con Julian Bream e John Williams, nel 1978 è stato invitato personalmente in Spagna da Andrés Segovia iniziando una brillante carriera internazionale che ha moltiplicato le sue esibizioni in tutta Europa, in Nord America, in Medio Oriente, in Corea, Giappone, Singapore, in Australia, in America Latina e in Sud Africa, suonando per le maggiori istituzioni concertistiche, dal Musikverein di Vienna, alla Filarmonica di S. Pietroburgo, dalla Oji Hall di Tokio al Teatro Colon di Buenos Aires. Intensa è la sua attività discografica (ha inciso dodici CD) e musicologica (sua è la prima edizione completa delle opere per chitarra di Niccolò Paganini). Si è laureato in Lettere, con tesi in Storia della Musica, presso l’Università Statale di Milano

La violinista Germana Porcu, invece, vincitrice di numerose borse di studio, tra cui una donata dal M.o Claudio Abbado, si è esibita in numerosi concerti come solista e in ensemble di musica da camera in Italia, Germania, Francia, Svizzera, Spagna, ed è collaboratrice costante del Maestro Roberto Porroni, sia in Italia che all’estero. Dal 2015 suona stabilmente in duo con la pianista Sara Costa, con la quale nel 2018 ha registrato le sonate per violino e pianoforte di C .Nielsen. Nel 2016 ha formato il Trio Carducci, sempre con la pianista Sara Costa, insieme alla violoncellista Matilda Colliard. Hanno di recente videoregistrato il Trio élégiaque di Rachmaninov e stanno completando la registrazione delle Stagioni di Tchaikovsky, arrivando anche a vincere il II Premio al Grand Prize Virtuoso Competition di Londra, debuttando nell’Aprile 2017 alla Royal Albert Hall (Elgar Room). Nel 2018, invece, il Trio è stato ricco di impegni: a marzo alla prestigiosa St. Martin in the Fields di Londra, a giugno una tournée in Cina, mentre sta venendo pubblicato

per l’etichetta discografica internazionale Brilliant Classics il loro primo CD, dedicato al compositore russo A. Arensky. Germana Porcu suona un violino Riccardo Antoniazzi 1910, gentilmente concesso dalla Fondazione Monzino di Milano.

All’insegna di una collaborazione pluriennale, location d’eccezione sarà la Marconi Business Lounge dell’Aeroporto G. Marconi, a Bologna. L’idea di una iniziativa così particolare nasce da un’identica concezione della musica e del viaggio, per l’ERF e l’Aeroporto Marconi. Così i viaggiatori, i curiosi e gli appassionati potranno trovare un’oasi di relax e un piccolo spazio per l’Arte in luogo per definizione caotico e poco confortevole.

Al termine del concerto sarà offerto al pubblico presente un aperitivo a cura di La ghiotta e Marchesi di barolo.

Ingresso con prenotazione obbligatoria sul sito http://www.erfestival.org oppure telefonica a ERF 0542 25747

GRAZIE AL SOSTEGNO DI

Aeroporto di Bologna

VIP Lounge Bologna Airport

PROGRAMMA

Manuel De Falla Danza del juego de amor Danza del terror Danza de la molinera Danza del molinero

Federico Garcia Lorca Zorongo – Sevillanas

F.J. Nin Suite Espagnole

Manuel De Falla Canciones populares españolas: Cancion – Nana – Seguidilla murciana – Asturiana – Polo

Isaac Albéniz Granada

Manolo Sanlúcar Panaderos Flamencos

Ernesto Lecuona Malagueña

Fernando Obradors El Vito

Elaborazioni di Roberto Porroni

CURRICULA ARTISTI

Germana Porcu ha iniziato presto gli studi musicali guidata dal M ° F. Cusano. Ha conseguito il diploma di II livello con il massimo dei voti.

Ha vinto numerose borse di studio e primi premi, tra cui una borsa di studio donata dal M.o Claudio Abbado. Si è esibita in numerosi concerti come solista e in ensemble di musica da camera in Italia, Germania, Francia, Svizzera, Spagna.

Ha frequentato masterclass con i Maestri I. Volochine, S. Makarova, P. Vernikov, e si è perfezionata con il M.o F. Cusano a Fiesole (Firenze), con il M.o S.Gessner a Parigi e con il M.o K. Sahatci a Lugano.

Dal 2015 suona stabilmente in duo con la pianista Sara Costa, con la quale, nel 2018 ha registrato le sonate per violino e pianoforte di C.Nielsen, che saranno a breve pubblicate per l’etichetta discografica OMK-Da Vinci.

Nel 2016, assieme alla pianista Sara Costa e violoncellista Matilda Colliard, ha formato il Trio Carducci. Hanno di recente videoregistrato il Trio “élégiaque” di Rachmaninov e stanno completando la registrazione delle “stagioni” di Tchaikovsky (trascrizione per trio con pianoforte di Goedicke). Hanno vinto il II premio al Grand Prize Virtuoso Competition di Londra e nell’Aprile 2017 hanno debuttato alla Royal Albert Hall (Elgar Room). Il 2018 è ricco di novità per il Trio: a marzo un concerto nella prestigiosa St. Martin in the Fields di Londra , a giugno una tourneè in Cina, e verrà pubblicato per l’etichetta discografica internazionale Brilliant Classics il loro primo CD, dedicato al compositore russo A. Arensky

Dal 2016 suona nell’Ensemble Duomo, diretto dal M.o Roberto Porroni , col quale svolge un’importante attività concertistica in Italia e all’estero.

Suona un violino Riccardo Antoniazzi 1910 gentilmente concesso dalla Fondazione Monzino di Milano.

Roberto Porroni è uno dei più noti esponenti del concertismo chitarristico. incitore di numerosi concorsi giovanili, si è perfezionato con Julian Bream e John Williams. E’ stato invitato in Spagna da Andrés Segovia iniziando una brillante carriera internazionale che lo ha portato ad esibirsi in tutta Europa, in America del Nord, in Medio Oriente, in Estremo Oriente (Giappone, Corea, Singapore, Vietnam), in Sud Africa, in America Centrale e del Sud, in Australia, suonando per le maggiori istituzioni concertistiche (Musikverein di Vienna, Scala di Milano, Filarmonica di Berlino, Fairfield Hall di Londra, Filarmonica di San Pietroburgo, World Bank Auditorium di Washington, Mac Millan Theatre di Toronto, Simon Fraser University di Vancouver, Musikhalle di Amburgo, Gewandhaus di Lipsia, Palacio de Queluz di Lisbona, Ateneo di Madrid, Accademia Chopin di Varsavia, Seul Arts Center, Oji Hall di Tokyo, Melba Hall di Melbourne, Teatro Colon di Buenos Aires). Collaboratore della Radio Televisione Italiana, per cui ha curato molte trasmissioni sulla chitarra, ha registrato anche per numerose emittenti straniere. Ha inciso in prima esecuzione i manoscritti per chitarra di Niccolò Paganini, dei quali ha curato anche la revisione critica, importante evento nel mondo musicologico. Grande successo hanno riportato le sue tournée in Russia, Canada e Stati Uniti (dieci tournée), dove si è esibito nelle principali città (Chicago, Washington, New York, Detroit, Miami, Toronto, Montreal, Vancouver, Ottawa, Houston) e in Estremo Oriente (sette tournée), con concerti nelle più importanti sale dalla Oji Hall di Tokyo al Seoul Arts Center. Ha fondato l’Ensemble Duomo, con cui si è esibito in tutto il mondo per le più importanti istituzioni musicali con tournée in Giappone, Argentina, Brasile e in numerosi paesi europei, caratterizzandosi con proposte particolari ed innovative. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento in diversi paesi. E’ direttore artistico de “I concerti della domenica” di Milano, del Festival “Musica e Natura” (Grigioni – Svizzera) e del Festival “Tra Lago e Monti”. Si è laureato in Lettere, con tesi in Storia della Musica, presso l’Università Statale di Milano.

INFO SUL LUOGO

https://www.emiliaromagnafestival.it/2017/06/14/bologna-aeroporto-marconi-business-lounge/

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.