Yeah, that’s Greenville! “Must See” per New York Times e National Geographic’s Traveler. Cominciate a pianificare la scoperta dell’Upcountry del South Carolina!

il

 


Greenville
South Carolina –  è meta top per la vacanza, il divertimento, lo sport e l’avventura. Si parla tanto della sua scena culinaria per la sua eclettica collezione di oltre 90 ristoranti e pub, che ne fanno un “foodie paradise”. Nominata tra le “Top 20 America’s Favorite Cities for Food” da Travel + Leisure, presenta caffè deliziosi, un vivace farmers market, un pluripremiato birrificio.L’evento clou di fine settembre ove non manca abbondante musica è EUPHORIA, da oltre una decina d’anni: “Eat, Sip, Listen” è una cornucopia di assaggi, dimostrazioni culinarie, seminari sul vino, cene di celebri cuochi con plurime portate, esperienze musicali e concerti dal vivo di cantanti famosi. Greenville è una piccola e allegra cittadina di 62.000 abitanti circa ai piedi delle Appalachian Mountains, con uno spettacolare Falls Park sul fiume Reedy River, luogo perfetto per un picnic, una camminata o una gita in bici e l’iconicoLiberty Bridge per gustare la bellezza della bei paesaggi naturali.

Greenville deve il suo nome alla straordinaria natura che la circonda. Per secoli questa zona della South Carolina è stata territorio di caccia degli Indiani Cherokee fino al 1770; con l’arrivo dei primi pionieri, Richard Pearis fondò una piantagione sul Reedy River. Nel 1786 nacque la Greenville County e dieci anni dopo il Village of Greenville.

L’economia agricola e manifatturiera di Greenville nel 1850 vede la svolta con la nascita della Furman University e poi con la ferrovia da Columbnia, capitale dello Stato.

Evita la distruzione durante la Guerra Civile e costruisce la prima fabbrica tessile nel 1876. Nel 1910 diventa una cotton town. La francese Michelin nel 1986 sceglie Greenville come quartier generale in Nord America per la produzione di pneumatici; nel 1990 fa la medesima cosa la tedesca BMW con le sue automobili ed uno stuolo di fornitori.

Oggi, la città può vantare 250 aziende internazionali di 26 paesi del mondo ed il maggior investimento straniero pro capite in un centro cittadino statunitense! L’avveniristico International Center for Automotive Research (CU-ICAR) della Clemson University è tra le prime realtà mondiali di ricerca in ambito automobilistico. La Greenville County è anche la contea più popolata dello stato ed ospita oltre 650 centri manifatturieri, 40 aziende Fortune 500 e 150 quartier generali di aziende…ed è solo l’inizio!

E’ facile raggiungere Greenville sede del GSP International Airport servito da cinque compagnie con oltre 49 voli giornalieri. La Interstate 85 passa proprio da Greenville. In città si gira facilmente a piedi ed un trolley elettrico gratuito fa il giro del downtown dal giovedì alla domenica, tutto l’anno.

C’è tanto da fare e vedere in città: 13 i siti storico-culturali Afro-Americani, uno straordinario  Carolina Music Museum on Heritage Green con la sua esclusiva e straordinaria Carolina Clavier Collectionche vanta 40 pianoforti e clavicembali inglesi, europei ed americani dal 1570 al 1845. Al Greenville County Museum of Art si ammira l’arte americana nella sua prospettiva sudista fino al 18° secolo, oltre alle notevoli collezioni dei lavori di Andrew Wyeth e Jasper Johns e la collezione contemporanea con opere di Andy Warhol, Georgia O’Keeffe ed altri. Un’uscita dalla città conduce alle Blue Ridge Mountains incastonate in un’aureola blu; c’è il  Blue Ridge Escarpment, la linea di demarcazione ove le montagne sono ridotte a colline di granito, come Table Rock Mountain. Gli Indiani Cherokee chiamavano questo segmento unico delle Blue Ridge Mountains, Blue Wall. Al suo interno si trovano 50 cascate, la più alta concentrazione nel sud-est. La Mountain Bridge Wilderness Area di 4.500 ettari contiene numerosi parchi statali quali Table Rock, Jones Gap e Caesar’s Head State Park con foreste, ruscelli di montagna, laghi ed un habitat faunistico e floreale. Alcuni tra i panorami più spettacolari del sud-est USA si godono sulla cima di queste alture. E proprio incastonato tra queste alture si trova un boutique hotel che diventa un eccellente campo base per l’avventura country nell’Upstate del South Carolina: l’ Hotel Domestique. Creato dalla leggenda del ciclismo George Hincapie, è l’alloggio perfetto per gli entusiasti dell’outdoor offrendo gite con guida, biciclette a noleggio con anche un meccanico a disposizione. Nei momenti di relax offre corsi di yoga, trattamenti spa ed una piscina all’aperto d’acqua salata. Non manca l’occhio di riguardo alla cucina con un menù rustico e moderno preparato alRestaurant 17 .

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.