Massachussets: PARADISE CITY ARTS FESTIVAL di NORTHAMPTON a maggio e ottobre  nella piccola cittadina tre le “Top 25 Arts Destinations”

il

 

Nel profondo del cuore della Connecticut River Valley, circondata dalle sinuose colline ai piedi delle Green Mountains e del Berkshires, giace Northampton la città del Paradise City Arts Festival. Destinazione meno convenzionale del New England, sorprende con la sua atmosfera sofisticata, la sua diversità e il suo tocco eclettico. Già nel 19° secolo Northampton attirò Timothy Dwight, il Marchese de Lafayette, Henry James, Ralph Waldo Emerson e Jenny Lind che la proclamarano “Paradise of America.” Ed,infatti, artisti quali Thomas Cole ritennero la sua ambientazione epitomo del “picturesque”. Paradise City presenta ogni anno circa 250 artisti ed artigiani scrupolosamente selezionati da varie zone d’America ed offre musica dal vivo, fantastico cibo dai ristoratori locali e dimostrazioni speciali. Questa tentacolare ed accattivante vetrina delle arti è un’esperienza come poche altre: bella, unica, festosa e divertente. C’è così tanto da vedere che ci si ritorna il secondo giorno. E’ un’istituzione unica d’arti visive ove melodie di jazz si librano nell’aria ed il cibo si eleva oltre ogni aspettativa. Notevoli i diversi pezzi d’arte esposti. Nasce nel 1995 ed oggi Paradise City Northampton riempie tre nuovi edifici, la  Sculpture Promenade all’aperto e  43 mila mq. di tensostruttura Festival Dining Tent due volte l’anno nei due appuntamenti di Maggio e Ottobre. I visitatori vengono da 50 Stati americani e 5 continenti per immergersi in un ambiente esilarante che presenta un’impareggiabile collezione del più raffinato artigianato ed arte di artisti indipendenti americani. L’evento è stato premiato #1 nel 2008 nell’annuale classifica “Top Ten Art Fairs and Festivals in America” ed AmericanStyle Magazine ha definito il Paradise City Arts Festival “veramente innovativo…fresco e animato, di qualità straordinaria“.

Northampton è accessibile in un paio d’ore d’auto da Boston, oppure: lo sapevate che si può viaggiare comodamente a bordo del treno Amtrak Vermonterda NYC a Northampton? La stazione è a pochi passi sia dal centro cittadino che dal Paradise City Arts Festival. Ampia scelta per l’alloggio tra historic hotels and inns, motels e bed & breakfasts diffusi in tutta la Pioneer Valley a Northampton, Hadley o Amherst, dislocati convenientemente per molteplici attrattive e a pochi km. dal Festival. Northampton vanta teatri, sale di musica e club e la presenza di 5 college ravviva l’atmosfera. The Academy of Music Theater è un teatro storico per rappresentazioni, danza, cinema, musica ed arte. La Iron Horse Music Hall e numerosi bar, ristoranti e nightclub propongono spettacoli dal vivo nelle serate dei weekend. Si può sempre scegliere un bar per gustare un cocktail artigianale –  craft cocktails – preparati dei ristoratori locali e curati dalla direzione del Paradise City Arts. Continuando la gita più a nord per altri 24 km. – ad esempio – l’incantevole ristorante Farm Table serve piatti preparati con ingredienti locali, in un’ambientazione rustica ed il cocktail firmato è il Blackberry Jam Martini con marmellata artigianale di more, Tito’s Vodka, Chambord, Limone fresco e succo di Lime. Se cercate altro divertimento visitate il  Botanic Garden of Smith College  per una spruzzata di colori accesi degli aceri giapponesi, tupelo, aceri rossi, acri griseum ed altri ancora. E già che ci siete esplorate le varie collezioni di opere d’arte allo SMITH COLLEGE MUSEUM OF ART che dal 1870 svela quanto opere d’arte originali siano una forte componente dell’istruzione umanistica includendo appagamento estetico ed una mole di informazioni di storia e di cultura umana. Si può approfittare della mostra esposta fino a Dicembre 2019, Alma Thomas: The Light of the Whole Universe. La Thomas è artista ed insegnante  americana di significato storico (1891–1978), che ha vissuto ed operato a Washington, D.C. , attiva nel movimento della Washington Color School. La sua carriera e le sue opere sono emblematiche per l’uso dell’astrattismo durante la trasformazioni politiche e sociali della metà del 20° secolo, inclusi i movimenti per i diritti civili ed il femminismo negli USA ed i movimenti internazionali anti-colonialisti ed indipendentisti. Il museo ha acquisito la tela della Thomas, Morning in the Bowl of Night, 1973. Infine, vale la pena visitare l’ex manicomio statale il cui edificio storico è stato teatro del ben noto film “Le Regole della Casa del Sidro” (“Cider House Rules”). Ci si cammina attorno: c’è un percorso circolare che attraversa campi, fattorie e boschi e la zona è un’area agricola protetta.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.