Air Italy : come si cambia in poco più di 18 mesi. Dalle stelle al…


In un anno e mezzo gli scenari sono assolutamente cambiati per Air Italy. Dalle stelle e lustrini a qualcosa di più diverso, ma non in meglio e comunque datato.

Quel giorno di numeri finanziari in realta non se ne parlò. La flotta però doveva già essere con i B787-8, che non ci sono ancora e non ci saranno più. I Boeing 737MAX8 sono fermi, ma non per colpa della compagnia. Ma il futuro andrà avanti senza di loro, perchè questo è già stato deciso. La nuova flotta  sarà fatta di velivoli Airbus, i 330 per il lungo raggio ed i 320 per il corto e medio raggio. I primi, dovevano essere un qualcosa di momentaneo per la loro età in favore come si diceva dei 787.Un prodotto più nuovo e più bello. Invece gli A330 saranno a quanto pare fissi ed irremovibili. Con i loro 15 anni e ben sfruttati, anche se in buone condizioni sono la via a basso costo per stare su livelli accettabili, sui costi operativi della compagnia aerea. Stessa cosa per i Boeing 737MAX8, in favore degli Airbus 320, giusta via per fuggire anche dai costi dei primi, che da nuovi superano assolutamente i 400000 USD al mese, anche quando ritorneranno a volare. Gli A320, sono con la loro età più che decennale e con un costo di locazione assolutamente dimezzato.

il 2019 è definito a livello di perdite, un anno sugli stessi livelli del 2018 dove sono stati persi 164 milioni di €. Anche se poi la compagnia l’anno scorso  è partita il 1 Marzo, ma con il grosso delle operazioni a lungo raggio ben più tardi dopo l’1 giugno. Così come cita anche Leonard Berberi sul Corriere.it di ieri. I voli a lungo raggio sono quelli che hanno fatto macinare la gran parte delle perdite. Il corto raggio  pesa all’ìncirca sui 1,6 milioni di passeggeri su quasi 2 milioni trasportati nel 2018, il lungo ha macinato circa 400mila passeggeri. Nonostante che i primi voli per New York e Miami siano partiti poco dopo l’inizio di giugno, a seguire quelli per Bangkok, il posticipo di Mumbai e Delhi, con numeri anche queste non esaltanti. Se si considera che perde soldi con velivoli che costano poco, figuriamoci se fosse a regime con i B787 che almeno costano il doppio. Così come se la flotta a corridoio singolo era prevista con i B737MAX8.  Gli ACMI di ora sono onerosi perchè i prezzi di mercati per qualsiasi cosa che vola oggi e può sostituire gli aerei a terra, sono comunque cari. Gli A320 sono la via per mantenere al ribasso i costi generali di locazione operativa e quindi abbassare i costi totali di gestione in piccola percentuale. Gli aerei saranno con molta probabilità, quelli che saranno dismessi da Qatar Airways con la ricezione dei nuovi di fabbrica A321.

Insomma il futuro sarà a doppia trazione Airbus. Su altri numeri non si parla più dei 10 milioni di passeggeri da farsi nel 2022, diciottomesi fa fu detto questo. Nulla più viene riportato circa l’inizio delle operazioni su Roma, così come era stato detto 18 mesi fa e previste per quest’anno. Se a tre/quattro anni i numeri di flotta arrivera a scarsi 40 aerei dei 50 previsti, la cosa che balza all’occhio è lo sbilancio di proporzioni. Infatti se nel passato al 2022 doveveano essere il 60% a lungo raggio ed il resto a corto raggio. La situazione odierna porta a 12 aerei a lungo raggio e 19 a corto raggio che fa esattamente il contrario 60% a corto raggio e 40% a corto raggio. Un modello modificato, meno rotte a lungo raggio, più rotte a corto raggio e di feeder. Ma quali a lungo raggio, visto che per l’inverno resistono solo Miami e New York? Sarà un aerolinea che farà hub an spoke a Milano Malpensa per incanalare i passeggeri sui voli a lungo raggio, oppure per incrociarli sulle future rotte che saranno aperte sul corto raggio nazionale ed europeo ? Nulla si conosce di tutto questo. Quale futuro si prospetta per l’aerolinea che dagli annunci si voleva e si vuole proporre come la futura aerolinea italiana!

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.