L’ERA lancia un grido di aiuto per le compagnie aeree regionali europee

il

In una lettera aperta a tutte le istituzioni e gli stati membri europei, l’Associazione delle compagnie aeree delle regioni europee (SER) chiede aiuto urgente e rapido per salvare le compagnie aeree regionali europee ed evitare il collasso totale del settore

 

 

L’ERA ha scritto a tutte le istituzioni e gli Stati membri europei sollecitando un sostegno di liquidità per mantenere la connettività europea e i livelli di concorrenza beneficiati dal mercato interno dell’UE per l’aviazione, sostenendo le compagnie aeree di piccole e medie dimensioni. Gli operatori regionali forniscono una connettività vitale dentro e intorno alle regioni d’Europa, comprese le regioni periferiche e le isole remote.

Le ramificazioni di COVID-19 non sono esagerate. Le compagnie aeree stanno emorragiando rapidamente denaro contante e hanno bisogno di assistenza urgente per sopravvivere a questa crisi sotto forma di aiuti di Stato, prestiti pubblici e consentire il differimento di altri pagamenti. L’ERA rappresenta più di 60 compagnie aeree europee ed è essenziale che gli aiuti finanziari raggiungano questi operatori più piccoli che mantengono servizi ai territori e alle comunità locali europei facendo affidamento sull’aviazione per il loro turismo e benessere economico.

Inoltre, l’ERA raccomanda misure di soccorso temporanee da attuare per il regolamento UE 261, che consentano rimborsi ritardati ai passeggeri fino a 12 mesi o buoni rimborsabili anziché rimborsi in contanti immediati. Le richieste di risarcimento dei passeggeri sono pienamente comprese, ma questa misura temporanea garantirebbe ai viaggiatori di continuare a beneficiare in futuro di servizi unici e vitali forniti dalla loro compagnia aerea locale.

Montserrat Barriga, direttore generale dell’ERA, afferma: “Attualmente beneficiamo di un modello veramente europeo che è stato preservato per molti anni, e ora più che mai, deve essere garantito e protetto. L’ERA chiede alle istituzioni e agli Stati membri europei di intraprendere azioni coraggiose, risolute e immediate che potrebbero effettivamente salvare l’ecosistema unico di compagnie aeree europee e i livelli di connettività di cui beneficiano attualmente i cittadini. Questo è il nostro momento più disperato. L’aviazione regionale europea sarà strumentale e un elemento chiave per la ripresa economica del nostro continente e non potrà fallire a causa di questo killer silenzioso. “

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.