Blue Air annuncia la ripartenza dei voli da luglio 2020

il

Blue Air ha annunciato la riapertura graduale dei voli di linea all’inizio di luglio 2020, a seguito di un programma in linea con le norme sulla mobilità attuate a livello europeo.

Fino ad allora, Blue Air continuerà a operare voli su richiesta e charter, in base al volume richiesto e alle normative di viaggio specifiche per ciascuna destinazione. Questi voli rappresentano una parte centrale della strategia della compagnia per adeguarsi alle nuove condizioni economiche generate dalle restrizioni di mobilità imposte dalla pandemia.

Destinazioni coperte dai voli Blue Air On Demand

Blue Air opera attualmente voli su richiesta da e per l’Irlanda (Dublino) e voli charter per qualsiasi destinazione, a condizione che i clienti ottengano tutte le autorizzazioni di viaggio.

Con l’eliminazione delle restrizioni, le destinazioni coperte saranno: Belgio (Bruxelles), Cipro (Larnaca), Danimarca (Copenaghen), Finlandia (Helsinki), Francia (Parigi, Nizza, Lione), Germania (Colonia, Amburgo, Monaco, Stoccarda) , Irlanda (Dublino), Israele (Tel Aviv), Italia (Roma, Firenze, Milano, Torino, Napoli), Gran Bretagna (Londra, Liverpool), Norvegia (Oslo), Spagna (Palma di Maiorca, Valencia, Malaga) e Svezia (Stoccolma).

Inoltre, con la revoca delle restrizioni in Italia e Cipro, Blue Air opererà voli nazionali in Italia (da Torino ae da Catania, Lamezia, Napoli, Alghero e Trapani) e Grecia – Cipro, sulle rotte Larnaca – Atene e Larnaca – Salonicco.

In termini di voli di linea, Blue Air riprenderà le operazioni con una frequenza e un numero limitati di rotte, ricostruendo gradualmente la rete operativa.

Misure di sicurezza aggiuntive

Blue Air ha implementato rigorosi protocolli di sicurezza a bordo dei suoi aerei. Già a febbraio, in un momento in cui si verificava un solo caso di infezione da SARS-CoV-2 confermato nel nostro paese, Blue Air iniziò a disinfettare i suoi aerei, essendo la prima e unica compagnia aerea in Romania i cui velivoli venivano sottoposti quotidianamente processo di nebulizzazione, che utilizza sostanze che sterilizzano l’intero spazio in cui sono distribuite. Questo moderno processo di sterilizzazione e disinfezione verrà mantenuto indefinitamente.

Inoltre, i velivoli Blue Air sono dotati di filtri dell’aria HEPA che catturano oltre il 99,97% dei microbi presenti nell’aria nell’aria filtrata, mentre i passeggeri sono dotati di maschere, salviette imbevute di alcol e gel disinfettante. A conferma della correttezza e dell’efficacia delle misure attuate, nessun membro dell’equipaggio Blue Air è stato infettato dal nuovo coronavirus, nonostante il fatto che durante lo stato di emergenza Blue Air abbia operato numerosi voli charter e di rimpatrio, anche nei paesi di zona rossa.

I passeggeri Blue Air devono indossare maschere durante il viaggio, disinfettarsi le mani ed evitare di viaggiare in cabina; a bordo è consentito un solo bagaglio a mano, che misura 55 x 40 x 20 cm e pesa al massimo 10 kg. Gli equipaggi istruiranno i passeggeri sulle misure di sicurezza sanitaria e ne garantiranno la conformità.

Il piano per tornare alla normalità e azioni per il recupero

Durante il periodo di completa sospensione dei voli di linea, Blue Air ha preso tutte le misure necessarie per garantire la continuità della sua attività nel nuovo contesto di restrizioni di volo e domanda limitata, nonché per ottenere le risorse finanziarie necessarie per riprendere l’attività e per il recupero strategico. Il 23 aprile 2020, il governo della Romania ha approvato l’avvio di procedure per la concessione di un aiuto di Stato sotto forma di credito o garanzia a copertura delle perdite generate dalla cessazione dell’attività dovuta alla pandemia di COVID-19.

“Noi di Blue Air non vediamo l’ora di riprendere i voli non appena verranno eliminate le restrizioni e otterremo le risorse finanziarie necessarie per operare un programma di volo prevedibile. Durante questo periodo difficile, abbiamo continuato a volare su richiesta per rendere possibili rimpatri o viaggi di lavoro organizzati dai nostri clienti e approvati dalle autorità. Abbiamo anche operato voli cargo per il trasporto di maschere, attrezzature mediche e cibo.

Per superare questo periodo, il team Blue Air ha implementato un piano rigoroso per adattarsi alle nuove condizioni economiche, tra cui l’ottimizzazione della flotta, la disoccupazione tecnica per oltre il 90% dei nostri colleghi e la riduzione degli stipendi per tutti i nostri colleghi che sono rimasti attivi. Questo è il nostro modo di riaffermare, nel contesto di questa crisi, il nostro forte impegno per la nostra professione, per la Romania e per i nostri passeggeri “. afferma Oana Petrescu, CEO di Blue Air.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.