Finnair: come ha mantenuto la flotta efficiente


PARCHEGGIO MA NON SIGNIFICA DIMENTICATO: MANTENERE EFFICIENTE LA FLOTTA DI FINNAIR MENTRE E’ MESSA A TERRA

Con la capacità di Finnair ridotta del 90% a causa del coronavirus, gli aerei che normalmente volavano attraverso l’Europa, l’Asia e il Nord America hanno dovuto essere messi a terra. Ma parcheggiare un aereo non è come lasciare un’auto sulla strada. Richiede una manutenzione approfondita, per non parlare di molto spazio.

PARCHEGGIATI AD HELSINKI

“Oltre al nostro hub naturale di Helsinki, abbiamo acquisito la capacità di parcheggiare gli aerei anche a Rovaniemi e Tampere”, spiega Jukka Glader, vicepresidente delle operazioni a terra di Finnair. Attualmente, tuttavia, viene utilizzato solo Helsinki, senza piani per l’utilizzo di aeroporti diversi da quelli di Rovaniemi e Tampere.

“In pratica, è molto più facile mettere a terra tutto presso l’hub di Helsinki”, afferma Glader. “Tutti gli aeromobili a terra necessitano di una manutenzione minima applicabile.”

Questa manutenzione è fondamentale per garantire che gli aeromobili siano idonei a volare quando vengono richiamati in servizio, si spera prima o poi.

“Dal punto di vista tecnico ci sono molte azioni che devono essere fatte, specialmente quando l’aereo è parcheggiato in condizioni” pronto per il volo “”, afferma Glader. “Ciò significa che l’aeromobile ei suoi sistemi vengono sottoposti a manutenzione e test periodici anche se tutti i sistemi e componenti sensibili come i motori e le sonde dei dati aerei, come quelli relativi alla velocità e all’altitudine, sono coperte e protette”.

CONTROLLO REGOLARE

La flotta Airbus di Finnair richiede controlli separati ogni sette, 14 e 30 giorni. I controlli di sette giorni sono i più elementari, con una verifica visuale del l’aereo e tutti i suoi dispositivi di protezione. Il check dei14 giorni è più complessoo. Le batterie dei velivoli vengono ricollegate e i principali sistemi elettrici vengono attivati. Questo è seguito da vari test di sistema su cose come i comandi di volo e i freni delle ruote.

Il controllo dei 30 giorni richiede che il personale addetto alla manutenzione esegua lavori molto più estesi. Tutte le protezioni esterne vengono rimosse e i motori vengono avviati. L’aria condizionata, i sistemi antighiaccio, sulle ali e nel motore, sono tutti controllati per assicurarsi che non ci siano problemi. Fatto ciò, l’aereo viene riportato nello stato di parcheggio.

“Questo ciclo continuerà – speriamo – per un massimo di tre mesi”, afferma Glader.

“Il parcheggio degli aeromobili impiega il nostro personale più del previsto”, aggiunge. “Anche se l’aeromobile è parcheggiato, è essenziale seguire le istruzioni tecniche e le raccomandazioni dei produttori di aeromobili e motori.”

La buona notizia è che, con tutta questa manutenzione, riportare gli aerei Finnair in aria, quando sarà il momento, non ci vorrà molto.

“Abbiamo approssimativamente stimato che la preparazione di un aereo in condizioni di volo richiederà un giorno intero”, afferma Glader, anche se potrebbe essere ancora più veloce.

CORONA CHOCKS. CUNEI PRODOTTI LOCALMWNTE

Una delle maggiori sfide nel parcheggio della maggior parte della flotta di Finnair è stata quella di garantire che i freni fossero ancora in buone condizioni.

“Quando un aeromobile viene parcheggiato per un periodo di tempo più lungo, i freni di stazionamento si attenuano anche se sono attivati. Per la maggior parte dei tipi di aeromobile ciò avverrà entro 24 ore “, afferma Glader. Di solito, ciò significa posizionare quattro cunei dietro ogni set di ruote su un aereo. Ma questi non sono tempi normali. Per ogni aereo sono ora necessari tra 10 e 12 cunei. E con così tanti parcheggiati fuori ad Helsinki, semplicemente non c’erano abbastanza. I mancanti sono stati fabbricati  falegnami locali nella capitale finlandese.

“Nessuno vuole vedere un aereo da 150 tonnellate che si muove da solo sull’asfalto!” dice Glader.

“È qui che Finnair Engineering è intervenuta e ha proposto la produzione di cunei temporanei in legno -chiamati ” Corona Chocks “. È stata contattata una falegnameria locale e non meno di 500 cunei di legno sono stati realizzati su misura per Finnair entro due settimane dall’ordine ”.

È un altro caso di persone che si riuniscono in un momento di crisi. Ma spero che non passerà molto tempo prima che gli aerei di Finnair tornino dove gli spetta  in alto nel cielo, portando i clienti in tutto il mondo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.