Ryanair contro il salvataggio di Lufthansa

il

In risposta all’approvazione della Commissione europea, il 25 giugno 2020, del salvataggio da parte del governo tedesco di Lufthansa da 9 miliardi di euro, Michael O’Leary di Ryanair ha dichiarato:

“Questo è un caso spettacolare di un ricco Stato membro dell’UE che ignora i trattati dell’UE a beneficio della sua industria nazionale e a scapito dei paesi più poveri. Con il pretesto di COVID-19, il governo tedesco sta concedendo a Lufthansa un salvataggio di 9 miliardi di euro di cui la banca stessa ammette che non ha bisogno nemmeno il CEO della compagnia aerea.

In palese violazione delle regole europee sulla concorrenza, Berlino sta sprecando ingenti somme di denaro dei contribuenti per sostenere una compagnia aerea non competitiva che dovrebbe sistemare la propria abitazione anziché ricorrere nuovamente al governo per chiedere aiuto. Questo e altri salvataggi avranno un effetto a lungo termine più devastante sul futuro dell’aviazione europea rispetto alla pandemia stessa.

Questo denaro di salvataggio verrà utilizzato per opprimere i rivali più piccoli fuori dal mercato, in linea con la triste storia di Lufthansa sul comportamento anticoncorrenziale. Solo la scorsa settimana, la stampa italiana ha riferito che l’Air Dolomiti di Lufthansa stava “collaborando a basso costo” con altre tre compagnie aeree, per introdurre prezzi minimi. Questo segue riporta che Austrian Airlines, anch’essa di proprietà di Lufthansa, si sta preparando per stabilire un biglietto aereo minimo di € 40.

Oltre a coordinare un cartello di fissazione dei prezzi sponsorizzato dallo Stato, Lufthansa sta minacciando di chiudere le compagnie aeree nazionali più piccole all’interno del gruppo Lufthansa, come se fossero ostaggi belgi, austriaci e svizzeri, a meno che i rispettivi governi non paghino un riscatto.

Il contrasto tra Lufthansa e Ryanair non potrebbe essere più netto. Invece di visitare le capitali europee per i sussidi finanziati dai contribuenti, Ryanair sta innovando per uscire dalla crisi offrendo ai consumatori tariffe più basse e connettività in un momento in cui le regioni e le città europee hanno un disperato bisogno di rilancio del turismo e delle loro economie locali.

Esortiamo la Commissione europea a rispettare i suoi principi e mantenere i cieli aperti, equi e competitivi. In caso contrario, il mercato unico dell’aviazione che l’UE ha costruito con successo crollerà, con i consumatori e i contribuenti europei che pagheranno il prezzo. L’approvazione della Commissione per il salvataggio di Lufthansa oggi è un tradimento dei principi fondamentali del diritto dell’UE, che non abbiamo altra alternativa che fare riferimento al Tribunale dell’UE. ”

In risposta all’approvazione della Commissione europea, il 25 giugno 2020, del salvataggio da parte del governo tedesco di Lufthansa da 9 miliardi di euro, Michael O’Leary di Ryanair ha dichiarato:

“Questo è un caso spettacolare di un ricco Stato membro dell’UE che ignora i trattati dell’UE a beneficio della sua industria nazionale e a scapito dei paesi più poveri. Con il pretesto di COVID-19, il governo tedesco sta concedendo a Lufthansa un salvataggio di 9 miliardi di euro di cui la banca stessa ammette che non ha bisogno nemmeno il CEO della compagnia aerea.

In palese violazione delle regole europee sulla concorrenza, Berlino sta sprecando ingenti somme di denaro dei contribuenti per sostenere una compagnia aerea non competitiva che dovrebbe sistemare la propria abitazione anziché ricorrere nuovamente al governo per chiedere aiuto. Questo e altri salvataggi avranno un effetto a lungo termine più devastante sul futuro dell’aviazione europea rispetto alla pandemia stessa.

Questo denaro di salvataggio verrà utilizzato per opprimere i rivali più piccoli fuori dal mercato, in linea con la triste storia di Lufthansa sul comportamento anticoncorrenziale. Solo la scorsa settimana, la stampa italiana ha riferito che l’Air Dolomiti di Lufthansa stava “collaborando a basso costo” con altre tre compagnie aeree, per introdurre prezzi minimi. Questo segue riporta che Austrian Airlines, anch’essa di proprietà di Lufthansa, si sta preparando per stabilire un biglietto aereo minimo di € 40.

Oltre a coordinare un cartello di fissazione dei prezzi sponsorizzato dallo Stato, Lufthansa sta minacciando di chiudere le compagnie aeree nazionali più piccole all’interno del gruppo Lufthansa, come se fossero ostaggi belgi, austriaci e svizzeri, a meno che i rispettivi governi non paghino un riscatto.

Il contrasto tra Lufthansa e Ryanair non potrebbe essere più netto. Invece di visitare le capitali europee per i sussidi finanziati dai contribuenti, Ryanair sta innovando per uscire dalla crisi offrendo ai consumatori tariffe più basse e connettività in un momento in cui le regioni e le città europee hanno un disperato bisogno di rilancio del turismo e delle loro economie locali.

Esortiamo la Commissione europea a rispettare i suoi principi e mantenere i cieli aperti, equi e competitivi. In caso contrario, il mercato unico dell’aviazione che l’UE ha costruito con successo crollerà, con i consumatori e i contribuenti europei che pagheranno il prezzo. L’approvazione della Commissione per il salvataggio di Lufthansa oggi è un tradimento dei principi fondamentali del diritto dell’UE, che non abbiamo altra alternativa che fare riferimento al Tribunale dell’UE. “

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.