PROGRAMMA SES/SESAR: LA COMMISSIONE EUROPEA E L’INEA IN VISITA VIRTUALE PRESSO LO SMA

il

Fonte SMA 4° Reparto

Autore Ten. Col. Mauro Vincenzo Giovine

Due giorni di attività intensa per i progetti #AM/#ENAV cofinanziati a livello europeo nell’ambito del Connecting Europe Facility (#CEF)Nei giorni del 12 e 13 novembre a Palazzo Aeronautica, in collegamento con #ENAV, si è svolta una virtual visit da parte di una delegazione della Commissione Europea e dell’#INEA (Innovation and Networks Executive Agency), per verificare lo stato di avanzamento dei progetti relativi al programma Single European Sky (#SES)/Single European Sky Air Traffic Management Research (#SESAR) ammessi ai cofinanziamenti europei nell’ambito del programma quadro Connecting Europe Facility (CEF).

Durante il primo giorno, il Capo del 4° Reparto dello Stato Maggiore AM, Brigadier Generale Luca De Martinis, in rappresentanza del Sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica legal entity designata per la realizzazione dei progetti SES/SESAR, ha salutato la delegazione internazionale unitamente ai rappresentanti dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, del Comando Squadra Aerea, del Comando Logistico, del Reparto Servizi di Coordinamento e Controllo dell’Aeronautica Militare e del CIGA.

Nel suo discorso di benvenuto, il Brigadier Generale De Martinis ha sottolineato l’impegno della Forza Armata: “[…] nell’assicurare il continuo aggiornamento dei sistemi impiegati nella fornitura dei Servizio alla Navigazione Aerea al traffico aereo civile e militare che opera negli spazi aerei di competenza e sugli aeroporti dell’AM”. Ha inoltre aggiunto: “In tale ottica la possibilità di accedere ai progetti di cofinanziamento europei ha consentito di avviare e completare programmi di ammodernamento del settore per un miglioramento della sicurezza, per il mantenimento della interoperabilità civile-militare e per una gestione flessibile dello spazio aereo”.

Il programma europeo SESAR è la dimensione tecnologica e operativa dell’iniziativa SES lanciata nel 2004 dalla Commissione Europea (CE) per armonizzare la progettazione, gestione e regolazione dello spazio aereo all’interno dell’Unione Europea, per rafforzare la sicurezza e l’efficienza del traffico aereo, ridurre i ritardi e ottimizzare la capacità degli spazi aerei in Europa.

L’Aeronautica Militare, ha partecipato, come leader o come partner di ENAV, alle CEF CALL 2016 e 2017 ottenendo l’eleggibilità per sei progetti, di cui due a carattere esclusivo AM e quattro congiuntamente ad ENAV.

I programmi dichiarati idonei quindi cofinanziati prevedono:

  • l’aggiornamento di sistemi, o di specifici tool, presso i SCCAM coubicati con gli ACC (Area Coordination Centre), per assicurare il mantenimento dell’interoperabilità con i sistemi ENAV aggiornati e per consentire l’implementazione di capacità definite dai Pilot Common Project (Data Link per la gestione dei voli in 4D , Uso Flessibile dello Spazio Aereo);
  • l’adeguamento della rete di Forza Armata per assicurare l’interoperabilità con la rete E-NET (rete di trasmissione voce e dati di terra) di ENAV, il trasporto in IP delle informazione AIS (Aeronautical Information Service)  ATM (Air Traffic Management) e meteo secondo i profili SWIM (System Wide Information Management), e l’acquisizione della capacità di produzione del briefing integrato (raccolta di informazioni aeronautiche e meteo necessarie per la pianificazione del volo) e condivisione delle informazioni AIS di Forza Armata con EAD (European AIS Database).
dav
dav
dav
sdr

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.