EUROFIGHTER: IL SOTTOSEGRETARIO TOFALO ALLA MINISTERIALE SUL PROGRAMMA DI SVILUPPO

il

Fonte Ufficio Generale del Capo di SMA

Autore Ufficio Pubblica Informazione

Mercoledì 11 novembre, il Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Angelo Tofalo ha preso parte, in video-collegamento, alla Ministeriale del #programmaEurofighter al quale l’Italia ha aderito con il Memorandum of Understanding sottoscritto nel 1986.
In rappresentanza della Germania è intervenuto il Segretario di Stato per la Difesa Benedikt Zimmer, per la Spagna il Segretario di Stato per la Difesa, Esperanza Casteleiro, e per il Regno Unito il Ministro per il Procurement della Difesa, Jeremy Quin.
Per l’Aeronautica Militare hanno presto parte anche il Sottocapo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Gen. S.A. Luca Goretti, ed il Capo del 4° Reparto “Logistica” dello SMA, Brigadier Generale Luca De Martinis.
Nel suo intervento l’On. Tofalo ha confermato la piena partecipazione dell’Italia al programma che definisce “un importante strumento di cooperazione industriale, politica e tecnologica nel panorama internazionale e il biglietto da visita delle capacità industriali europee”.Per il Sottosegretario Tofalo, infatti, il programma Eurofighter “è il punto di partenza per sviluppare quella che sarà la tecnologia di sesta generazione con un approccio a forte connotazione europea. Ad oggi – sottolinea – rappresenta inoltre un importantissimo volano per le principali industrie aerospaziali”.

Il livello occupazionale che ne deriva è stato stimato in più di 100.000 lavoratori diretti e indiretti.

Le tecnologie che si stanno sviluppando assicureranno non solo una capacità operativa per le Forze Aeree dei Paesi partner ma delle importanti ricadute in ambito di innovazione”, aggiunge Tofalo.

Intervenendo poi sul tema dell’industria nazionale, Tofalo ha rimarcato l’importanza di “lavorare in sinergia per il raggiungimento di importanti risultati comuni, nell’ottica che il programma Eurofighter costituisce oggi la progettualità tecnologicamente più avanzata del ‘Vecchio Continente’. La sua riuscita pone solide basi al rafforzamento della cooperazione industriale e del concetto stesso di Difesa europea. L’Italia c’è e guarda al futuro con fiducia perché vuole giocare questa partita internazionale facendo valere il peso del proprio know-how”.

In particolare, evidenzia Tofalo “nel programma Eurofighter c’è un forte coinvolgimento dell’industria nazionale italiana della Difesa, prima tra tutte Leonardo che riveste un ruolo importante nello sviluppo del progetto. Oggi più che mai è necessario che faccia la propria parte per portare a termine gli impegni presi”. A rappresentare l’azienda italiana era in collegamento il Direttore Generale di Leonardo, Lucio Valerio Cioffi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.