Alaska Airlines sta preparando l’arrivo e l’entratta in servizio del primo Boeing 737 MAX 9

il

Alaska Airlines ha 32 MAX 9 in ordine. La compagnia aerea ha fornito questo aggiornamento sul Boeing 737 MAX:

Nel prossimo mese di marzo, Alaska Airlines inizierà ad accogliere gli ospiti sul nostro primo Boeing 737 MAX. Al momento non abbiamo un MAX nella nostra flotta. Prevediamo la consegna del primo aereo a gennaio, seguita da molti altri nel 2021.

Il 18 novembre 2020 la Federal Aviation Administration (FAA) ha certificato il MAX, dando l’approvazione a tutte le compagnie aeree per iniziare il processo di rimettere in servizio l’aereo. I nostri ospiti voleranno su un aereo MAX solo che dopo avremo testato e verificato tutti i processi richiesti e necessari per preparare l’aereo per il servizio passeggeri.

Abbiamo grandi aspettative e confidiamo che Boeing abbia apportato le modifiche richieste e i miglioramenti necessari al MAX. Con questi miglioramenti e i processi di ispezione approfonditi della FAA, questo velivolo soddisferà gli elevati standard di sicurezza che ci aspettiamo.

Per noi la sicurezza è sempre la priorità numero uno. Se un aereo non è sicuro, non lo voleremo.

“In qualità di professionista della sicurezza con decenni di esperienza, inclusi molti anni con la FAA, ho avuto l’opportunità di rimanere molto vicino alla FAA e alla Boeing attraverso la messa a terra e la ricertificazione del 737 MAX”, ha affermato Max Tidwell, vicepresidente dell’Alaska di sicurezza e protezione. “Sono molto fiducioso di tutti i passi che la FAA e la Boeing hanno intrapreso e i passi che stiamo compiendo in Alaska per prepararci a portare in sicurezza questo aereo nella nostra flotta.”

Una volta consegnato il nostro #firstMAX, inizieremo due mesi di test e verifica di tutti i processi necessari per preparare l’aereo per il servizio passeggeri, previsto per marzo. I nostri team metteranno alla prova l’aereo, che include il volo per oltre 19.000 miglia e oltre 50 ore di volo in tutto il paese, comprese l’Alaska e le Hawaii.

Nelle prossime settimane, i nostri piloti inizieranno anche le otto ore richieste di simulatore di volo e addestramento al computer incentrato sul funzionamento del MAX. Il nostro programma di formazione pilota per il MAX è più ampio di quanto richiesto dalla FAA. Tutti i nostri tecnici di manutenzione seguono un minimo di 40 ore di formazione sulle variazioni tra la flotta MAX e la nostra flotta NG 737 esistente, con alcuni tecnici che ricevono una formazione specialistica aggiuntiva.

Prima che il MAX venga aggiunto alla nostra flotta, il nostro team di piloti, tecnici di manutenzione ed esperti di sicurezza metterà alla prova l’aereo, volando per oltre 19.000 miglia e oltre 50 ore di volo per testare l’aereo. Attiveremo i nostri programmi di formazione e ci assicureremo che i nostri dipendenti siano pronti. Abbiamo testato, verificato e implementato da vicino tutti i processi necessari per garantire che l’aereo MAX soddisfi i nostri elevati standard di sicurezza.

In Alaska, la sicurezza è sempre la priorità numero uno. Se un aereo non è sicuro, non lo voleremo.

Non c’è niente di più importante della sicurezza di tutti a bordo di ogni aereo che voliamo. La sicurezza è tutto “Indica un collegamento a un sito esterno che potrebbe non seguire le stesse politiche di accessibilità o privacy di Alaska Airlines. Selezionando un link partner accetti di condividere i tuoi dati con questi siti “.

Quando parliamo di sicurezza, lo intendiamo sul serio. Ciascuno dei nostri dipendenti ha il potere di interrompere qualsiasi parte della nostra operazione se qualcosa non va bene. Lo chiamiamo “Ready, SAFE, Go”. Prima di fare qualsiasi cosa, ci prendiamo un momento per verificare se tutti sono pronti, ci assicuriamo di essere al sicuro e solo allora andiamo.

L’Alaska gestisce la sicurezza attraverso il nostro sistema di gestione della sicurezza (SMS). Siamo stati la prima grande compagnia aerea statunitense a ricevere la convalida FAA e l’accettazione del nostro SMS nel 2016, anche prima che diventasse richiesto nel 2018. Ci aiuta a concentrarci sulla sicurezza, ogni giorno. Piuttosto che fare affidamento su un “responsabile della sicurezza” o un “dipartimento per la sicurezza” separato, il nostro SMS consente ai dipendenti a tutti i livelli di parteciparvi e migliorare il processo.

L’Alaska volerà con il Boeing 737 MAX solo dopo che le nostre valutazioni, verifiche e revisioni interne avranno stabilito che l’aereo è presente in tutta la nostra rete per i nostri ospiti e per i nostri equipaggi. I team delle divisioni di tutta l’Alaska stanno lavorando ai requisiti per l’entrata in servizio del MAX.

“In qualità di professionista della sicurezza con decenni di esperienza, inclusi molti anni con la FAA, ho avuto l’opportunità di rimanere molto vicino alla FAA e alla Boeing attraverso la messa a terra e la ricertificazione del 737 MAX. Sono molto fiducioso di tutti i passi che la FAA e la Boeing hanno intrapreso e dei passi che stiamo compiendo in Alaska per prepararci a portare in sicurezza questo aereo nella nostra flotta “.

– Max Tidwell, Vice President of Safety & Security dell’Alaska

Abbiamo fiducia nel processo di certificazione del 737 MAX.

Boeing ha lavorato a stretto contatto con la FAA e le autorità di regolamentazione internazionali per apportare miglioramenti al sistema di controllo del volo 737 MAX e all’addestramento obbligatorio dei piloti. I nostri team sono rimasti in stretto contatto con Boeing e la FAA per tutto il percorso.

Abbiamo grandi aspettative e fiducia che Boeing abbia apportato le modifiche richieste e i miglioramenti necessari al 737 MAX e che, con questi aggiornamenti, il MAX soddisferà gli elevati standard di sicurezza che ci aspettiamo.

Metteremo alla prova il MAX.

Trascorreremo molto tempo con il nostro primo aeromobile MAX prima che venga messo in servizio. I nostri piloti voleranno per più di 50 ore di volo e circa 19.000 miglia su quelli che vengono chiamati “voli di prova” per confermare le nostre valutazioni di sicurezza e garantire una piena comprensione delle capacità dell’aereo in diversi climi e terreni:

Su e giù per la costa occidentale

Agli aeroporti nello stato dell’Alaska

Attraverso gli USA

Da e per le Hawaii

Questi voli dimostrativi fanno parte del processo formale di consegna per portare un nuovo aeromobile nella flotta. I voli saranno supervisionati direttamente dalla FAA con rappresentanti a bordo per valutare che possiamo operare in sicurezza l’aereo. Darà ai nostri piloti l’opportunità di:

Convalida le prestazioni operative del MAX e verifica di persona che l’aereo è sicuro

Convalidare le “prestazioni di navigazione richieste”, la tecnologia che abbiamo introdotto per prima che consente a un aereo di volare in modo più sicuro e affidabile con approcci e atterraggi

Eseguire controlli di volo e convalidare procedure, come lavorare con i nostri team di terra

Esegui test di volo notturno, GPS e navigazione

Ci saranno anche test di “gate fit” negli aeroporti designati per garantire la prontezza delle operazioni a terra con il nuovo aereo.

Test e altri test.

50+ Ore di volo

19.000 Miglia

Background

Il 737 MAX è stato progettato con motori più grandi ed efficienti. Per aiutare i piloti con la gestione del velivolo, Boeing ha implementato un nuovo software di controllo del volo chiamato MCAS, o Maneuvering Characteristics Augmentation System. MCAS si è basato sulle informazioni di un singolo sensore per monitorare l’angolo dell’aereo. In due incidenti, il sensore – una banderuola “angolo di attacco” – ha fornito dati errati all’MCAS, il che ha causato l’attivazione ripetuta del sistema.

Da allora Boeing ha apportato modifiche fondamentali per evitare che i problemi precedenti si ripetano:

MCAS ora leggerà le informazioni da entrambi i sensori invece di uno solo, che confronterà i dati in arrivo prima dell’attivazione.

I piloti saranno avvisati se i sensori non sono d’accordo. In questi casi, MCAS è disabilitato se i sensori non sono d’accordo.

MCAS si attiverà solo una volta per ogni dato avviso e non più volte di seguito.

I piloti avranno sempre il potere di ignorare il sistema MCAS.

Cosa succede dopo con il nostro MAX?

La direttiva sull’aeronavigabilità della FAA continua il processo di definizione degli aggiornamenti software richiesti insieme ai requisiti di formazione per gli equipaggi di volo, i tecnici di manutenzione e gli equipaggi di terra che devono essere completati prima di mettere in servizio il MAX.

Con la revoca dell’ordine di messa a terra da parte della FAA, ci vorranno due mesi prima di ricevere il nostro primo MAX da Boeing.

Una volta accettata la consegna dell’aeromobile, seguiremo una tempistica di disponibilità del servizio che guiderà le azioni che dobbiamo intraprendere prima di iniziare a far volare i nostri passeggeri. Il processo potrebbe richiedere circa sei settimane prima che il nostro primo MAX si unisca alla nostra flotta dopo rigorosi round di test di volo, verifica e preparazione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.