Il velivolo remoto MQ-25 vola e completa il primo volo con un ARS

il

Boeing [NYSE: BA] e la Marina degli Stati Uniti hanno pilotato per la prima volta l’asset di test MQ-25 T1 con un unità di rifornimento aereo (ARS), una pietra miliare significativa che informa lo sviluppo del rifornimento aereo senza pilota .

Il volo di 2,5ha avuto esito positivo utilizzando il Cobham ARS – lo stesso ARS attualmente utilizzato dagli F / A-18 per il rifornimento in volo – è stato progettato per testare l’aerodinamica del velivolo con l’ARS montato sotto l’ala.

Il volo è stato condotto da piloti collaudatori Boeing operanti da una stazione di controllo a terra all’aeroporto MidAmerica St.Louis di Mascoutah, Illinois.

“Avere una unità di prova che vola con un ARS ci fa fare un grande passo avanti nella nostra valutazione di come MQ-25 adempirà la sua missione principale nella flotta: il rifornimento aereo”, ha detto il capitano Chad Reed, responsabile del programma Unmanned Carrier Aviation della Marina degli Stati Uniti .

“Il T1 continuerà a fornire preziose intuizioni iniziali quando inizieremo a volare con F / A-18 e condurremo test di gestione del ponte a bordo di una portaerei”. I voli futuri continueranno a testare l’aerodinamica del velivolo e dell’ARS in vari punti dell’inviluppo di volo, procedendo infine all’estensione e alla retrazione del tubo e del drogue utilizzati per il rifornimento.

“Vedere il T1 volare con l’hardware e il software che rendono l’MQ-25 un rifornitore di carburante aereo all’inizio del programma è un promemoria visibile delle capacità che stiamo portando sul ponte della portaerei”, ha affermato Dave Bujold, direttore del programma MQ-25 di Boeing . “Stiamo assicurando che l’ARS e il software che lo gestisce saranno pronti per aiutare l’MQ-25 ad estendere la portata dell’ala del vettore”.

L’asset di test T1 di proprietà di Boeing è un predecessore del modello di sviluppo ingegneristico prodotto in base a un’aggiudicazione del contratto del 2018. Il T1 viene utilizzato per l’apprendimento precoce e la scoperta, ponendo le basi per passare rapidamente allo sviluppo e al test dell’MQ-25.

Dopo il suo primo volo lo scorso anno, il T1 ha accumulato circa 30 ore di volo prima della modifica pianificata per l’installazione dell’ARS. All’inizio di quest’anno la Marina ha esercitato un’opzione per tre ulteriori veicoli aerei MQ-25, portando il totale degli aerei che Boeing inizialmente produceva a sette.

La Marina Militare intende procurarsi più di 70 velivoli, che assumeranno il ruolo di tank attualmente svolto dagli F / A-18, consentendo un migliore utilizzo dei combat strike fighter. Per ulteriori informazioni su Boeing Defence, Space & Security, visitare http://www.boeing.com. Seguici su Twitter: @BoeingDefense e @BoeingSpace.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.