Olbia Outlook 2021 : due panel su linee aeree e aeroporti

il

Questa mattina, si sono tenuti due panel in modalità virtual sulla situazione del trasporto aereo, in parte focalizzata sulla Sardegna, ma pure a 360 gradi. Questi incontri fanno parte di Outlook 2021, un convegno a distanza organizzato da Geasar, il gestore aeroportuale dello scalo di Olbia Costa Smeralda.

Ne e’ uscito uno scambio di pareri importanti, da un lato le compagnie aeree e quindi a seguire gli aeroporti. Entrambi, hanno avuto come denominatore comune il Covid-19, ma scendendo in dettaglio c’è’ apprensione sui continui DPCM, additati come quelli che creano confusione nei passeggeri e nel mercato. Di conseguenza. a pagarne le spese sono le compagnie aeree con continui cambi di volumi, oppure veloce scomparsa di questi. Gli aeroporti, che assistono a cancellazioni da parte dei vettori alla presa dai cambi o richieste di rimborso provenienti dai clienti. Insomma, il cane che si morde la coda. L’emissione dei biglietti vede situazioni paradossali.

Gli aeroporti italiani, si lamentano pure del sordo comportamento del governo sui ristori. La perdita del traffico, colpirà’ gli operatori in ragione di oltre cento milioni di passeggeri in meno nel 2020, rispetto al 2019. I danni sono ingenti, c’è’ chi ha perso da qualche decina di milioni di €, nonostante le economie, fino ad arrivare per i più importanti, che denunciano perdite di qualche centinaio di milioni. Roma e Milano in primis. Non il governo centrale, in alcuni casi sono arrivati qualche aiuto da parte delle Regioni, vedi Calabria, Sicilia e Toscana. Una goccia in un mare di lacrime.

I gestori, si devono poi confrontare con gli aeroporti europei, che diversamente sono stati già risarciti in diverse forme. La Germania in primavera aveva già messo a disposizione 1,4 miliardi di €. A Cipro hanno messo in campo decurtazioni fiscali e incentivi per ogni vettore al fine di garantire flussi di traffico.

Diligente e professionale, e’ stata la moderazione di Leonard Berberi. Questi due panel, hanno permesso di mettere in chiaro esaurientemente le problematiche e lo stato di salute del settore. Un mercato che spera nel 2021. Dove si veda una ripresa e sperando che sia corposa. Anche se gli studi dicono riguarderà il mercato leisure, VFR, poi lentamente quello business nazionale e europeo. Lontano quanto concerne il lungo raggio. Se grazie ai vaccini ci sarà una buona ripresa, tutto il segmento tirerà il fiato. Invece al contrario si potrebbe assistere a una situazione pesante e complicata. In particolare, se nella terza parte di marzo 2021 non sarà prorogata la CIG. Molti licenziamenti potrebbero essere messi in atto, perché non ci sarà la possibilità più di andare avanti. Il mercato forse riprenderà pienamente solo fra due o tre anni e non rapidamente. Sempre se tutto va bene, perché anche la capacità derivata dagli slot richiesti per il 2021 potrebbe essere fittizia e soggetta a ridimensionamenti. Se oggi negli anni passati tutto era già definito, per il 2021, quanto a previsioni nulla e’ ancora certo. Un problema non da poco per tutta l’industria del trasporto aereo.

Domani in mattinata alle 11, Outlook 2021 si chiuderà con un panel che si occuperà dell’altro “anello della catena” e cioè il turismo. Presenti vari attori della filiera sarda.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.