Domani nelle Marche nasce AdriAvia. Voli regionali con ATR72/600. Air Nostrum nel capitale con 35 imprenditori


Un grosso articolo di oggi su Corriere Adriatico, descrive la nuova compagnia aerea marchigiana, che nascerà domani nello studio di un notaio . Trentacinque gli imprenditori della regione, tutti pronti a investire per costituire un capitale di 5 milioni di €, più altri 2,5 di contingency. Oltre a loro nell’azionariato, ci sarà anche una partecipazione nella compagnia da parte della Air Nostrum partner di Iberia. La famiglia Davanzali (nel passato aveva l’Itavia) e’ pronta a prendersi il 15% del capitale, come pure sarà la percentuale di partecipazione della spagnola Air Nostrum. Aerolinea che ha un know how importante nei voli regionali nazionali e internazionali. Il vettore vuole mettere base a Ancona per voli nazionali e transadriatici.

L’aereo scelto e’ l’ATR72/600 per collegare Roma e Milano, oltre ad altre rotte. L’obiettivo del business case e’ arrivare a 10 aerei. Per il momento sono previste circa 50 assunzioni per trasportare 300mila passeggeri.

Airnostrum nasce nello scorso settembre, con una “chiamata” di 60 imprenditori selezionati della industry marchigiana. Tutti nomi di primissimo livello e dalla reputazione a livello mondiale. Paolo Tanoni, membro del CdA di Ariston Thermo, e’ stato chi ha lanciato l’idea. A supporto dal settore aeronautico ci sono due nomi di ottimo livello. Tra gli imprenditori investitori ci sono Francesco Merloni e Adolfo Guzzini. Essi sono tra i nomi di spicco, personaggi per le aziende che guidano che non hanno bisogno di ulteriori presentazioni.

Dei 60, ne sarebbero rimasti 35. Oltre ai favorevoli alcuni avrebbero espresso dubbi si legge, come Nardo Filippetti – fondatore di EdenViaggi, anche se sarà nell’investimento . Lui dice che i numeri sulla rotta per Roma sono sovrastimati, perché non tengono in considerazione la velocità dei collegamenti attuali della Quadrilatero. In particolare da anconetano, maceratese e ascolano. Sulla stessa linea anche Eros Cecconi. Sostegno anche da Ottaviani del recanatese e Elisei di Effetto Luce. In forse ancora Fondazione Marche. Ma si confida nel suo ingresso.

Il capitale di 5 milioni e 2,5 di contingency sarà così nelle mani dei Davanzali e Air Nostrum con il 30% in totale (15% ciascuni). Quindi, agli altri sono richiesti per l’ingresso un investimento minimo di 100 mila € per il capitale e 50 mila per il contingency.

La compagnia aerea, il nome non e’ stato ancora definito, doveva essere fondata in ottobre 2020, ma il covid-19 ha fatto slittare molte cose.

Sul posizionamento del network, oltre ai punti cardine circa i voli da Ancona per Roma e Milano con frequenza plurigiornaliera, per agganciare in particolare le connessioni disponibili in particolare da Roma Fiumicino. Il business plan vede collegamenti per Napoli, Lamezia Terme, Brindisi, Olbia e Alghero. Dall’altra parte dell’Adriatico ci sarebbero collegamenti per Corfu, Tirana , Skopje e Spalato.

Il network vedrà voli che ora da Ancona non sono serviti, oppure se in clash con altri vettori saranno disponibili nei giorni non operati dai vettori con i quali entrerà in competizione.

L’inizio delle attività sono previste nei prossimi mesi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.