Salisburgo presenta la Mozart Week 2021 con una grande novità: un brano inedito composto da un giovane Mozart nel 1773

il

Nel giorno del 265esimo compleanno di Wolfgang Amadeus Mozart, il prossimo 27 gennaio, la Fondazione Mozarteum presenterà in esclusiva il brano 94 Sekunden new Mozart, nell’ambito del tradizionale appuntamento con la Settimana Mozartiana, che nella sua edizione del 2021 prevede appuntamenti sia in presenza, sia online. Il brano inedito si potrà sentire online sul canale MediciTV, il prossimo 27 gennaio.

Fondazione Internazionale Mozarteum di Salisburgo_ Copyrights ©Tourismus Salzburg. Il 27 gennaio ricorre l’anniversario della nascita del genio salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart, che nel 2021 avrebbe spento 265 candeline. Un talento innato che da quasi tre secoli incanta il mondo, influenzando profondamente i principali generi della sua epoca tra cui la musica orchestrale, sacra, da camera e operistica. Massimo esponente del classicismo musicale del ‘700, Mozart ha iniziato a comporre all’età di 5 anni, arricchendo il patrimonio musicale mondiale con opere come Le Nozze di Figaro, Don Giovanni o Così Fan tutte, raggiungendo l’immortalità.

IL BRANO INEDITO 94 SEKUNDEN NEW MOZART
Nella sue edizione del 2021, la Settimana Mozartiana, presenta una sensanzionale novità: il brano 94 Sekunden new Mozart, un pezzo mozartiano finora sconosciuto sarà presentato al pubblico per la prima volta e sarà ascoltato nella Sala Grande del Mozarteum. L’Allegro in re maggiore KV 626b/16, sarà preceduto da una spiegazione di Ulrich Leisinger, direttore scientifico della Fondazione Mozarteum, ed eseguito per la prima volta dal pianista Seong-Jin Cho. Il brano autografo di Mozart è stato acquisito dalla Fondazione Mozarteum da una proprietà privata, si tratta di un pezzo per pianoforte che il compositore scrisse molto probabilmente all’età di 17 anni all’inizio del 1773 alla fine del suo terzo viaggio in Italia o subito dopo il suo ritorno a Salisburgo. Il brano sarà trasmesso anche online sul canale MediciTV a questo link alle ore 21 del 27 gennaio. Nei giorni successivi, il 29 gennaio e il 31 gennaio, saranno disponibili altri due concerti, sempre su questo canale, il primo è Mozartiade (una selezione dei brani di Mozart), il secondo è un prestogioso tributo a Mozart ad opera di Cecilia Bartoli, Daniel Barenboim e la Wiener Philharmoniker.

LA SETTIMANA MOZARTIANA
Ogni anno Salisburgo celebra il grande compositore con la Settimana Mozartiana un palinsesto di appuntamenti ed esibizioni che si tengono nel centro di Salisburgo per allietare gli ospiti con le opere più belle nello splendido contesto di una città magica, il cui centro Barocco è patrimonio dell’UNESCO. Dal 1956 infatti la Fondazione Mozarteum organizza l’evento per omaggiare quest’artista immortale. L’edizione del 2021 era inizialmente prevista dal 21 al 31 gennaio con diversi concerti presso Fondazione Mozarteum, Palazzo del Festival, Teatro delle Marionette e in altre location della città. A causa dell’emergenza sanitaria l’edizione di quest’anno non si terrà in presenza come di consueto; alcuni concerti potranno essere seguiti online, in questo modo Salisburgo dimostra come la musica oltrepassa le barriere raggiungendo appassionati in tutto il mondo, maggiori informazioni sulla programmazione virtuale sarà disponibile a questo link. Salisburgo ha una lunga tradizione nell’organizzazione di eventi musicali, lo scorso agosto la città ha portato a termine con successo il 100esimo anniversario del Festival di Salisburgo, con un programma rinnovato proprio per rispettare le misure previste dal Governo.


UN GIRO DI SALISBURGO PER CONOSCERE DA VICINO IL MITO DI MOZART
La musica è parte del patrimonio naturale e artistico di Salisburgo, ma soprattutto parte della sua identità̀. Nella città che ha dato i natali al grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart, sono molte le attrazioni a lui dedicate, da non perdere assolutamente, non appena sarà possibile tornare a muoversi liberamente.

Tra gli angoli di Salisburgo che fanno riscoprire la storia di Mozart, sicuramente si può menzionare la Mozart Geburtshaus, il luogo della sua nascita; a questo link è disponibile il tour virtuale dove poter visionare alcuni strumenti come il Clavicordo che Mozart utilizzo per comporre alcune delle opere più celebri come il Flauto Magico o Requiem, o i ritratti di un giovane Wolfgang e sua sorella Maria Anna in abito da gala dopo essersi esibiti a Vienna per Maria Teresa d’Austria, entrambi sono situati nel soggiorno al terzo piano dell’abitazione.

Continuando il viaggio nella città della musica, ci si imbatte nella Mozart Residence, situata a Makartplatz, dove la famiglia Mozart visse fino alla morte di Leopold Mozart nel 1787, uno spazioso appartamento di 8 stanze che ospita ora un museo. Un altro luogo è la Fondazione Mozarteum, un punto di riferimento per artisti internazionali che ogni anno ospita concerti, e dove sono custoditi i documenti sulla vita e le opere del grande compositore.

E infine l’Università Mozarteum di Salisburgo, un luogo che riunisce studenti da tutto il mondo e dove si coltiva la passione per la musica. La struttura presso Mirabell Platz ospita i vari dipartimenti dove si ha l’opportunità di studiare composizione e teoria musicale, strumenti a tastiera, strumenti a corda, ma anche teatro musicale, musicologia e teoria musicale. Dal punto di vista architettonico il Nuovo Mozarteum – costruito dall’architetto Robert Rechenauer nel 2006 – si apre verso la città, con l’utilizzo di grandi vetrate che  invitano i salisburghesi e gli ospiti a visitarlo.

CURIOSITÀ SULLA VITA DI MOZART
Sono molte le curiosità che avvolgono la vita del genio Salisburghese, qui possiamo svelarne alcune riguardo la sua esistenza intensa e creativa. Leopold, il padre di Mozart, aveva idee progressiste e desiderava che suo figlio crescesse nella nobiltà, infatti il Papa decorò Wolfgang Amadeus con il titolo “Cavaliere dallo Speron d’Oro”. Tuttavia, Mozart non sposò mai una nobile, ma si sposò per amore, conservando comunque questo lustre titolo. Nell’arco della sua vita Mozart fece molti viaggi importanti che gli costarono 3.720 giorni ovvero 10 anni della sua vita; quindi è quasi un terzo della sua breve vita. Scrisse inoltre una poesia al suo cane, un fox terrier di nome Pimperl; Leopold non era solo il precettore del piccolo Wolfgang e di sua sorella, ma era anche compositore, fu lui a infondere nei due figli la passione per la musica.


GLI ALTRI APPUNTAMENTI MUSICALI DI SALISBURGO
Nel 2021 sono previsti tanti alti appuntamenti all’insegna della musica, come il Festival di Pasqua dal 27 marzo al 5 aprile; il Festival di Pentecoste dal 21 al 24 maggio con la direzione del mezzo soprano italiano Cecilia Bartoli, e il celebre Festival di Salisburgo estivo, previsto salvo eventuali modifiche, dal 17 luglio al 31 agosto 2021

Per maggiori informazioni: www.salisburghese.com

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.