Lazzerini : “Linate è importante. Più fair play negli slot per Ita a confronto con le big europee”

il

Fabio Maria Lazzerini – CEO di ITA -Italia Trasporto Aereo è stato molto chiaro e risoluto nel definire incoerente la questione degli slots a Milano Linate, dove c’è la lista di attesa per ottenerli. UN aeroporto importante che a breve avrà la metropolitana, insomma investimenti ne stanno facendo. La questione slots alla audizione di ieri alla Camera dei Deputati dinanzi alle Commissioni Attività Produttive e Trasporti riunite congiuntamente per l’occasione, ha mostrato uno dei punti più salienti nelle risposte date ai deputati che avevano chiesto chiarimenti.

Lazzerini propone un mix, cioè la nuova aerolinea sarebbe interessata a cedere anche slot a Roma, dove non c’è la nota lista di attesa. Oltre a qualcuno a Linate. ma non quello che ha chiesto la commissione UE di Margrete Vestager, cioè una cessione importante di diritti di atterraggio e decollo.

Ma Lazzerini spinge per partire velocemente, anche sul piano commerciale ben prima del 1 luglio,.Questo per intecettare la domanda sia business, che turistica relativo al picco estivo. Perdere questa opportunità sarebbe pesante per il vettore, che dopo l’estate si affaccerà poi verso i momenti di bassa dell’autunno e inverno. ITA vuole velocemente a breve iniziare le attività commerciali, ad esempio come GSA, in sintonia con l’attuale Alitalia in AS

Sulla flotta ha detto che sono già stati avviati tutti i contatti a livello di interlocuzione con i costruttori per la nuova flotta del vettore. Il tutto a livello di potenziali opzioni, perchè ITA non e’ ancora effettivamente un vettore operativo, non si possono formalizzare le acquisizioni con ordini fermi. C’è un piano sulla modulazione della nuova flotta tra leasing (maggiormente) e acquisti nel lungo periodo con un 80% di questi di nuova generazione e un 32% del totale saranno a lungo raggio. I nuovi aerei arriveranno già a partire dall’ultima parte del 2021. I tipi di aeromobili saranno limitati al minimo per tipologia, proprio per impattare nel minor modo possibile sui costi fissi e variabili del conto economico. La flotta di partenza sarà in leasing prelevata da Alitalia SAI in AS per il numero di aerei necessari ad operare i voli del network, anche qui in relazione alla domanda espressa dal mercato.

Tutte le relazioni sulla filiera dei clienti sono già state attivate: TMC, tour operator, OTA, compagnie di navigazione e i principali aeroporti. A questi ultimi i contatti sono stati indirizzati a Roma Fiumicino e Milano Linate, dove la compagnia avrà il maggior numero di rotte in partenza. Il primo sarà L’hub principale del vettore con l’alimentazione nazionale/europea e i voli a lungo raggio. Il secondo sarà quello per quel traffico economico europeo e nazionale dal sud e isole.Ci sono stati contatti anche con gli operatori ferroviari per quanto concerne la possibilità futura di alimentazione integrata tra i due sistemi di trasporto in Italia.
Tra ITA e Alitalia SAI in AS ci sono stati contatti per gli asset, che il nuovo vettore ha interesse di rilevare.


Lazzerini ha precisato anche l’entità delle interlocuzioni avute con la commissione UE alla concorrenza di Bruxelles. In particolare per risolvere i dubbi sul nuovo vettore da autorizzare.
La nuova compagnia aerea, a dispetto di quanto vorrebbe Bruxelles, ha necessità di disporre degli asset : volo, handling e manutenzione. Lazzerini in particolare ha specificato che tutti i vettori (eccetto Lufthansa “below the wings”) gestiscono i servizi a terra in proprio.

Non considera accettabile la cessione elevata di slot a Milano Linate per ottenere l’assenso al progetto, così come richiesto dalla commissione UE. Questo, in relazione a quanto accaduto con altri vettori europei, i quali hanno ceduto pochi slot rispetto all’ammontare degli aiuti autorizzati di svariati miliardi di €. Ha formulato la possibilità di cederne un mix a Milano e Roma Fiumicino, dove in quest’ultimo non c’è’ lista di attesa. A differenza di quello milanese, ove c’è eccessivo di richiesta.

Per quanto riguarda il futuro partner, ha detto che contatti vi sono sia con Air France-KLM e Air France, KLM, Delta e Virgin per scegliere il partner industriale più interessante per il nuovo vettore. La decisione finale  avverà a fine giugno sulla base di tre concettualità: strategica, commerciale e industriale. Le mire di ITA non sono solo l’aspetto di code share o alleanze globali commerciali. Ma trarne beneficio da sinergie industriali, quali il prezzo più conveniente dell’acquisizione degli aerei o parti di rispetto degli stessi.

ITA ha avuto relazioni con IATA al fine di gestre tutti i passi delle attività da svolgersi al fine dell’ottenimento delle credenziali di vendita, quali : codice, numero della piastrina e il resto legato alla possibilità di futura commercializzazione dei propri voli.

Ha dato un indicazione sul cargo, cioè che verrà basata a Milano Malpensa una business unit dedicata con aerei dedicati da acquisirsi in futuro quando ve ne sarà disponibilità sul mercato. Il piano e’ in preparazione e deve essere avallato dal CdA dell’azienda. Oggi, è noto, che non ci sono aerei disponibili sul mercato dell’usato o del nuovo, perchè la domanda globale di spazi cargo è spaventosamente alta. Per ora il vettore continuerebbe come sta facendo oggi Alitalia, cioè utilizzando aerei con la possibilità di imbarco con merce palletizzata in stiva e sfusa vincolata nella parte di cabina passeggeri che vede i sedili rimossi. Questo per 12/18 mesi, in relazione alla convenienza economica, perché le tariffe potrebbero diminuire perché’ i voli passeggeri aumenteranno globalmente e quindi aumentano gli spazi stiva disponibili.


Secondo Lazzerini l’esistenza di un aerolinea nazionale e’ fondamentale, perché al servizio dell’economia italiana. Sia che si parli di quella industriale tesa alle relazioni verso l’estero, oppure per l’incoming turistico dall’estero visto che l’Italia e’ sesto paese per volumi turistici in entrata, ma il primo se si conta chi arriva dagli altri continenti eccetto l’Europa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.