Stradiotti – Neos : ci svilupperemo ma non faremo hub and spoke a Milano Malpensa

il

In un intervista rilasciata in esclusiva da Carlo Stradiotti – CEO di Neos – a Airliner World, facente parte di un articolo che aggiorna lo stato di fatto del secondo vettore italiano, parla anche di come si svilupperanno le attività.
Sull’argomento della possibilità che Neos operi con un hub sullo scalo Lombardo, risponde “Until Covid, Neos worked very well with point to point traffic. You have to consider that some 10 million people live within an hour’s drive from Malpensa, di we do not actually need to feed-in further traffic to sustain our operations”. Il giornalista Matteo Legnano, scrive prima della dichiarazione “From Stradiotti’s perspective , a Milan hub-an-spoke model appears unlikely.
Insomma, in parole povere Stradiotti non vede la necessità un hub a Milano Malpensa, secondo lui a un ora di distanza vi e’ una massa critica per poter rendere sostenibili le operazioni di volo della Neos nel pensiero di come gestire l’operatività del network, che operano.

Continuando Stradiotti dice “Moreover, our fleet is not big enough to feed traffic into Malpensa , that would require a deal with another carrier under the form of a code sharing or interline agreement , making things far more complicated and transforming Neos into a whole different airline”.

Stradiotti non vede una Neos con aerolinee partner che facciano alimentazione con accordi che complicherebbero le cose e trasformerebbero la compagnia aerea in una realtà diversa, che chiaramente lui e gli azionisti non vogliono fare.

Chi scrive continua “while Stradiotti’s comment may disappoint those who long to see the Milanese gateways as a thriving European-hub once again, his unwavering focus on sustainable growths is likely to put Neos in a solid position as the industry recovers”. Della serie vogliamo guadagnare, ma non imbarcarci in avventure che ci possano creare problemi di sopravvivenza per aver sbagliato a fare le cose.

Continuando “Italian commercial aviation history is littered with companies that continued to chase business models that simply didn’t match the needs of the local market – perhaps this “slow and steady” approach is just what’s needed as Neos enters an exciting new chapter”

Conclude, la storia dell’aviazione civile italiana e’ stata piena di compagnie aeree che hanno scelto modelli di affari che semplicemente non si sposavano con le necessità dei mercati dell’area di riferimento. L’approccio di Stradiotti per Neos e’ realista nell’andare avanti con coerenza, evitando la fretta e l’approssimazione, procedendo invece a passi lenti e senza spavalderia.
Neos e’ in business da quasi vent’anni e se fino ad oggi non ha sbagliato praticamente nulla e’ significato che le strategie messe in atto sono state vincenti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.