AEROPORTO DI BOLOGNA SEMPRE PIU’ SOSTENIBILE

il

DA OGGI I PASSEGGERI POSSONO COMPENSARE LA CO2 PRODOTTA DAL PROPRIO VOLO CON IL SOSTEGNO A PROGETTI AMBIENTALI

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la società norvegese CHOOSE, partner di aziende leader del settore viaggi e turismo come Lonely Planet, Bidroom, Wizz Air, Norwegian, Aeroporto di Heathrow e Skyscanner.

Continua l’impegno dell’Aeroporto di Bologna sui temi della sostenibilità, con particolare attenzione a quella ambientale. Da oggi, infatti, tutti i passeggeri del Marconi, indipendentemente dalla compagnia aerea utilizzata, potranno compensare l’impronta di carbonio del proprio viaggio con il sostegno a progetti ambientali attivati in diverse parti del mondo.

“Come Aeroporto di Bologna – dichiara l’amministratore delegato Nazareno Ventolaportiamo avanti una politica di sviluppo sostenibile che sempre più innerva la nostra strategia di business, lavorando ad iniziative capaci di ridurre il nostro impatto sull’ambiente. E’ noto che l’aviazione commerciale contribuisce per circa il 2% alle emissioni globali di CO2, un impatto inferiore a molti altri settori, ma in ogni caso per noi è importante contribuire alla creazione di un futuro in cui le emissioni siano ridotte e compensate. Già nel 2019, insieme ad altri 200 aeroporti europei, abbiamo sottoscritto l’accordo “Net Zero 2050” per diventare progressivamente un aeroporto “a impatto zero”. Primo aeroporto in Italia, abbiamo ora attivato questo progetto di compensazione della CO2 per aumentare la consapevolezza dei nostri passeggeri sui temi del cambiamento climatico e per offrire loro un’azione concreta, che va ad affiancarsi alle altre già messe in campo dalla nostra società”. 

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la società norvegese di tecnologie ambientali CHOOSE, mette a disposizione dei passeggeri del Marconi una piattaforma online, raggiungibile dal sito internet dell’aeroporto, che consente di calcolare le emissioni di CO2 prodotte per ogni singolo viaggio e di compensarle con un piccolo contributo economico che va a finanziare progetti internazionali di produzione di energia rinnovabile, riduzione della deforestazione e sostegno alle comunità locali

I progetti, certificati “Gold Standard”, aiutano a mitigare il cambiamento climatico riducendo le emissioni globali di carbonio e supportando gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Tutti i viaggiatori che compenseranno il proprio viaggio riceveranno un certificato che riconosce che le emissioni di carbonio del viaggio sono state compensate.

“Le ricerche mostrano che la maggior parte dei viaggiatori ora sarebbe disponibile a pagare un piccolo sovrapprezzo per compensare la propria impronta di carbonio durante il volo. Siamo orgogliosi di collaborare con l’Aeroporto di Bologna, che sta impegnandosi attivamente per rendere le azioni per la protezione del clima disponibili a tutti i suoi passeggeri, creando un futuro più responsabile. Insieme, stiamo costruendo un modo migliore di ritornare a viaggiare” afferma il CEO e fondatore di CHOOOSE Andreas Slettvoll.

Nel 2020, le aziende partner di CHOOOSE e i singoli cittadini hanno compensato più di 500.000 tonnellate di CO2 e piantato più di 150.000 alberi attraverso un’ampia scelta di progetti climatici sviluppati in varie zone del Mondo.

Questi i 4 progetti identificati dall’Aeroporto di Bologna, con il supporto di CHOOOSE:

  • Energia idroelettrica su piccola scala a Guacamaya: affronta la mancanza di copertura della rete elettrica nelle regioni rurali e sottosviluppate dei tre paesi centroamericani: Costa Rica, Honduras e Nicaragua. Ogni progetto fornisce elettricità pulita, costruisce e mantiene infrastrutture locali, crea opportunità di lavoro, introduce tecnologie moderne e migliora l’istruzione nelle aree.
  • Energia eolica a Los Santos a Cartago in Costa Rica: genera energia pulita e sostituisce le emissioni che verrebbero generate dalla rete elettrica nazionale. È il primo progetto di energia eolica ad essere sviluppato in Costa Rica da una cooperativa di elettrificazione rurale ed educherà la popolazione al consumo energetico sostenibile, ai cambiamenti climatici e alla biodiversità.
  • Filtri per l’acqua in Cambogia: l’acqua non trattata e le scarse condizioni igienico-sanitarie causano diarrea e decessi, soprattutto nelle aree rurali e tra i bambini di età inferiore ai cinque anni. Bollire l’acqua contribuisce anche in modo significativo al crescente tasso di deforestazione della Cambogia. Il progetto sta fornendo accesso ad acqua potabile pulita e sicura alle comunità rurali cambogiane tramite depuratori d’acqua in ceramica prodotti localmente. 
  • Campagna per le stufe in Myanmar: la maggior parte delle famiglie rurali in Myanmar dipendono dalla legna per cucinare e riscaldarsi, facendo salire il prezzo della legna, mentre la foresta sta scomparendo. Questo progetto consente l’accesso a fornelli da cucina migliorati a prezzi accessibili e a basso consumo di carburante.

CHOOOSE è una società specializzata in azioni per la protezione del clima ed opera al momento in più di 70 paesi. Le aziende leader del settore turistico come Lonely Planet, Bidroom, Wizz Air, Norwegian, l’Aeroporto di Heathrow e Skyscanner utilizzano le tecnologie di CHOOOSE per offrire ai propri clienti la possibilità di compensazione delle emissioni prodotte.

Per maggiori informazioni e per visualizzare la piattaforma che compensa le emissioni di CO2: https://www.bologna-airport.it/la-societa/ambiente-qualita-e-sicurezza/riduci-l-impatto-ambientale/?idC=62666

Bologna, 22 luglio 2021

* * *

L’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, classificato come “aeroporto strategico” dell’area Centro-Nord nel Piano nazionale degli Aeroporti predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha fatto registrare nel 2020 – anno condizionato dalla pandemia mondiale –  2,5 milioni di passeggeri, classificandosi come l’ottavo aeroporto italiano per numero di passeggeri (Fonte: Assaeroporti). Situato nel cuore della food valley emiliana e dei distretti industriali dell’automotive e del packaging, l’Aeroporto ha una catchment area di circa 11 milioni di abitanti e circa 47.000 aziende con una forte propensione all’export e all’internazionalizzazione e con politiche di espansione commerciale verso l’Est Europa e l’Asia.

Per ciò che riguarda l’infrastruttura aeroportuale, l’Aeroporto ha tra gli obiettivi strategici dei prossimi anni un importante piano di sviluppo relativo soprattutto all’espansione del Terminal passeggeri, in particolare nell’area dei controlli di sicurezza e dei gate di imbarco. Obiettivo della società è quello di fare dell’Aeroporto di Bologna una delle più moderne e funzionali aerostazioni d’Italia, importante porta di accesso alla città ed al territorio.

* * *

Per ulteriori informazioni: www.bologna-airport.it

Press Office:                            Investor Relations:

Anna Rita Benassi                 Patrizia Muffato   

Responsabile Comunicazione                             Chief Financial Officer and Investor 

e Ufficio Stampa                                                  Relations Manager              

ufficiostampa@bologna-airport.it                         investor.relations@bologna-airport.it

Tel: +39/051/6479961                                          Tel: +39/051/6479960 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.