Airbus e Boeing fanno la corte a ITA per la nuova flotta

il

Tutti e due i costruttori mondiali sono impegnati a far la corte a ITA, per proporre il giusto mix sull’aggiudicarsi speranzosamente quella commessa multimiliardaria , che a breve sarà piazzata per rispettare i tempi.

81 sono gli aerei, così scrive Leonard Berberi su Corriere.it al link:

https://www-corriere-it.cdn.ampproject.org/c/s/www.corriere.it/economia/aziende/21_luglio_24/alitalia-ita-sfida-airbus-boeing-gli-aerei-nuova-flotta-c5597e78-eca6-11eb-ab05-0303bb7b6464_amp.html

Airbus sembra leggermente in vantaggio con il mix A320neo e A350/900. Rispetto a Boeing con il B737-8 e B787-9.

I lessor sono i favoriti per fornire gli aerei, visto il backlog del costruttore europeo con i nuovi modificati al ribasso dei ritmi produttivi. A questi cita AerCap e ALC / Air Lease Corp. Anche se quelli cinesi legati ad esempio a BOC oppure ICBC potrebbero essere della partita, sia sulla sponda Airbus, che Boeing.

Boeing , pare , non voglia farsi prendere in fallo e il suo contrattacco potrebbe essere scontando molto gli aerei e offrendo manutenzione e qualifiche piloti/tecnici nell’offerta a prezzi interessanti.

Airbus sul corto / medio raggio e’ favorita dal fatto che chi già operante sul segmento A320, può passare con un breve addestramento sui neo. Come pure chi e’ sull’A330, può ottenere la conversione all’A350. Stessa cosa e’ per chi addestra con l’A330, può farlo anche suil’A350.

Identico e’ per chi sta sul B777, dove il passaggio sul B787 e’ molto veloce, vedasi anche per chi e’ TRI/TRE o SFI/SFE.

Il B737-8 e’ l’unico fuori gioco per vari fattori. A partire dalle qualifiche, dai magazzini parti di rispetto e sull’aspetto operativo da questo lato, e’ meno gestibile al contrario dell’A320neo. Infatti il secondo e’ poi predisposto a imbarcare la merce da stiva in modo veloce e agevole se palletizzata. Questo a confronto del Boeing 737, il quale non dispone di possibilità dell’imbarco dei contenitori e la merce può entrare in stiva in dimensioni e pesi ristrettì e definiti.

Nulla di deciso, ma la cosa non resterà in ballo per tanto tempo, se nel 2023 si spera di avere i primi velivoli. Poi a seguire i successivi. Lo start up di ITA sarà di 52 velivoli prelevati da Alitalia SAI in AS, poi arriverà il momento di avere i primi velivoli e salire per il 2022 a 78 aerei. Dopo , si legge , che con il centinaio o poco più aerei, vi e’ la prospettiva dell’arrivo degli Airbus 220, un velivolo con elevati tempi per le attese di consegna. Oltre al fatto che non ha situazioni di coerente similarità con gli A320. I prodotti sono tecnicamente diversi come filosofia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.