Airbus riporta i risultati del primo semestre 2021

il

297 aerei commerciali consegnati nel primo semestre 2021
I dati finanziari del primo semestre riflettono le consegne e gli sforzi continui per il contenimento dei costi e la competitività
Ricavi € 24,6 miliardi; EBIT Adjusted € 2,7 miliardi
EBIT (riportato) € 2,7 miliardi; EPS (riportato) 2,84
Free cash flow prima di M&A e finanziamento alla clientela € 2,1 miliardi
Concentrarsi sulla sicurezza dell’espansione della famiglia A320 e sulla trasformazione della catena del valore industriale
Approvazione del consiglio di amministrazione per il derivato del cargo A350
Aggiornate le linee guida 2021

Airbus SE (simbolo di borsa: AIR) ha riportato i risultati finanziari consolidati per il semestre (H1) chiuso al 30 giugno 2021.

“Questi risultati semestrali riflettono le consegne di velivoli commerciali, la nostra attenzione al contenimento dei costi e alla competitività e le buone prestazioni in Elicotteri e Difesa e Spazio. Sebbene la pandemia di COVID-19 continui, le numerose azioni intraprese dai team hanno fornito una forte prestazione H1. Ciò ci consente di aumentare la nostra guida per il 2021 sebbene continuiamo ad affrontare un ambiente imprevedibile”, ha affermato l’amministratore delegato di Airbus Guillaume Faury. “Stiamo ora lavorando per garantire l’espansione della famiglia A320, trasformando al contempo l’assetto industriale. Inoltre, a seguito dell’approvazione del consiglio di amministrazione, stiamo migliorando la nostra linea di prodotti con un derivato del cargo A350, rispondendo al feedback dei clienti per una maggiore concorrenza ed efficienza in questo segmento di mercato”.

Gli ordini lordi di aeromobili commerciali sono stati 165 (H1 2020: 365 aeromobili) con ordini netti di 38 aeromobili dopo le cancellazioni (H1 2020: 298 aeromobili). Il portafoglio ordini era di 6.925 velivoli commerciali al 30 giugno 2021. Airbus Helicopters ha registrato 123 ordini netti (primo semestre 2020: 75 unità), inclusi 10 elicotteri della famiglia Super Puma. La raccolta ordini di Airbus Defence and Space per valore è stata di € 3,5 miliardi (H1 2020: € 5,6 miliardi).

I ricavi consolidati sono aumentati del 30% su base annua a 24,6 miliardi di euro (primo semestre 2020: 18,9 miliardi di euro), riflettendo principalmente il maggior numero di consegne di aeromobili commerciali rispetto al primo semestre 2020. Sono stati consegnati un totale di 297 velivoli commerciali (primo semestre 2020: 196 aeromobili), comprendente 21 A220, 237 A320 Family, 7 A330, 30 A350 e 2 A380. I ricavi generati dalle attività di aeromobili commerciali di Airbus sono aumentati del 42%, riflettendo in gran parte le maggiori consegne. Airbus Helicopters ha consegnato 115 unità (H1 2020: 104 unità) con ricavi in ​​crescita dell’11% che riflettono la crescita dei servizi e il volume più elevato degli elicotteri civili. I ricavi di Airbus Defence and Space sono stati sostanzialmente stabili rispetto a un anno prima, con due aerei da trasporto militari A400M consegnati nel primo semestre del 2021.

EBIT consolidato rettificato: una misura di performance alternativa e un indicatore chiave che cattura il margine aziendale sottostante escludendo gli oneri o i profitti materiali causati da movimenti negli accantonamenti relativi a programmi, ristrutturazioni o impatti sui cambi, nonché plusvalenze/minusvalenze derivanti dalla cessione e acquisizione di attività – era di € 2.703 milioni (primo semestre 2020: € -945 milioni).

L’EBIT Adjusted relativo alle attività di aeromobili commerciali di Airbus è stato pari a € 2.291 milioni (H1 2020: € -1.307 milioni), principalmente guidato dalle prestazioni di consegna e dall’attenzione della Società al contenimento dei costi e alla competitività.

L’EBIT Adjusted di Airbus Helicopters è aumentato a € 183 milioni (H1 2020: € 152 milioni), trainato da servizi, esecuzione di programmi e minori spese per ricerca e sviluppo (R&S).

L’EBIT Adjusted di Airbus Defence and Space è aumentato a € 229 milioni (H1 2020: € 186 milioni), riflettendo principalmente gli sforzi in corso di contenimento dei costi e competitività della Divisione, nonché l’aumento del volume nei sistemi spaziali.

Le spese di ricerca e sviluppo consolidate autofinanziate sono state pari a 1.262 milioni di euro (primo semestre 2020: 1.396 milioni di euro).

L’EBIT consolidato (riportato) è stato di € 2.727 milioni (H1 2020: € -1.559 milioni), incluse Rettifiche nette di € +24 milioni.

Questi adeguamenti comprendevano:

€ +145 milioni relativi al programma A380, di cui € +174 milioni contabilizzati nel secondo trimestre;
-170 milioni di euro relativi al disallineamento dei pagamenti pre-consegna in dollari e alla rivalutazione dello stato patrimoniale, di cui +7 milioni di euro nel secondo trimestre;
€ +49 milioni di altre Rettifiche, inclusi i costi di adeguamento, di cui € +75 milioni nel secondo trimestre.

Il risultato finanziario è stato di € -30 milioni (H1 2020: € -429 milioni). Riflette principalmente il margine di interesse di € -172 milioni in parte compensato dall’evoluzione del dollaro USA nonché € +79 milioni relativi alla rivalutazione della partecipazione in Dassault Aviation. L’utile netto consolidato(1) è stato di 2.231 milioni di euro (perdita netta del primo semestre 2020: -1.919 milioni di euro) con un utile per azione consolidato riportato di 2,84 euro (perdita per azione del primo semestre 2020: -2,45 euro).

Il free cash flow consolidato prima di M&A e finanziamento alla clientela è migliorato a € 2.051 milioni (H1 2020: € -12.440 milioni), in linea con l’andamento degli utili. Comprendeva anche un impatto graduale positivo sulla tempistica degli incassi e dei pagamenti. Il free cash flow consolidato è stato di € 2.012 milioni (H1 2020: € -12.876 milioni).

La posizione di cassa lorda si attestava a € 21,4 miliardi al 30 giugno 2021 (fine anno 2020: € 21,4 miliardi) dopo il rimborso di un’obbligazione convertibile di € 1,1 miliardi e il pagamento anticipato di un’obbligazione statunitense da 1 miliardo di dollari, migliorando ulteriormente i rapporti di leva a sostegno del I solidi rating creditizi della società. La posizione di cassa netta consolidata era di € 6,5 miliardi al 30 giugno 2021 (fine anno 2020: € 4,3 miliardi). La posizione di liquidità della Società rimane solida, attestandosi a 33,7 miliardi di euro a fine giugno 2021.

Futuro
Come base per la sua guida per il 2021, la Società non presuppone ulteriori interruzioni dell’economia mondiale, del traffico aereo, delle operazioni interne della Società e della sua capacità di fornire prodotti e servizi.

La guida per il 2021 della Società è prima di M&A.

Su tale base, la Società ha aggiornato la sua guida 2021 e ora gli obiettivi da raggiungere nel 2021 circa:

600 consegne di aerei commerciali;
EBIT Adjusted di € 4 miliardi;
Free Cash Flow ante M&A e Customer Financing di € 2 miliardi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.