A4E : invita i ministri dei trasporti dell’UE a riorientare l’attenzione e ad agire con urgenza DI LA4E

il

L’incapacità dell’Europa di compiere progressi sul Cielo unico europeo ritarda il percorso dell’aviazione verso la decarbonizzazione

Dopo più di un anno di negoziati da quando la proposta di regolamentazione del Cielo unico europeo (SES) 2+ è stata pubblicata per la prima volta dalla Commissione europea, e dopo oltre un decennio di discussioni, il Parlamento europeo, gli Stati membri dell’UE, e la Commissione europea quest’anno non è riuscita a compiere alcun progresso significativo nell’accordo sui necessari aggiornamenti normativi SES, la spina dorsale per un sistema di gestione del traffico aereo più efficiente e ottimizzato dal punto di vista ambientale che potrebbe ridurre fino al 10% le emissioni di CO2. Il mancato raggiungimento di un accordo dopo due riunioni di trilogo mostra la continua resistenza di alcuni Stati membri a dare priorità alla riduzione delle emissioni rispetto alla propria sovranità e influenza nazionale, minando gli impegni cruciali assunti quest’anno dal settore dell’aviazione europeo di raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione per il 2030 e il 2050.

Molti Stati sono coinvolti in un conflitto di interessi in quanto proprietari dei loro fornitori di servizi di navigazione aerea (ANSP) monopolistici, che controllano il loro spazio aereo nazionale. La proposta di regolamentazione SES aggiornata richiede un quadro competitivo per gli ANSP, oltre a sbloccare altri vantaggi come consentire alle compagnie aeree di perseguire rotte di volo ottimizzate per il clima, consentendo allo stesso tempo alle nuove tecnologie di prendere piede.

“Siamo costernati e frustrati dalla continua mancanza di progressi durante i triloghi di SES. La riluttanza di alcuni Stati membri a scendere a compromessi ea contribuire alla riforma del nostro sistema ATM costoso, inflessibile e frammentato in Europa è estremamente preoccupante. Il Single European Sky è un modo a breve termine ea basso costo per ridurre le emissioni del trasporto aereo, ed è un peccato che questo sia stato perso dall’attenzione politica”, ha affermato Thomas Reynaert, amministratore delegato, Airlines for Europe (A4E).

“Chiediamo ai ministri dei trasporti europei nella loro riunione di domani di concentrare i loro sforzi su questo importante file e di spingere per i necessari compromessi durante la prossima presidenza francese dell’UE”, ha aggiunto Reynaert.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.